26/04/2019  ore 01:55   
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Via libera della Ue a progetti comuni di Italia, Francia, Germania e Regno Unito in ricerca e sviluppo

19/12/2018 | Economia |  Previsti 3,5 miliardi di euro di investimenti in ricerca e sviluppo. 1,75 miliardi di euro nella microelettronica

Fonte: ufficio stampa MiSE





Roma, 18 dicembre 2018. E’ stato approvato dalla Commissione europea un investimento di circa 8 miliardi di euro - di cui 1,75 miliardi di euro per progetti comuni di ricerca e innovazione nel settore della microelettronica - notificato congiuntamente da Italia, Francia, Germania e Regno Unito.

La Commissione europea ha infatti constatato che il progetto integrato è conforme alle norme UE in materia di aiuti di Stato e contribuisce ad un interesse comune europeo. Grazie a questa misura, del tutto inedita e attivata per la prima volta, l'Italia mette in sicurezza e consolida - con un piano di investimenti, tra fondi pubblici e privati di 3,5 miliardi di euro - il suo presidio manifatturiero nei siti di Catania e di Agrate nel campo dei semiconduttori. Si accelerano così significativi investimenti in ricerca e sviluppo nel campo dei sensori discreti e dei sistemi di potenza, fattori questi abilitanti per facilitare la digitalizzazione dell'industria e l'elettrificazione della mobilità.

Il progetto integrato di ricerca e innovazione coinvolgerà 29 partecipanti diretti, con sede sia all'interno che all'esterno dell'UE. Si tratta per lo più di attori industriali, ma anche di due organismi di ricerca, di cui uno italiano, che realizzano 40 sotto progetti strettamente collegati tra loro. Questi partecipanti diretti lavoreranno in collaborazione con un gran numero di partner, come altri organismi di ricerca o piccole e medie imprese, anche al di fuori di Italia, Francia, Germania e Regno Unito.

Il progetto supporterà inoltre la catena del valore dei semiconduttori e dell'elettronica in Europa, che rappresenta un elemento chiave per tutte le industrie europee. “Una delle strategie che questo Governo vuole implementare - afferma il Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Andrea Cioffi - riguarda direttamente la partita sulle nuove tecnologie. Questo comparto rappresenta il futuro prossimo, ma anche il presente, della produzione industriale italiana. Si tratta di un settore che passa prima attraverso la parte cosiddetta di hardware e poi dal software. A tal riguardo, è stata fondamentale l’approvazione del progetto integrato dei quattro Stati membri, sia per il settore della microelettronica che per la concomitante conformazione alla normativa UE. Stiamo parlando di un piano d’investimenti per 3,5 miliardi di euro che mette in sicurezza, tra gli altri, il presidio manifatturiero di Catania e Agrate. Una cosa mai successa in Italia”.

« Indietro    Pubblica su: 
OkNotizie Del.icio.us! Google! Facebook! Share
Tag clouds
campo Francia Germania investimenti mette presidio Stato sviluppo Unito Agrate Catania Commissione innovazione Italia microelettronica partecipanti progetto rappresenta ricerca diretti euro europea integrato manifatturiero organismi semiconduttori settore tratta miliardi piano progetti Regno sicurezza
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  A Roma incontro istituzionale. I Vicepresidenti Unioncamere Pozza e Riello incontrano il Ministro Di Maio
19 aprile 2019
Convegni e corsi
  Sicurezza digitale tutto quello che le PMI dovrebbero sapere
12 aprile 2019
Sport
  A Cortina D’Ampezzo si scia fino al 1° Maggio, sul Faloria piste aperte per neve
19 aprile 2019
Eventi
  #PID Digitale: 3 imprese su 5 ancora indietro nelle tecnologie 4.0
19 aprile 2019
Promozione
  Turismo sociale e inclusivo: da Giugno 2019 in Veneto spiagge accessibili, stabilimenti attrezzati per disabili e 50 borse lavoro per persone a rischio esclusione
19 aprile 2019

Ecco perché è una buona idea

Presenza sul web e social

Per essere trovati e creare nuove occasioni di business

Ottima occasione di promozione

Per essere presentati all’estero in Inglese, russo, giapponese, cinese e spagnolo

Sempre accolti con condivisione

Per essere promossi con il comunicato di benvenuto
Per essere ricordati nei comunicati di aggiornamento