17/07/2019  ore 04:27   
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Si cresce ma con fatica, ma non a causa della crisi. Istituzioni ora tocca a voi intervenire!

07/01/2019 | Economia |  Le aziende sono in ripresa anche se con fatica, ma in prospettiva futura servono nuove menti e braccia giovani per alimentare la nuova artigianalità.

Fonte: ufficio stampa Confartigianato AsoloMontebelluna



Confartigianato AsoloMontebelluna rappresenta oggi 2.650 aziende del territorio, ed è operativa con 7 sedi che vedono impiegati 120 dipendenti. L’Associazione a termine del 2018, rileva un saldo positivo di 16 realtà, in confronto tra attività cessate e attivate. Curioso è di certo il numero di professionisti che cresce notevolmente: su 51 nuove realtà attivate, 14 sono professionisti indipendenti e a seguire 11 legate al mondo edilizia, 4 dell’alimentare e altrettante della meccanica, per concludersi con le singole unità del manifatturiero, in calo anche a livello Provinciale. Si conferma in crescita il trend positivo delle assunzioni da parte delle aziende associate, con una diminuzione delle richieste al FSBA (Cassa integrazione), che passano da 54 richieste del 2017 a 20 richieste del 2018.

Ma quello che preoccupa di più sono la diminuzione dei giovani sotto i 30 anni impegnati nelle attività, pari solo al 3% delle aziende associate (erano il 5% nel 2016) e la stagnazione della fasce “Donne e uomini titolari, soci e collaboratori famigliari, con età compresa tra i 30 ed i 40 anni” fermi al 16%. Il dato è indicatore di qualcosa che non funziona, di una mancata rigenerazione di nuove e giovani aziende. In linea con un problema legato all’età si congiunge il problema legato alla manualità, all’assenza delle professioni del saper fare: dai muratori, ai meccanici, agli autisti, ai saldatori e via dicendo, figure che sono preziose ma mestieri che pochi ormai sembrano voler intraprendere. Ed è il connubio tra mancanza di giovani e di lavoratori “manuali” che spaventa. Confartigianato AsoloMontebelluna lancia allora un grido d’allarme, perché le Istituzioni capiscano quanto sia determinante nobilitare queste professioni e far percepire che il lavoro artigiano si evolve, unisce modernità, tecnologia e innovazione e non è solo legato alla fatica fisica (sempre più sollevata dall’utilizzo di macchinari e strumentazioni) ma è anche sperimentazione e cultura. “Mettersi in gioco per creare una propria attività, dare vita a qualcosa di tuo, stringere collaborazioni fra aziende, sperimentare, anche rischiare a volte, trasforma la volontà e l’impegno profuso in orgoglio e motivazione per crescere- Afferma il Presidente di Confartigianato AsoloMontebelluna Fausto Bosa. In occasione dell’evento Meravigliosi Maestri (ottobre 2018 a Montebelluna) abbiamo incontrato alcuni giovani imprenditori che hanno saputo raccontare ai ragazzi delle superiori la loro passione, e molte altre iniziative sono state fatte con le scuole proprio per accendere nei ragazzi l’interesse al mondo del saper fare. Ora tocca alle Istituzioni intervenire con contratti e progetti adeguati pro alunni e pro imprese! I giovani vanno spronati, va insegnato il sacrificio e il valore del rischio, in questo diventa indispensabile coinvolgere anche le famiglie!”

In una visione di sviluppo futuro, a sostegno di un artigianato che sta cambiando e di un territorio che evolve, indispensabili sono le infrastrutture in particolare lo sviluppo di tutte quelle reti che sostengono le connessioni e contribuiscono all’efficientamento della mobilità. La Pedemontana Veneta sarà la risposta a queste necessità, ma in merito accendiamo ancora una volta l’attenzione, già condivisa in questo 2018 con le Amministrazioni Locali, sulla questione del riversamento della circolazione dell’arteria, nelle reti secondarie. “Nostra volontà – precisa il Presidente Bosa- è che questa opera venga conclusa il prima possibile, ma che in un’ottica di programmazione territoriale sia ben valutata la portabilità delle strade secondarie, affinché il problema del traffico si risolva definitivamente e non si sposti da una strada all’altra. Per guardare poi ad uno sviluppo del territorio valido, serve una visione più completa, serve confronto fra le aree, fra le associazioni di categoria e le IPA in particolare. Proprio in prospettiva futura di un territorio in evoluzione, Confartigianato AsoloMontebelluna è stata porta bandiera del progetto di Candidatura UNESCO dell’area del Massiccio del Grappa, subito sposato dall’Ipa dell’Asolano. Siamo convinti che il tema dalla sostenibilità, rispetto all’ambiente e all’uomo, debba essere il mood che guida poi tutte le dinamiche di pianificazione, perché un progetto che crea valore a tutto il sistema, viene percepito dal singolo e premiato dal mondo, anche in ottica turistica, che ben sappiamo scaturisce il maggior numero di indotti dell’intero sistema produttivo. “


Giunti allora a termine di questo 2018- conclude il Vice Presidente Alessandro Zanini- auspichiamo che questo 2019 sia un anno ricco di soddisfazioni e novità positive, in particolare per la nostra Associazione che dal prossimo anno intraprende il percorso per il rinnovo delle cariche Dirigenziali. Che sia allora questo anno occasione di crescita, di recupero di quei valori di aggregazione, che ben esprimono l’opportunità più nobile della democrazia”.

Le attività di Confartigianato AsoloMontebelluna e i dati d'impresa


« Indietro    Pubblica su: 
OkNotizie Del.icio.us! Google! Facebook! Share
Tag clouds
attività aziende problema sviluppo territorio 2018 AsoloMontebelluna Presidente Confartigianato legato richieste giovani mondo particolare
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  Centri per l’impiego: attenzione alle risorse umane in primo piano con l''approvazione del nuovo contratto integrativo decentrato
16 luglio 2019
Convegni e corsi
  #PID Prospettive di business grazie alla digitalizzazione
15 luglio 2019
Sport
  Campionati regionali assoluti Atletica: sulla pista di Vittorio Veneto l''assegnazione dei titoli veneti
15 luglio 2019
Eventi
  #PID Maker Faire Rome 2019
15 luglio 2019
Promozione
  Tiramisù World Cup 2019: a Bruxelles le selezioni per gli chef appassionati
15 luglio 2019

Ecco perché è una buona idea

Presenza sul web e social

Per essere trovati e creare nuove occasioni di business

Ottima occasione di promozione

Per essere presentati all’estero in Inglese, russo, giapponese, cinese e spagnolo

Sempre accolti con condivisione

Per essere promossi con il comunicato di benvenuto
Per essere ricordati nei comunicati di aggiornamento