23/05/2019  ore 12:52   
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Donne, il ciclo di incontri a Pieve di Cadore: Lorraine Berton, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti si racconta

08/03/2019 | Promozione |  Serata in Magnifica Comunità a Pieve di Cadore all’interno del ciclo di incontri “Donne”

Fonte: ufficio stampa Confindustria Belluno Dolomiti




Belluno, 7 marzo 2019 – Fare squadra tra donne ed educare i figli, soprattutto maschi, al rispetto. Ne è convinta Lorraine Berton, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti, ospite ieri sera del ciclo di incontri “Donne” organizzato dal Comune di Pieve di Cadore e dalla Magnifica Comunità.

Intervistata dal vicesindaco Laura Zandonella, Lorraine Berton ha raccontato le sue vite: quella privata, la vita d’impresa e quella associativa: «Una donna deve sempre dimostrare di più e deve combattere, questo è vero, ma non dimentico di essere stata eletta, per la maggior parte, da uomini che hanno la mia stima. Al momento dell’elezione ho pensato a mia figlia e al suo futuro: davvero le cose stanno cambiando, soprattutto per quelle più tenaci. Le più fragili, invece, vanno ancora aiutate».

Tenacia e rispetto sono stati i fili conduttori della serata che si è mossa, con realismo e senza cliché, tra dimensione pubblica e privata: dalla cabina di monitoraggio appena istituita da Confindustria Belluno Dolomiti per monitorare l’imprenditoria in rosa in provincia alla necessità di denunciare molestie e soprusi, coltivando una cultura della diversità.

FOCUS SULL’IMPRESA IN ROSA.

«Nell’impresa la donna ha fatto e fa la differenza», ha detto Berton, «per questo Confindustria Belluno Dolomiti sta monitorando l’imprenditoria femminile e giovanile in provincia. Vogliamo arrivare a un identikit preciso del fenomeno: spesso le donne lavorano nell’ombra. Vogliamo dare a tutte il loro spazio in modo che ciascuna si prenda la responsabilità del proprio ruolo e possa avere un suo percorso di crescita, anche con precisi interventi formativi».

«Il Bellunese si è sempre contraddistinto per l’alta percentuale di manodopera femminile: di circa 12 mila lavoratori nell’occhiale, oltre il 60% è donna - ha rimarcato Berton, ricordando le sue origini comeliane. - Mia nonna da Candide andava a piedi a Conegliano per barattare e commerciare. La tenacia è nel dna delle donne di questa terra, ma bisogna acquisire consapevolezza. Sarà un valore aggiunto non solo per le imprese ma per l’intera comunità».

MADRI E FIGLI.

«Il rispetto per la diversità passa attraverso l’educazione dei figli. Se parliamo di donne, diventa imprescindibile educare i figli maschi a un linguaggio corretto. Più in generale le persone devono esprimersi indipendentemente dal genere, dall’orientamento sessuale e da qualsiasi diversità. Purtroppo vedo che chi ci governa spesso non ha questa visione. Talvolta temo che si stia arretrando non solo sul terreno economico ma anche su quello civile, mondi che comunque sono connessi», ha detto Berton.

RIFIUTARE LA VIOLENZA

Inevitabile parlare di violenza, molestie e abusi. Su questo Berton è chiara: «Nessuno sconto: la violenza va allontanata fin dai primi segnali. In questo campo, le donne più fragili vanno aiutate concretamente».

E anche qui il fattore, oltre che educativo, è anche politico: «Il fatto che si parli, in questi giorni, di delitto d’onore in Italia e che non vi sia una presa di posizione netta di tutti i politici è abominevole. Sono sconcertata».

Nel corso della serata, Berton ha ribadito il suo no al reddito di cittadinanza chiedendo invece all’Esecutivo misure serie di supporto alla crescita dell’impresa. Sul fronte locale, approfittando della presenza di alcuni amministratori (su tutti il sindaco di Pieve Giuseppe Casagrande), ha auspicato il riconoscimento dell’autonomia per il Bellunese.

In ultima battuta, il presidente di Confindustria Belluno Dolomiti si è augurata un ritorno a un «sano femminismo, senza dimenticare che ci sono anche tanti gentiluomini. L’obiettivo è arrivare a un mondo dove ognuno sia riconosciuto per quello che è».

« Indietro    Pubblica su: 
OkNotizie Del.icio.us! Google! Facebook! Share
Tag clouds
Berton Belluno Confindustria donna donne figli IMPRESA diversità Dolomiti rispetto VIOLENZA
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  Bcc Monsile con l''approvazione del bilancio di esercizio 2018 si riconferma banca di comunità
20 maggio 2019
Convegni e corsi
  Seminario: “Insegnare la responsabilità sociale: il progetto CSR IN CLASS nelle scuole”, Venezia 7 giugno 2019
20 maggio 2019
Sport
  Boom di iscritti per Prosecco Cycling, la corsa ciclistica di Domenica 29 Settembre tra le colline di Valdobbiadene e Conegliano
17 maggio 2019
Eventi
  Dino Buzzati: un omaggio del Circolo al Teatro de La Sena
23 maggio 2019
Promozione
  Sicurezza digitale nelle PMI: contributi e formazione per adeguarsi alle misure di prevenzione delle minacce informatiche
22 maggio 2019

Ecco perché è una buona idea

Presenza sul web e social

Per essere trovati e creare nuove occasioni di business

Ottima occasione di promozione

Per essere presentati all’estero in Inglese, russo, giapponese, cinese e spagnolo

Sempre accolti con condivisione

Per essere promossi con il comunicato di benvenuto
Per essere ricordati nei comunicati di aggiornamento