21/03/2019  ore 08:39   
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Imprese femminili: quasi 6mila in più nel 2018 4mila sono di donne straniere

08/03/2019 | Economia |  Osservatorio Imprenditoria Femminile, Unioncamere - InfoCamere

Fonte: ufficio stampa Unioncamere

 

Roma, 8 marzo 2019  – Continua a crescere anche nel 2018 l’esercito delle imprese femminili. Sono oltre un milione e 337mila a fine anno, circa 6mila in più del 2017, e rappresentano il 21,93% del totale delle imprese iscritte al Registro delle Camere di commercio. A determinare il risultato del 2018 è la “pattuglia” sempre più numerosa delle 145mila imprenditrici straniere, aumentate di oltre 4mila unità rispetto all’anno precedente. Questi alcuni spunti che emergono dalla lettura dei dati elaborati dall’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere.

Imprese femminili: medaglia d’oro al Lazio
Medaglia d’oro al Lazio per crescita dell’impresa al femminile: quasi 1.900 le imprese in più a fine 2018  rispetto al 2017. Con questa performance, la regione della Capitale fa meglio della Campania (+1.417) e della Lombardia (+1.380). Nel complesso, le imprese femminili aumentano in 15 regioni su 20.
Roma, Milano, Napoli e Torino si affermano saldamente ai primi posti della classifica provinciale per numero di imprese femminili registrate. Benevento, Avellino, Chieti e Frosinone, invece, spiccano per incidenza delle imprese femminili sul totale.
I risultati del 2018 confermano comunque che qualcosa sta cambiando nel mondo dell’impresa al femminile. Lo scorso anno si è ridotto il numero di imprese commerciali e agricole guidate da donne - settori in cui le imprese femminili sono più numerose – mentre continuano ad aumentare le attività a trazione femminile in altri due comparti già fortemente caratterizzati dalla presenza di imprenditrici: le Altre attività dei servizi (oltre 2mila le imprese in più), al cui interno la componente più importante è quella della cura della persona, e il turismo (quasi 2mila in più le imprese femminili dell’alloggio e ristorazione). Ma l’esercito delle donne d’impresa allarga sempre di più le proprie maglie anche in settori tradizionalmente legati alla presenza maschile: quello delle Attività professionali, scientifiche e tecniche (quasi 1.500 imprese femminili in più), il Noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese (+1.453) e le Attività immobiliari (+1.004).

Lombardia terra d’elezione per le imprenditrici straniere
La diffusione delle imprenditrici straniere è particolarmente sostenuta nel 2018 in Lombardia (quasi mille in più), nel Lazio (circa 700 in più) e in Emilia Romagna (quasi 500 in più). In tutte le regioni italiane, ad eccezione della Sicilia, comunque, si registrano aumenti delle attività guidate da donne non di origine italiana. Le 145mila attività femminili di straniere rappresentano il 24% delle imprese guidate da stranieri in Italia e sono numerose soprattutto nel commercio e nel turismo. Rispetto allo stock del 2017, i saldi più elevati si registrano nelle Attività di alloggio e ristorazione (+854), nelle Altre attività dei servizi (+772) e nel Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (+467).

Imprese totali e femminili, tasso di femminilizzazione, saldo e var. % rispetto a dicembre 2017 per regioni

 

Imprese totali

Imprese femminili

Tasso di femm.

Saldo imprese femminili 2017_2018

Var. % imprese femminili 2017_2018

ABRUZZO             

148.859

38.509

25,87%

143

0,37%

 

BASILICATA          

60.396

16.137

26,72%

-26

-0,16%

 

CALABRIA            

187.083

43.966

23,50%

245

0,56%

 

CAMPANIA            

593.260

136.257

22,97%

1.417

1,05%

 

EMILIA ROMAGNA      

454.338

93.948

20,68%

-112

-0,12%

 

FRIULI-VENEZIA GIULIA

102.635

23.043

22,45%

13

0,06%

 

LAZIO               

657.855

145.156

22,07%

1.898

1,32%

 

LIGURIA             

163.084

36.053

22,11%

17

0,05%

 

LOMBARDIA           

961.301

179.399

18,66%

1.380

0,78%

 

MARCHE               

170.194

39.124

22,99%

-181

-0,46%

 

MOLISE              

35.599

9.892

27,79%

-57

-0,57%

 

PIEMONTE            

432.583

97.137

22,46%

-441

-0,45%

 

PUGLIA              

381.363

88.103

23,10%

307

0,35%

 

SARDEGNA            

169.785

38.709

22,80%

95

0,25%

 

SICILIA             

464.784

113.452

24,41%

982

0,87%

 

TOSCANA             

413.822

95.553

23,09%

25

0,03%

 

TRENTINO - ALTO ADIGE

109.298

19.441

17,79%

49

0,25%

 

UMBRIA              

94.340

23.503

24,91%

3

0,01%

 

VALLE D'AOSTA       

12.357

2.931

23,72%

24

0,83%

 

VENETO              

486.736

97.046

19,94%

211

0,22%

 

Totale

6.099.672

1.337.359

21,93%

5.992

0,45%

 

Fonte: Osservatorio Imprenditoria Femminile, Unioncamere - InfoCamere

« Indietro    Pubblica su: 
OkNotizie Del.icio.us! Google! Facebook! Share
Tag clouds
145mila 2017 2017_2018 2018 2mila agenzie alloggio Altre attività commercio dati donne Emilia esercito femminile femminili femminilizzazione fine guidate imprenditrici impresa imprese InfoCamere Lazio Lombardia Medaglia nbsp Noleggio numero numerose Osservatorio presenza rappresentano regioni registrano rispetto ristorazione Roma Saldo servizi settori straniere supporto tasso turismo Unioncamere viaggio
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  Pozza: Italia - Cina. I processi vanno governati e non subiti. Se i dati evidenziano che il mercato europeo è in rallentamento per le esportazioni, è pertanto necessario guardare ad altri mercati capaci di essere partner industriali e dell’export.
19 marzo 2019
Convegni e corsi
  "L'' ITALIA CHE FUNZIONA. Riforme e strumenti a sostegno delle imprese". venerdì 22 marzo 2019
20 marzo 2019
Sport
  Distretto dello Sportsystem di Asolo e Montebelluna (in provincia di Treviso e nella regione Veneto)
18 marzo 2019
Eventi
  Riqualificazione dei condomini esistenti Come funziona la cessione del credito? Gli incentivi fiscali Eco Bonus e Sisma Bonus: opportunità di rete e sistema
20 marzo 2019
Promozione
  Strumenti per le imprese: Mercoledi 20 Marzo a Treviso una serata per capire le novita’
19 marzo 2019

Ecco perché è una buona idea

Presenza sul web e social

Per essere trovati e creare nuove occasioni di business

Ottima occasione di promozione

Per essere presentati all’estero in Inglese, russo, giapponese, cinese e spagnolo

Sempre accolti con condivisione

Per essere promossi con il comunicato di benvenuto
Per essere ricordati nei comunicati di aggiornamento