20/07/2019  ore 09:57   
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Discorso del Presidente Pozza al Seminario sui Servizi e le Iniziative in materia di Proprietà Industriale offerti da OMPI-WIPO  

10/04/2019 | Economia |  Il ruolo e i servizi dell'ufficio Marchi e e Brevetti della Camera di Commercio.


Buon pomeriggio a tutti e benvenuti.
un saluto e un ringraziamento particolare va al Ministero dello sviluppo Economico a Wipo e alla nostra società consortile t2i.
Sono lieto di ospitare qui oggi, questo importante incontro internazionale, nella casa delle imprese, proprio perché il sistema camerale, per legge e per missione, ha un ruolo fondamentale nel sistema di tutela della proprietà industriale.

La tutela della proprietà industriale rappresenta uno strumento indispensabile per difendere la progettualità delle imprese che puntano su creatività e innovazione. Chi realizza un brevetto, chi crea un nuovo modello o un nuovo segno per differenziare i propri prodotti e servizi ha il diritto di disporne in esclusiva e di vietarne l’uso agli altri. 

In generale i vantaggi che derivano dal disporre di un bene intangibile, quale il brevetto o il marchio, il disegno - modello, da valorizzare e tutelare, sono molteplici e consistono nell’esclusività del proprio prodotto e nella possibilità di salvaguardarlo dai contraffattori, nel contribuire al successo dell’impresa (grazie alle idee innovative e alle innovazioni tecnologiche);
- nell’assicurare fatturato e profitti più alti, nonché utili sugli investimenti;
- nel garantire profitti supplementari derivanti dalla concessione di licenze d’uso o dall’assegnazione del brevetto, e, per i marchi, anche da contratti di esclusiva, di merchandising,  ecc.;
- nel rendere competitiva l’impresa, attraendo i clienti col proprio marchio, come avviene generalmente nel mercato  della moda, o per l’aspetto estetico e il design;
- nel far preferire l’impresa, rispetto ad altre, per la maggiore facilità di accesso a fondi pubblici (nazionali e comunitari) e finanziamenti bancari;
- nel creare opportunità di collaborazione che permettono la crescita reciproca (es: accesso alla tecnologia mediante licenze incrociate);
- nella fattibilità del co-branding, ossia di alleanze tra due o più marche, al fine di valorizzare più prodotti contemporaneamente (compreso il territorio);
- nella possibilità di sviluppare nuovi mercati in paesi terzi
- nella possibilità di attrarre capitali di rischio e risultare più appetibili per operazioni di fusione o acquisizione.

Con la proprietà industriale si mira dunque a difendere il patrimonio dei beni immateriali (soluzioni tecniche, segni distintivi e creazioni intellettuali) di cui un’azienda può disporre e che costituisce un asset determinante da coltivare e tutelare, in quanto il valore delle aziende, oggi, è prevalentemente rappresentato da beni intangibili come il marchio, i brevetti, il design.
I diritti di proprietà industriale si ottengono con la brevettazione, la registrazione o negli altri modi previsti dal Codice della proprietà industriale che disciplina l'intera materia.
Le competenze sulla tutela della proprietà industriale in Italia sono attribuite al Ministero dello Sviluppo Economico che le esercita mediante l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) e la rete delle Camere di Commercio. L'UIBM, in particolare, si occupa dell'attività amministrativa di brevettazione e di registrazione e della concessione dei diritti di proprietà industriale ottenibili mediante brevettazione e registrazione.

La rete camerale assicura invece la ricezione delle domande di proprietà industriale e fornisce una serie di servizi di informazione/assistenza alle imprese.
In questo contesto, la Camera di commercio di Treviso-Belluno,  attraverso l'Ufficio Brevetti e Marchi riceve le domande relative a:  

brevetti per invenzione industriale, per modelli di utilità,  per modelli e disegni ornamentali, 

le domande di registrazione dei marchi d'impresa nazionali e internazionali, 

le domande di rinnovo dei marchi, le  traduzioni del testo e delle rivendicazioni del brevetto europeo. 


In aggiunta, l’Ufficio riceve trascrizioni, annotazioni, ricorsi, istanze varie (costituiti da atti che contengono modifiche alle domande originarie) e, ancora: 


1) fornisce le informazioni e l’assistenza necessarie al corretto espletamento delle formalità richieste per presentare le domande e le eventuali modifiche;
2) garantisce (anche per via telematica) l’esame preliminare della documentazione da presentare allo sportello;
3) assicura la tempestiva lavorazione della documentazione pervenuta;
4) aggiorna sulle novità normative e provvede a divulgare le circolari ministeriali;
5) rilascia gli attestati dei titoli di Proprietà industriale concessi dall'U.I.B.M., relativi alle domande antecedenti al mese di maggio 2015;
6) organizza incontri di formazione alle imprese sulla proprietà industriale e la contraffazione, com’è avvenuto lo scorso anno, su input del Ministero.
Gli utenti dello sportello sono costituiti da   imprese, professionisti e privati. Si tratta di soggetti che ricorrono al deposito di un titolo di privativa solo occasionalmente, che non hanno la firma digitale e che normalmente preferiscono il contatto diretto. Coloro che tutelano in modo sistematico la proprietà industriale utilizzano invece il sistema previsto per l’invio telematico delle domande.
L’assistenza viene prevista con diverse modalità: di persona negli orari di ricevimento; attraverso la posta elettronica e grazie al canale telefonico. Le richieste di supporto più frequenti che pervengono da parte degli utenti concernono la compilazione della modulistica per domande nazionali, le ricerche di anteriorità  e le procedure di deposito internazionali. 

Tutti questi servizi “accessori” sono erogati gratuitamente, allo scopo di agevolare l’accesso al sistema di proprietà industriale attraverso una maggiore conoscenza della sua tutela giuridica,  a sostegno dell’innovazione e della capacità competitiva delle imprese locali sul mercato interno e internazionale.

Le imprese che hanno bisogno di difendere la loro progettualità, che puntano su creatività e innovazione, che grazie alla proprietà industriale intendono proteggersi dai contraffattori, distinguersi e valorizzarsi sul mercato nazionale e internazionale, possono contare pertanto sul supporto qualificato della Camera di Commercio di Treviso-Belluno che, attraverso i servizi in materia di tutela della proprietà industriale mira a perseguire l’obiettivo strategico rappresentato dalla “Competitività e sostenibilità del territorio e della comunità delle imprese” attraverso e l’accrescimento della “Competitività del territorio” e la “Qualificazione Aziendale e dei Prodotti”.

« Indietro    Pubblica su: 
OkNotizie Del.icio.us! Google! Facebook! Share
Tag clouds
accesso brevettazione difendere impresa industriale internazionale marchio possibilità territorio tutela marchi Brevetti grazie Ministero proprietà registrazione servizi sistema Ufficio brevetto Commercio domande imprese innovazione nazionali Prodotti
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  A settembre il primo incontro a Milano per delineare le strategie comuni tra i Presidenti camerali per Milano - Cortina 2026
18 luglio 2019
Convegni e corsi
  Impresa, cultura, turismo: strumenti di valorizzazione del Patrimonio Veneto, Martedì 23 luglio a Venezia-Marghera
19 luglio 2019
Sport
  Mountain Bike: i Campionati italiani 2019 saranno a Chies d’Alpago in provincia di Belluno, dal 19 al 21 Luglio
16 luglio 2019
Eventi
  -4 giorni a...
19 luglio 2019
Promozione
  Ad Asolo la sosta è gratis in pausa pranzo. La nuova iniziativa per rivitalizzare il centro storico
18 luglio 2019

Ecco perché è una buona idea

Presenza sul web e social

Per essere trovati e creare nuove occasioni di business

Ottima occasione di promozione

Per essere presentati all’estero in Inglese, russo, giapponese, cinese e spagnolo

Sempre accolti con condivisione

Per essere promossi con il comunicato di benvenuto
Per essere ricordati nei comunicati di aggiornamento