26/04/2019  ore 02:30   
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Interscambio commerciale verso Serbia

12/04/2019 | Economia |  Consuntivo anno 2018 (provv.) e confronto annualità precedenti

Fonte: ufficio stampa Camera di Commercio di Treviso - Belluno



ITALIA – SERBIA

Nel corso del 2018 le esportazioni dell’Italia verso la Serbia, pari a quasi 1,7 miliardi di euro, rappresentano lo 0,4% del totale delle esportazioni italiane. Risultano in crescita sia nel corso del 2018 (+3,9%, + 64 milioni di euro) che nell’anno precedente (+8,4%, +126,8 milioni di euro).

Con riferimento alle importazioni, l’Italia, nel corso del 2018, ha acquistato merci da Serbia, per un valore di poco superiore a 1,8 miliardi di euro che pesa per lo 0,4% dell’import totale italiano; le importazioni risultano poco più che stazionarie rispetto all’anno precedente (+0,4%) e in lieve aumento nel corso del 2017 (+1,4%).

VENETO – SERBIA

Le esportazioni del Veneto verso la Serbia, nel corso del 2018, sono risultate pari a 287,8 milioni di euro e rappresentano lo 0,5% delle esportazioni venete.

I volumi risultano in crescita: +13,9% (+35 milioni di euro) nel corso del 2018 e +8,3% (+19 milioni di euro) nel corso del 2017.

Queste le principali voci merceologiche:

  1. le prime due voci, che rappresentano il 18,6% ciascuna dell’export veneto per un valore di oltre 53 milioni di euro a settore, sono costituite dalla concia e lavorazione pelli e dai macchinari: il primo comparto è cresciuto del +57,5% nel corso del 2018 dopo una lieve flessione nell’anno precedente (-2,7%) mentre per i macchinari la dinamica è lievemente negativa nel corso del 2018 (-1,5%) dopo la crescita del +10% avvenuta nel corso del 2017.
  2. a seguire il settore costituito dai filati e tessuti (33,7 milioni di euro) che pesano per quasi il 12% sulle esportazioni totali del Veneto e che risultano in crescita del +9% nelle ultime due annualità;
  3. in crescita anche il settore della carpenteria metallica (17,9 milioni di euro) e della metallurgia (16,4 milioni), che insieme rappresentano quasi il 12% dell’export veneto: le crescite sono a due cifre sia nel corso del 2018 (rispettivamente +11,9% e +26,1%) che nel 2017 (+24,1% e +13,8%);
  4. i prodotti alimentari (14,9 milioni di euro) pari al 5,2% delle esportazioni venete risultano in aumento del +4,4% dopo una battuta d’arresto avvenuta nel 2017 (-1,3%);
  5. anche gli altri settori con volumi compresi tra 12 e 10 milioni di euro (prodotti chimici, farmaceutici, fibre sintetiche, calzature, carta e stampa e prodotti in gomma o plastica) risultano in crescita sia nel corso del 2018 che del 2017.

Nel 2018 il Veneto ha importato merci dalla Serbia per un valore pari a 318,7 milioni di euro che costituisce lo 0,7% dell’import complessivo regionale, con crescite registrate sia nel corso del 2018 (+9,6%) che dell’anno precedente (+14,4%).

TREVISO-BELLUNO – SERBIA

Nel corso del 2018 le province di Treviso e di Belluno hanno esportato verso la Serbia merci per un valore pari a 63,8 milioni di euro (+12,5% rispetto al 2017) per un peso dello 0,4% del totale export delle due province. Dalla graduatoria delle province italiane il totale dei volumi export delle province di Treviso e di Belluno collocano questo territorio al 6° posto in Italia dopo le province di Milano, Asti, Torino, Mantova e Vicenza.

Con riferimento alle importazioni i volumi risultano pari a 114,3 milioni di euro in aumento del +7,6% rispetto all’anno precedente, quando già si registrava una crescita del +20,2%.

TREVISO – SERBIA

La provincia di Treviso ha esportato verso la Serbia merci per un valore pari a 52,2 milioni di euro nel corso del 2018, lo 0,4% dell’export complessivo provinciale. I volumi risultano in crescita nel corso del 2018 (+12,5%), mentre risultavano in diminuzione l’anno precedente (-4,9%).

Treviso si colloca al 9° posto nella graduatoria delle province italiane per valori esportati verso la Serbia mentre il mercato serbo rappresenta il 43° mercato di sbocco per le esportazioni trevigiane.

Queste le principali voci merceologiche:

  1. i macchinari (8 milioni di euro), al primo posto della graduatoria per valori, che costituiscono il 15,3% dell’export provinciale, in crescita rispetto al 2017 (+12,3%) dopo la flessione subìta tra il 2017 ed il 2016 (-11,9%);
  2. le calzature (7,6 milioni di euro), che rappresentano il 14,6% delle esportazioni trevigiane con volumi in forte aumento dal consuntivo 2018 (+19,7%) dopo l’analoga crescita dell’anno precedente (+21,3%);
  3. al terzo posto il settore della concia e lavorazione pelli (5,6 milioni di euro, pari al 10,8% dell’export complessivo) anch’esso in crescita (+23,2%) dopo la forte contrazione subìta nel corso del 2017 (-52,2%);
  4. da segnalare infine, anche se con volumi minori, le buone performance dei settori filati e tessuti e abbigliamento (entrambi con oltre 4 milioni di euro ciascuno) che hanno fatto registrare considerevoli aumenti nel corso del 2018 (rispettivamente +13,3% e + 11,2%).

Con riferimento alle importazioni si segnala che Treviso, nel 2018, ha importato dalla Serbia merci per quasi 113 milioni di euro (l’1,6% dell’import totale trevigiano), valore in aumento del 12,7% rispetto al 2017 dopo la l’ulteriore crescita registrata l’anno precedente (+20,9%). Nella graduatoria delle province italiane Treviso si colloca al 2° posto per valore delle importazioni dalla Serbia mentre il mercato serbo rappresenta, per Treviso, il 17° mercato di approvvigionamento in termini di valore di merci importate.

Le più importanti voci merceologiche importate sono rappresentate dalle calzature (50,9 milioni di euro) che assorbono oltre il 45% dell’import complessivo e dalla maglieria (38,6 milioni di euro) che occupa il 34% delle importazioni: entrambi i settori risultano in crescita nel corso del 2018 (rispettivamente +12,4% e +13,3%).

BELLUNO – SERBIA

Nel corso del 2018 la provincia di Belluno ha esportato, in Serbia, beni per 11,6 milioni di euro che rappresentano lo 0,3% del totale export bellunese. I volumi risultano in crescita dal confronto con l’anno precedente (+12,7%) dopo la forte contrazione avvenuta nel corso del 2017 (-34,9%).

Belluno si colloca al 36° posto nella graduatoria delle province italiane per valori esportati verso la Serbia mentre il mercato serbo rappresenta il 42° mercato di sbocco per le esportazioni bellunesi. La principale voce merceologica esportata è rappresentata dai macchinari (5,4 milioni di euro) che rappresenta quasi la metà delle esportazioni bellunesi verso la Serbia. Risulta in crescita del +12,1% rispetto al 2017, dopo la forte diminuzione dell’anno precedente (-53,3%).

Al secondo posto l’occhialeria (4,3 milioni di euro) che pesa per quasi il 37% sull’export complessivo, con volumi sostanzialmente stazionari nel corso del 2018 (-0,3%) dopo l’aumento registrato nel corso del 2017 (+6,8%).

Nel 2018 Belluno ha importato merci dalla Serbia per quasi 1,3 milioni di euro con valori in forte diminuzione (-78,6%) dopo la crescita del 2017 (+10,4%). Nella graduatoria delle province italiane Belluno si colloca al 59° posto per valore delle importazioni dalla Serbia ed il mercato serbo rappresenta il 41° mercato di approvvigionamento per la provincia bellunese. Quasi il 60% dei prodotti importati, nel corso del 2018, è rappresentato dalla carpenteria metallica (763 mila euro, +386%) mentre un 38% è costituito dai macchinari (485 mila euro, -91,3%).

Tavole interscambio commerciale Serbia

 

Ufficio Studi e Statistica

Camera di Commercio di Treviso - Belluno

« Indietro    Pubblica su: 
OkNotizie Del.icio.us! Google! Facebook! Share
Tag clouds
2017 2018 approvvigionamento aumento avvenuta bellunese bellunesi Belluno calzature carpenteria colloca Commercio complessivo concia contrazione corso costituito crescita crescite diminuzione esportati esportato esportazioni euro export filati flessione forte graduatoria import importate importato importazioni Italia italiane lavorazione lieve macchinari mercato merceologiche merci metallica mila miliardi pari pelli pesa posto principali prodotti province provincia provinciale Queste rappresenta rappresentano riferimento rispettivamente rispetto risultano sbocco SERBIA serbo settore settori subìta tessuti trevigiane Treviso ufficio valore valori venete Veneto voci volumi
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  A Roma incontro istituzionale. I Vicepresidenti Unioncamere Pozza e Riello incontrano il Ministro Di Maio
19 aprile 2019
Convegni e corsi
  Sicurezza digitale tutto quello che le PMI dovrebbero sapere
12 aprile 2019
Sport
  A Cortina D’Ampezzo si scia fino al 1° Maggio, sul Faloria piste aperte per neve
19 aprile 2019
Eventi
  #PID Digitale: 3 imprese su 5 ancora indietro nelle tecnologie 4.0
19 aprile 2019
Promozione
  Turismo sociale e inclusivo: da Giugno 2019 in Veneto spiagge accessibili, stabilimenti attrezzati per disabili e 50 borse lavoro per persone a rischio esclusione
19 aprile 2019

Ecco perché è una buona idea

Presenza sul web e social

Per essere trovati e creare nuove occasioni di business

Ottima occasione di promozione

Per essere presentati all’estero in Inglese, russo, giapponese, cinese e spagnolo

Sempre accolti con condivisione

Per essere promossi con il comunicato di benvenuto
Per essere ricordati nei comunicati di aggiornamento