CCIC: Si è tenuta la Conferenza introduttiva ibrida La nuova generazione dell’UE e la strada della Croazia verso la ripresa

Facebook: @ccicthgk


Economy - published on 14 June 2021


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/camera_croata.jpg

Fonte Ufficio Stampa Camera di Commercio Italo Croata

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza con fondi dell’UE dovrebbe essere una vera leva per la crescita, la ripresa e la resilienza alle crisi future

Sotto il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Regionale e dei Fondi dell’Unione Europea e con il sostegno del Ministero degli Affari Europei ed Esteri e dell’Ambasciata Italiana a Zagabria, la
Camera di Commercio Italo-Croata e Forca Digital Agency in collaborazione con PwC Croatia ha organizzato la conferenza introduttiva, tenutasi il 25 maggio 2021 presso l’Associazione croata
dei datori di lavoro e con la sponsorizzazione di Zagrebačka banka d.d.

La conferenza ha discusso il Piano nazionale di ripresa e resilienza e l’Unione europea di nuova generazione.

Damir Zorić, direttore generale dell’Associazione croata dei datori di lavoro, ha tenuto un discorso di benvenuto alla conferenza e ha sottolineato:

Sono estremamente lieto che ci siamo riuniti tutti oggi intorno al tema del Piano nazionale di recupero e resilienza, che è molto importante per HUP e al centro degli interessi dei datori di
lavoro negli ultimi mesi. Vogliamo continuare a rimanere un partner costruttivo per il governo della Repubblica di Croazia in questo argomento, al fine di sfruttare al meglio le opportunità della
generazione fornite dal NPOO. Se non creiamo almeno 100.000 posti di lavoro nel prossimo periodo, non daremo alle generazioni future un’opportunità decente di vivere.

Alla discussione introduttiva e alla tavola rotonda hanno partecipato molte personalità di spicco, tra cui Zvonimir Savić, Consigliere del Primo Ministro e Sottosegretari di Stato
Šime Erlić del Ministero dello sviluppo regionale e dei fondi dell’UE e Zdenko Lucić del Ministero degli affari esteri ed europei e Hrvoje Balen,
Vicepresidente di ICT – HUP e coordinatore per NPOO.

Nei prossimi mesi, prevediamo che ci sarà ancora spazio per le correzioni delle NPOO e per consentire il coinvolgimento del settore privato in alcuni programmi di investimento. Riconosciamo gli
sforzi del Governo, che ha negoziato condizioni più favorevoli e una mappa degli aiuti regionali con la Commissione Europea, che ha aperto lo spazio per incoraggiare gli investimenti privati ​​e
l’occupazione sostenibile, e dobbiamo lodare le nuove dinamiche di comunicazione con i Ministeri dell’Economia, Lavoro, turismo e sviluppo regionale – ha sottolineato sig. Balen.

Tutti i presenti concordano che la Repubblica di Croazia sta davvero vivendo un momento storico e che il Piano nazionale di ripresa e resilienza con fondi dell’UE per il prossimo quadro finanziario
pluriennale, dovrebbe essere una vera leva per la crescita, la ripresa e la resilienza alle crisi future.

L’Ambasciatore d’Italia a Zagabria, S.E. Pierfrancesco Sacco e gli imprenditori della Camera di Commercio Italo-Croata hanno espresso le loro opinioni non solo sul Piano Nazionale
di Recupero e Resilienza, ma anche sugli investimenti e sugli ostacoli incontrati da investitori e datori di lavoro. L’Ambasciatore d’Italia a Zagabria, in questa occasione, ha presentato alcune
delle attività che Italia e Croazia stanno portando avanti, rafforzando la cooperazione tra i nostri due Paesi in tutti i campi, e ha sottolineato:

Non credo che siamo pienamente consapevoli delle conseguenze del cambio di paradigma. Ora nessuno pensa che la globalizzazione possa continuare come se nulla fosse accaduto. Ci saranno sforzi
per delocalizzare i flussi commerciali e di investimento. Il sistema italiano di promozione e internazionalizzazione delle imprese in passato guardava molto a mercati lontani, ma ora con crescente
attenzione guarda a mercati e partner molto più vicini all’Italia, soprattutto ai paesi vicini, soprattutto verso la Croazia.

In questa discussione interessante hanno partecipato anche Sig. Alessio Cioni, Vicepresidente della Camera di Commercio Italo-Croata e Deputy CEO di PBZ dd, Hrvoje Dolenec Direttore
per l’analisi macroeconomica e l’analisi di mercato di Zagrebačka banka d.d., e John Gašparac, Presidente del Consiglio di amministrazione di PwC Croazia, che, con la sua vasta conoscenza ed
esperienza, ha dato una speciale recensione all’evento.

I costi operativi, sebbene rimangano un criterio importante, non sono più cruciali. Guardiamo alla produttività, al mercato, alla capacità di riciclaggio nella produzione, in modo da ridurre al
minimo l’impatto sull’ambiente. Sottolineo anche la lentezza della burocrazia e soprattutto dell’ordinamento giuridico, che deve essere agevolato e semplificato soprattutto per le infrastrutture
tecnologiche e nel campo della digitalizzazione – ha detto Alessio Cioni.

Dobbiamo concentrarci su due cose: consentire agli imprenditori di ottenere i fondi per i loro progetti il ​​prima possibile e, con l’aiuto della sinergia del settore pubblico e privato,
raggiungere questo obiettivo. La realizzazione di questo potenziale è per noi un’opportunità storica. Dobbiamo assolutamente stare attenti ai possibili rischi perché altri ne saranno coinvolti
– ha detto John Gašparac.

La conferenza è proseguita con la presentazione delle “Possibilità del piano nazionale di ripresa e resilienza” di Nataša Mihoci, consulente senior per i fondi dell’UE presso PwC Croazia,
che ha presentato uno spaccato di opportunità, settori e potenziali stanziamenti finanziari.

Digitale e Verde, sono due concetti che corrono in tutto il Piano Nazionale di Recupero e Resilienza, e verso i quali essere necessario prestare attenzione nella preparazione del progetto.

Non è mai stato più importante investire in risorse umane, senza di che non potremmo raggiungere i 24,4 miliardi di euro. Pertanto, gli investimenti nelle capacità umane e nella preparazione di
qualità di progetti sono fondamentali per raggiungere l’importo indicato. Preparate subito le vostre idee per i progetti e non dimenticate “digitale” e “verde” – ha detto Nataša Mihoci.

Il discorso di chiusura del convegno è stato tenuto dal Segretario Generale della Camera di Commercio Italo-Croata e moderatore dell’evento, Andrea Perkov, che ha concluso:

La conferenza odierna ha dimostrato che questo è stato un effetto sinergico di un partenariato pubblico-privato con l’obiettivo comune di presentare, influenzare e creare una nuova generazione
di Europa in Croazia attraverso il Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Courses and conferences

Economy

Events

Promo

Senza categoria

Sport