Azienda-Italia: diminuiscono le chiusure ma il saldo resta negativo -15mila imprese nel I°trimestre 2018

17mila società di capitali in più, 24mila imprese individuali in meno


Economia - pubblicata il 23 Aprile 2018


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/unioncamere-nuovo-logo-2018.jpg

Fonte: ufficio stampa
Unioncamere – InfoCamere

MOVIMPRESE

NATALITA’ E MORTALITA’ DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LE CAMERE DI COMMERCIO – I° TRIMESTRE 2018

Roma, 20 aprile 2018 – Meno imprese abbassano le saracinesche, ma rallentano anche le nuove aperture. Chiude in rosso il bilancio dei primi tre mesi di quest’anno – un trimestre che
tradizionalmente registra un segno meno all’anagrafe delle Camere di commercio[1] – con una
perdita di 15.401 imprese. Lo stesso saldo negativo di 12 mesi fa, quando all’appello mancarono 15.905 aziende.

Tra gennaio e marzo 2018 si è registrato un ulteriore rallentamento delle iscrizioni di nuove imprese (2.700 in meno rispetto al primo trimestre dell’anno scorso, pari ad una contrazione del 2,4%)
e la contemporanea diminuzione delle cessazioni (circa 3mila unità in meno rispetto al primo trimestre 2017, pari ad un rallentamento del 2,5%). In conseguenza di queste due dinamiche, lo stock
delle imprese esistenti a fine marzo si è attestato a 6.070.191 unità, di cui 1.315.304 (il 21,7%) artigiane.

E’ questa – in estrema sintesi – la dinamica che emerge dalla lettura dei dati ufficiali sulla natalità e mortalità delle imprese italiane nel I° trimestre 2018, diffusi da
UnioncamereInfoCamere. Tutti i dati sono disponibili online all’indirizzo www.infocamere.it .

Al dato positivo del calo sensibile delle cessazioni (come detto, 3mila in meno rispetto al primo trimestre del 2017), si associa un campanello di allarme sulla vitalità imprenditoriale del
sistema: il dato sulle iscrizioni del primo trimestre del 2018 è infatti il peggiore dei corrispondenti trimestri dell’ultimo decennio, a testimonianza del fatto che – nonostante i segnali di
ripresa dell’economia italiana – le condizioni del mercato continuano a suggerire cautela a chi nutre progetti imprenditoriali.

Dal punto di vista delle forme giuridiche, l’unico contributo positivo al saldo è venuto dalle imprese costituite in forma di società di capitali (+16.626 unità nel trimestre) che fanno registrare
una crescita trimestrale dell’1%, in miglioramento rispetto al 2017 quando ci si fermò allo 0,85%. L’analisi per forma giuridica ribadisce come la crisi continui a farsi sentire soprattutto fra le
imprese individuali e, da qualche periodo con insistenza, fra le società di persone. In particolare, per le prime pesa la forte incidenza delle cessazioni sul totale delle chiusure del trimestre
(il 70,6% di chi ha chiuso i battenti è costituito da imprese individuali) che, unita al contributo limitato alle iscrizioni totali (il 58,9%), basta a spiegare il saldo negativo dell’intero
periodo.

I dati disaggregati in base alle quattro grandi circoscrizioni territoriali, mettono in luce saldi negativi fra iscrizioni e cessazioni per tutte le macroaree, sia per le imprese nel loro complesso
che per le sole imprese artigiane. Esaminando le singole circoscrizioni, il Mezzogiorno fa registrare il migliore risultato del trimestre: “solo” -1.514 imprese, pari a una variazione negativa
dello stock dello 0,07%.

Guardando lo Stivale, quasi tutte le regioni – con l’eccezione di Sicilia (+0,18%), Lazio (+0,16%) e Campania (+0,07%) – evidenziano saldi negativi, con in testa Marche e Valle d’Aosta (-0,64%)
seguite dal Piemonte
(-0,60%). Tra gli artigiani, nessuna regione chiude in positivo e in sette casi ( Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Basilicata, Calabria e Sicilia) si registra un’ulteriore
contrazione rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno.

Tra i settori, i saldi positivi più significativi si registrano nelle attività di noleggio, agenzie di viaggio e servizi alle imprese (+1.326 unità, per una crescita dello 0,7%), nelle attività
professionali, scientifiche e tecniche (mille un’unità nei primi tre mesi del 2018) e nei servizi di informazione e comunicazione (+580). Rispetto al I trimestre 2017, due tra i tre settori
numericamente più consistenti dell’economia evidenziano un’inversione di tendenza, pur continuando a far registrare un segno “meno” davanti al proprio saldo, con perdite dello stock più contenute
rispetto a dodici mesi fa: le costruzioni (-0,61% contro -0,67%) e le attività manifatturiere
(-0,53% contro -0,57%). Il commercio continua invece ad arretrare perdendo quasi mille unità in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso: saldo negativo di 9.648 imprese (-0,57% in termini
relativi), risultato peggiore di quello del 2017, quando il saldo si attestò a -8.766 unità.

Graf. 1 e 2 – Serie storiche delle iscrizioni, delle cessazioni* e dei saldi nel I trimestre di ogni anno

Totale imprese, valori assoluti – Anni 2008-2018

Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese

(*) Al netto delle cancellazioni d’ufficio effettuate nel periodo

Riepilogo dei dai principali

Tab. 1 – Serie storica delle iscrizioni, delle cessazioni e dei relativi tassi di cresscita nel I trimestre di ogni anno

Totale imprese e imprese artigiane – Valori assoluti e percentuali

Totale imprese

ANNO

Iscrizioni

Cessazioni [2]

Saldi

Tasso di

iscrizione

Tasso di

Cessazione

Tasso di
Crescita [3]

2004

125.864

127.627

-1.763

2,13%

2,16%

-0,03%

2005

126.849

119.373

7.476

2,11%

1,99%

0,12%

2006

137.156

137.333

-177

2,26%

2,26%

-0,00%

2007

142.416

156.624

-14.208

2,32%

2,56%

-0,23%

2008

130.629

152.443

-21.814

2,15%

2,51%

-0,36%

2009

118.407

149.113

-30.706

1,94%

2,44%

-0,50%

2010

123.094

139.275

-16.181

2,02%

2,29%

-0,27%

2011

125.271

134.909

-9.638

2,05%

2,21%

-0,16%

2012

120.278

146.368

-26.090

1,97%

2,40%

-0,43%

2013

118.618

149.969

-31.351

1,95%

2,46%

-0,51%

2014

115.374

139.864

-24.490

1,90%

2,31%

-0,40%

2015

114.502

133.187

-18.685

1,90%

2,19%

-0,31%

2016

114.660

127.341

-12.681

1,89%

2,10%

-0,21%

2017

115.930

131.835

-15.905

1,91%

2,17%

-0,26%

2018

113.227

128.628

-15.401

1,86%

2,11%

-0,25%

di cui imprese artigiane

ANNO

Iscrizioni

Cessazioni

Saldi

Tasso di

iscrizione

Tasso di

cessazione

Tasso di
crescita

2004

28.844

38.873

-10.029

2,00%

2,69%

-0,69%

2005

29.728

37.725

-7.997

2,03%

2,58%

-0,55%

2006

32.232

44.232

-12.000

2,18%

3,00%

-0,81%

2007

34.680

46.453

-11.773

2,34%

3,13%

-0,79%

2008

33.042

45.911

-12.869

2,21%

3,07%

-0,86%

2009

31.744

47.308

-15.564

2,12%

3,16%

-1,04%

2010

30.967

44.791

-13.824

2,09%

3,03%

-0,94%

2011

32.550

44.042

-11.492

2,21%

2,99%

-0,78%

2012

32.965

48.191

-15.226

2,26%

3,30%

-1,04%

2013

29.214

50.399

-21.185

2,03%

3,50%

-1,47%

2014

28.308

44.958

-16.650

2,01%

3,19%

-1,18%

2015

28.366

42.940

-14.574

2,05%

3,10%

-1,05%

2016

27.711

40.218

-12.507

2,04%

2,96%

-0,92%

2017

26.954

37.949

-10.995

2,01%

2,83%

-0,82%

2018

26.246

37.190

-10.944

1,98%

2,80%

-0,82%

Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese

(*) Al netto delle cancellazioni d’ufficio effettuate nel periodo


Tab. 2 – Nati-mortalità delle imprese per forme giuridiche – I trimestre 2018

Totale imprese e imprese artigiane

Forme giuridiche

Iscrizioni

Cessazioni

Saldo I trim. 2018

Stock al 31.03.2018

Tasso di crescita I trim. 2018

Tasso di crescita I trim. 2017

Totale imprese

Società di capitali

36.181

19.555

16.626

1.669.128

1,01%

0,85%

Società di persone

7.994

15.481

-7.487

1.006.001

-0,74%

-0,68%

Imprese individuali

66.688

90.873

-24.185

3.183.518

-0,75%

-0,69%

Altre forme

2.364

2.719

-355

211.544

-0,17%

0,00%

TOTALE

113.227

128.628

-15.401

6.070.191

-0,25%

-0,26%

di cui imprese artigiane

Società di capitali

2.865

1.628

1.237

79.038

1,60%

1,26%

Società di persone

1.864

4.346

-2.482

212.858

-1,15%

-1,05%

Imprese individuali

21.440

31.108

-9.668

1.019.274

-0,94%

-0,91%

Altre forme

77

108

-31

4.134

-0,74%

-0,74%

TOTALE

26.246

37.190

-10.944

1.315.304

-0,82%

-0,82%

Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese

Tab. 3 – Nati-mortalità delle imprese per grandi circoscrizioni territoriali – I trimestre 2018

Aree geografiche

VALORI ASSOLUTI

Iscrizioni


di cui artigiane

Cessazioni

di cui artigiane

Saldo

di cui artigiane

Registrate

al 31.03.2018

di cui

artigiane

NORD-OVEST

29.674

9.215

35.673

12.319

-5.999

-3.104

1.564.522

413.523

NORD-EST

21.441

6.667

27.149

8.888

-5.708

-2.221

1.151.053

309.733

CENTRO

24.498

5.213

26.678

7.725

-2.180

-2.512

1.328.609

265.860

SUD E ISOLE

37.614

5.151

39.128

8.258

-1.514

-3.107

2.026.007

326.188

ITALIA

113.227

26.246

128.628

37.190

-15.401

-10.944

6.070.191

1.315.304

Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese


Tab. 4 – Nati-mortalità delle imprese per regioni – I trimestre 2018

Totale imprese

Regioni

Iscrizioni

Cessazioni

Saldo

Stock al

Tasso di crescita

Tasso di crescita



I trim 2018

31 marzo 2018

I trim 2018

I trim 2017

PIEMONTE

8.138

10.767

-2.629

432.743

-0,60%

-0,60%

VALLE D’AOSTA

209

289

-80

12.361

-0,64%

(*)

LOMBARDIA

18.370

20.994

-2.624

957.162

-0,27%

-0,29%

TRENTINO A. A.

2.067

2.259

-192

108.883

-0,18%

-0,29%

VENETO

9.017

11.427

-2.410

485.453

-0,49%

-0,47%

FRIULI V. G.

1.832

2.377

-545

102.505

-0,53%

-0,61%

LIGURIA

2.957

3.623

-666

162.256

-0,41%

-0,44%

EMILIA ROMAGNA

8.525

11.086

-2.561

454.212

-0,56%

-0,58%

TOSCANA

7.914

9.508

-1.594

412.523

-0,38%

-0,28%

UMBRIA

1.490

1.987

-497

94.000

-0,53%

-0,51%

MARCHE

2.793

3.900

-1.107

170.612

-0,64%

-0,67%

LAZIO

12.301

11.283

1.018

651.474

0,16%

0,14%

ABRUZZO

2.922

3.462

-540

147.733

-0,36%

-0,66%

MOLISE

546

717

-171

35.227

-0,48%

-0,73%

CAMPANIA

11.544

11.148

396

586.629

0,07%

-0,07%

PUGLIA

7.473

8.326

-853

379.465

-0,22%

-0,25%

BASILICATA

953

1.270

-317

59.841

-0,53%

-0,02%

CALABRIA

3.216

3.637

-421

185.474

-0,23%

0,07%

SICILIA

8.106

7.257

849

463.044

0,18%

0,05%

SARDEGNA

2.854

3.311

-457

168.594

-0,27%

0,34%

ITALIA

113.227

128.628

-15.401

6.070.191

-0,25%

-0,26%

Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese

(*) Dato non confrontabile.

Tab. 5 – Nati-mortalità delle imprese per regioni – I trimestre 2018

Imprese artigiane

Regioni

Iscrizioni

Cessazioni

Saldo

Stock al

Tasso di crescita

Tasso di crescita



I trim 2018

31 marzo 2018

I trim 2018

I trim 2017

PIEMONTE

2.690

3.568

-878

118.472

-0,73%

-0,83%

VALLE D’AOSTA

93

149

-56

3.613

-1,53%

(*)

LOMBARDIA

5.534

7.364

-1.830

247.589

-0,73%

-0,58%

TRENTINO A. A.

621

694

-73

25.693

-0,28%

-0,41%

VENETO

2.492

3.615

-1.123

127.866

-0,87%

-0,60%

FRIULI V. G.

647

804

-157

28.190

-0,55%

-0,40%

LIGURIA

898

1.238

-340

43.849

-0,77%

-0,83%

EMILIA ROMAGNA

2.907

3.775

-868

127.984

-0,67%

-0,85%

TOSCANA

2.426

3.267

-841

104.692

-0,80%

-0,82%

UMBRIA

324

602

-278

20.739

-1,32%

-1,03%

MARCHE

868

1.263

-395

45.248

-0,86%

-0,88%

LAZIO

1.595

2.593

-998

95.181

-1,04%

-1,14%

ABRUZZO

543

915

-372

30.388

-1,21%

-1,29%

MOLISE

112

164

-52

6.575

-0,78%

-1,45%

CAMPANIA

1.075

1.580

-505

69.088

-0,73%

-0,84%

PUGLIA

1.288

1.944

-656

68.156

-0,95%

-1,09%

BASILICATA

154

313

-159

10.316

-1,52%

-1,04%

CALABRIA

571

922

-351

32.969

-1,05%

-0,84%

SICILIA

812

1.563

-751

73.419

-1,01%

-0,91%

SARDEGNA

596

857

-261

35.277

-0,73%

-1,21%

ITALIA

26.246

37.190

-10.944

1.315.304

-0,82%

-0,82%

Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese

(*) Dato non confrontabile.

Tab. 6 – Stock, saldi e tassi di variazione degli stock rispetto al 31.03.2018

Totale imprese e imprese artigiane nei principali settori

SETTORI DI ATTIVITA’

Stock al

31 marzo 2018

Saldo dello stock

nel I trimestre

Var. %

trimestrale dello stock

Totale imprese

di cui

artigiane

Totale imprese

di cui

artigiane

Totale imprese

di cui

artigiane

Agricoltura, silvicoltura pesca

747.858

9.777

-5.310

-69

-0,70%

-0,70%

Estrazione di minerali da cave e miniere

4.225

650

-21

-16

-0,49%

-2,40%

Attività manifatturiere

566.854

303.672

-3.048

-2.948

-0,53%

-0,96%

Fornitura di energia elettrica, gas, vapore

12.379

80

132

-1

1,08%

-1,23%

Fornitura di acqua; reti fognarie

11.633

2.350

11

-15

0,09%

-0,63%

Costruzioni

830.557

495.857

-5.127

-5.466

-0,61%

-1,09%

Commercio

1.532.420

84.543

-9.648

-637

-0,63%

-0,75%

Trasporto e magazzinaggio

168.652

84.840

-434

-763

-0,26%

-0,89%

Attività dei servizi alloggio e ristorazione

443.808

48.182

-487

-449

-0,11%

-0,92%

Servizi di informazione e comunicazione

135.312

12.624

580

51

0,43%

0,41%

Attività finanziarie e assicurative

124.290

117

-473

1

-0,38%

0,86%

Attività immobiliari

285.942

313

-212

6

-0,07%

1,95%

Attività professionali, scientifiche e tecniche

207.581

24.232

1.003

-56

0,49%

-0,23%

Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese

197.373

52.733

1.326

321

0,68%

0,61%

Amministrazione pubblica e difesa; ass. sociale

158

1

0

0

0,00%

0,00%

Istruzione

30.174

2.240

182

-7

0,61%

-0,31%

Sanità e assistenza sociale

42.220

897

350

4

0,84%

0,45%

Attività artistiche, sportive, di intrattenimento

75.819

5.837

-24

-25

-0,03%

-0,43%

Altre attività di servizi

240.842

185.100

-261

-907

-0,11%

-0,49%

Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese


TOTALE IMPRESE – I trimestre 2018

Iscrizioni, cessazioni, saldi e tassi di crescita trimestrali per province

Graduatoria provinciale per tassi di crescita trimestrali

Iscriz.

Cessaz.

Saldo

Tasso di crescita trimestrale

Iscriz.

Cessaz.

Saldo

Tasso di crescita trimestrale

CATANIA

1.817

1.167

650

0,63%

PRATO

732

869

-137

-0,41%

SIRACUSA

749

638

111

0,29%

COMO

920

1.116

-196

-0,41%

ROMA

9.498

8.125

1.373

0,28%

FOGGIA

1.304

1.605

-301

-0,41%

MESSINA

1.147

1.025

122

0,20%

TRENTO

937

1.150

-213

-0,42%

CASERTA

2.074

1.890

184

0,20%

RIMINI

891

1.059

-168

-0,42%

RAGUSA

512

441

71

0,19%

BOLOGNA

1.662

2.078

-416

-0,43%

LA SPEZIA

470

440

30

0,14%

VARESE

1.303

1.616

-313

-0,44%

ENNA

279

258

21

0,14%

GORIZIA

212

260

-48

-0,46%

NAPOLI

5.408

5.087

321

0,11%

POTENZA

624

803

-179

-0,47%

GROSSETO

546

522

24

0,08%

NOVARA

588

732

-144

-0,47%

PALERMO

1.651

1.612

39

0,04%

MODENA

1.479

1.840

-361

-0,49%

BOLZANO – BOZEN

1.130

1.109

21

0,04%

CAGLIARI

1.108

1.456

-348

-0,50%

BRINDISI

716

707

9

0,02%

FORLI’ – CESENA

746

959

-213

-0,50%

MILANO

7.473

7.383

90

0,02%

UDINE

839

1.093

-254

-0,51%

SALERNO

2.377

2.382

-5

0,00%

VENEZIA

1.473

1.866

-393

-0,51%

NUORO

563

566

-3

-0,01%

RIETI

244

322

-78

-0,51%

SASSARI

989

1.011

-22

-0,04%

CAMPOBASSO

391

529

-138

-0,53%

LUCCA

860

893

-33

-0,08%

CHIETI

851

1.094

-243

-0,54%

VIBO VALENTIA

276

288

-12

-0,09%

FIRENZE

2.016

2.612

-596

-0,54%

REGGIO CALABRIA

809

858

-49

-0,09%

PESARO E URBINO

652

875

-223

-0,55%

TARANTO

917

963

-46

-0,09%

GENOVA

1.405

1.883

-478

-0,56%

AVELLINO

919

963

-44

-0,10%

TORINO

4.346

5.589

-1.243

-0,56%

TRAPANI

779

835

-56

-0,12%

LECCO

504

655

-151

-0,58%

LIVORNO

694

742

-48

-0,15%

MANTOVA

666

902

-236

-0,58%

CALTANISSETTA

434

472

-38

-0,15%

PERUGIA

1.105

1.529

-424

-0,58%

LATINA

1.071

1.166

-95

-0,16%

ORISTANO

194

278

-84

-0,59%

CROTONE

324

354

-30

-0,17%

CUNEO

1.265

1.670

-405

-0,59%

BENEVENTO

766

826

-60

-0,17%

REGGIO EMILIA

1.113

1.440

-327

-0,59%

CATANZARO

628

686

-58

-0,17%

PISTOIA

657

853

-196

-0,60%

AGRIGENTO

738

809

-71

-0,18%

PARMA

812

1.095

-283

-0,61%

BARI

3.009

3.275

-266

-0,18%

MATERA

329

467

-138

-0,63%

VITERBO

660

728

-68

-0,18%

VICENZA

1.292

1.817

-525

-0,63%

FROSINONE

828

942

-114

-0,24%

AOSTA

209

289

-80

-0,64%

MASSA-CARRARA

398

453

-55

-0,24%

VERCELLI

293

398

-105

-0,65%

TERAMO

752

841

-89

-0,25%

LODI

311

421

-110

-0,66%

VERONA

1.990

2.229

-239

-0,25%

PIACENZA

514

709

-195

-0,66%

PADOVA

1.841

2.105

-264

-0,27%

TREVISO

1.718

2.315

-597

-0,67%

PESCARA

767

867

-100

-0,27%

ASTI

429

590

-161

-0,68%

BRESCIA

2.253

2.587

-334

-0,28%

ROVIGO

457

643

-186

-0,68%

TRIESTE

312

361

-49

-0,30%

CREMONA

506

708

-202

-0,69%

SIENA

522

618

-96

-0,33%

RAVENNA

719

998

-279

-0,71%

TERNI

385

458

-73

-0,34%

ANCONA

759

1.089

-330

-0,71%

LECCE

1.527

1.776

-249

-0,34%

MACERATA

591

870

-279

-0,71%

PISA

835

988

-153

-0,35%

PORDENONE

469

663

-194

-0,74%

ISERNIA

155

188

-33

-0,36%

AREZZO

654

958

-304

-0,81%

L’AQUILA

552

660

-108

-0,36%

PAVIA

914

1.298

-384

-0,81%

BERGAMO

1.814

2.158

-344

-0,36%

BIELLA

250

399

-149

-0,83%

ASCOLI PICENO

454

547

-93

-0,37%

FERMO

337

519

-182

-0,86%

IMPERIA

474

572

-98

-0,38%

ALESSANDRIA

732

1.104

-372

-0,86%

VERBANIA

235

285

-50

-0,38%

FERRARA

589

908

-319

-0,90%

MONZA

1.468

1.754

-286

-0,39%

SONDRIO

238

396

-158

-1,05%

SAVONA

608

728

-120

-0,40%

BELLUNO

246

452

-206

-1,30%

COSENZA

1.179

1.451

-272

-0,40%

ITALIA

56.614

64.314

-15.401

-0,25%

Fonte: Unioncamere-InfoCamere, Movimprese


IMPRESE ARTIGIANE- I trimestre 2018

Iscrizioni, cessazioni, saldi e tassi di crescita trimestrali per province

Graduatoria provinciale per tassi di crescita trimestrali

Iscriz.

Cessaz.

Saldo

Tasso di crescita trimestrale

Iscriz.

Cessaz.

Saldo

Tasso di crescita trimestrale

TRIESTE

113

108

5

0,11%

PADOVA

497

712

-215

-0,83%

BOLZANO

367

363

4

0,03%

MILANO

1.676

2.273

-597

-0,84%

SIRACUSA

118

125

-7

-0,12%

PESCARA

143

205

-62

-0,84%

RAGUSA

88

98

-10

-0,16%

MANTOVA

240

342

-102

-0,86%

AVELLINO

83

96

-13

-0,19%

BENEVENTO

63

103

-40

-0,86%

BOLOGNA

599

666

-67

-0,25%

CASERTA

176

269

-93

-0,88%

MONZA E BRIANZA

522

584

-62

-0,28%

NUORO

105

163

-58

-0,90%

IMPERIA

181

202

-21

-0,29%

LODI

97

145

-48

-0,91%

SASSARI

241

282

-41

-0,32%

CAMPOBASSO

74

118

-44

-0,92%

CATANIA

198

264

-66

-0,39%

VARESE

441

640

-199

-0,92%

LA SPEZIA

126

147

-21

-0,40%

SALERNO

261

436

-175

-0,93%

LIVORNO

189

217

-28

-0,40%

VIBO VALENTIA

53

77

-24

-0,94%

ASTI

158

184

-26

-0,42%

VICENZA

358

588

-230

-0,95%

ISERNIA

38

46

-8

-0,43%

ALESSANDRIA

245

352

-107

-0,95%

PRATO

264

317

-53

-0,52%

PISA

224

323

-99

-0,95%

TREVISO

485

615

-130

-0,56%

CREMONA

143

227

-84

-0,97%

CAGLIARI

250

327

-77

-0,57%

GENOVA

406

634

-228

-1,00%

VERONA

587

735

-148

-0,59%

MODENA

480

690

-210

-1,00%

SONDRIO

82

108

-26

-0,59%

MACERATA

197

306

-109

-1,02%

ASCOLI PICENO

119

153

-34

-0,59%

VENEZIA

384

585

-201

-1,06%

FORLI’ – CESENA

236

310

-74

-0,61%

CATANZARO

131

198

-67

-1,06%

PORDENONE

178

223

-45

-0,61%

PISTOIA

224

323

-99

-1,06%

UDINE

299

385

-86

-0,62%

TRAPANI

43

119

-76

-1,10%

TRENTO

254

331

-77

-0,63%

AREZZO

225

337

-112

-1,11%

NOVARA

214

274

-60

-0,63%

MASSA CARRARA

107

168

-61

-1,13%

BERGAMO

749

945

-196

-0,63%

PALERMO

183

352

-169

-1,17%

NAPOLI

492

676

-184

-0,64%

GORIZIA

57

88

-31

-1,17%

CUNEO

441

560

-119

-0,67%

LECCE

317

531

-214

-1,21%

VERCELLI

104

135

-31

-0,67%

FERMO

158

237

-79

-1,21%

COMO

332

438

-106

-0,68%

TERAMO

139

237

-98

-1,23%

BRESCIA

729

963

-234

-0,68%

CHIETI

150

259

-109

-1,28%

LECCO

199

259

-60

-0,68%

COSENZA

173

325

-152

-1,29%

TORINO

1.347

1.768

-421

-0,69%

PERUGIA

261

478

-217

-1,32%

RAVENNA

242

315

-73

-0,69%

TERNI

63

124

-61

-1,33%

REGGIO CALABRIA

166

234

-68

-0,69%

LATINA

144

266

-122

-1,36%

PIACENZA

166

223

-57

-0,70%

FOGGIA

170

298

-128

-1,38%

PESARO E URBINO

222

301

-79

-0,71%

CROTONE

48

88

-40

-1,38%

GROSSETO

136

177

-41

-0,71%

MATERA

60

111

-51

-1,47%

FIRENZE

656

866

-210

-0,72%

FROSINONE

147

278

-131

-1,49%

SIENA

142

190

-48

-0,72%

L’AQUILA

111

214

-103

-1,49%

BRINDISI

146

197

-51

-0,73%

AOSTA

93

149

-56

-1,53%

ROMA

1.224

1.717

-493

-0,73%

BIELLA

102

182

-80

-1,53%

PARMA

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport