Carmelo Dinoto diventa presidente del CNCT del Triveneto: servizi innovativi e cultura digitale strategici per la ripartenza. Guardiamo alla riforma della pubblica amministrazione e al recovery plan

Berton: Pandemia e Transizione 4.0, svolta epocale


Economia - pubblicata il 12 Marzo 2021


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/confindustria_belluno_dolomiti.png

Fonte: ufficio stampa Confindustria Belluno Dolomiti

Belluno 12 marzo 2021 – Carmelo Dinoto, attualmente alla guida della Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Belluno Dolomiti, è stato eletto presidente
triveneto del CNCT
, il Comitato nazionale di coordinamento territoriale, che – all’interno dell’Associazione degli Industriali – si occupa di coordinare sul territorio le iniziative a
sostegno del multiforme settore dei servizi per l’innovazione: un mondo in continua evoluzione che va dalle imprese di software, cloud e servizi energetici a quello del marketing e della
creatività.
Medico e titolare della Sma Service di Belluno – azienda leader nel settore della medicina aziendale – Dinoto rappresenterà centinaia di aziende del Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Si tratta di una nomina strategica in un momento delicatissimo per l’economia e il settore dei servizi in particolare, alle prese con cambiamenti tecnologici radicali e accelerati proprio dalla
pandemia. La stessa rivoluzione 4.0 ha anticipato i tempi – commenta Lorraine Berton,
presidente di Confindustria Belluno Dolomiti -. Sono certa che Dinoto porterà le sue
competenze e la sua energia.
Le aziende dei servizi sono a un punto di svolta e devono ulteriormente accelerare il passo – afferma, dal canto suo, il neopresidente Dinoto -. Parliamo di realtà che supportano
quotidianamente – su tutti i fronti – imprese private ed enti pubblici, accompagnandoli nei processi di ammodernamento e digitalizzazione.
L’urgenza riguarda, in particolare, la Pubblica Amministrazione: Oggi più che mai dobbiamo diffondere una cultura digitale avanzata: la Pa deve semplificare le sue procedure, accelerare i
pagamenti, aumentare la trasparenza nei bandi – sottolinea Dinoto. Anche per questo il confronto tra i servizi innovativi presenti sul territorio e le Istituzioni va intensificato,
individuando strumenti inediti. A Belluno, per esempio, è sorto un Digital Innovation Hub che sta procedendo nella giusta direzione.
Più in generale, il CNCT del Triveneto porrà a livello nazionale l’urgenza di un nuovo contratto collettivo di lavoro per i Servizi che sia più aderente alle realtà del terziario avanzato. I
servizi innovativi possono essere la spina dorsale della ripartenza e avranno un peso specifico nell’attuazione del Recovery Plan. Siamo pronti a mettere a disposizione le nostre competenze –
conclude Dinoto.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport