Cercasi ricercatore per il DIH Belluno Dolomiti – scadenza prevista il 28 ottobre

L’università di Trento ha pubblicato il bando di selezione per laureati magistrali che seguiranno l'evoluzione 4.0 delle imprese bellunesi


Promo - pubblicata il 27 Settembre 2019


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/confindustria_belluno_dolomiti.png

Fonte: ufficio stampa Confindustria Belluno Dolomiti

Belluno, 26 settembre 2019 – Un’occasione concreta per fare ricerca tra le Dolomiti arriva dal Dipartimento di Economia e Management dell’Università degli Studi di Trento
nell’ambito dell’attività del Digital Innovation Hub Belluno Dolomiti.

È stato infatti pubblicato sul sito dell’Ateneo trentino il bando di selezione rivolto a laureati magistrali per il conferimento di un assegno per collaborazione
ad attività di ricerca. Ci sarà un mese di tempo per presentare le candidature. La scadenza è infatti prevista per il 28 ottobre 2019.
L’assegno è di circa 38 mila euro per un’attività dalla durata biennale.

È una grande opportunità per il nostro territorio, oltre a costituire un’occasione di crescita per il ricercatore stesso, afferma Stefano Oliveri, a nome del Tavolo
Tecnico del Digital Innovation Hub. Si tratta di una figura che darà nuova linfa al Dih, facendo da raccordo tra Università e mondo dell’impresa. Il progetto formativo evolverà accanto alle
aziende e agli stimoli che arriveranno da tutti i soggetti che compongono il Dih, istituzionali e privati.

Sarà un ricercatore sul campo, chiamato a studiare il ruolo del Dih come risorsa abilitante la trasformazione in chiave digitale del territorio e a osservare l’evoluzione delle imprese locali
alla luce delle sfide della quarta rivoluzione industriale, spiega Alessandro Rossi, professore e referente dell’Ateneo trentino all’interno del Tavolo istituzionale del Dih.
Lo scopo è di formare una risorsa capace di dialogare con gli imprenditori, i manager e i vari stakeholder impegnati nell’iniziativa Dih.

Responsabile scientifico del progetto di ricerca è il professor Sandro Trento, ordinario di Economia e Gestione delle Imprese, che precisa: Studiare come tali sistemi di
supporto all’innovazione possano aiutare la trasformazione digitale e il trasferimento di competenze negli ecosistemi locali è un tema di ricerca di grande interesse anche per le implicazioni di
politica industriale.

Il nostro obiettivo, riprende Oliveri, è consolidare il ruolo del Digital Innovation Hub quale centro di riferimento e di raccordo tra le aziende bellunesi,
promuovendo quell’ecosistema di innovazione che consentirà ai nostri prodotti di rimanere competitivi sul mercato. E’ uno degli obiettivi che Confindustria Belluno Dolomiti si è data anche
all’interno degli Stati Generali della Montagna. Nella aree montane, infatti, ci sono moltissime pmi di successo che però vanno aiutate a mantenere standard elevati di qualità. Oggi più che mai
competere significa innovare, prosegue Oliveri.

Parte delle attività del ricercatore ruoteranno anche attorno all’animazione del Contamination Lab di Feltre, inaugurato il 6 giugno scorso all’Istituto superiore ITT
Negrelli-Forcellini. È un luogo che stiamo riempiendo di iniziative e che sarà aperto a tutti gli attori della provincia coinvolti nei processi di digitalizzazione. Stiamo studiando degli
eventi rivolti a tutti i target, studenti, imprese, pubbliche amministrazioni, le stesse famiglie, conclude Oliveri.

Per partecipare alla selezione i candidati devono connettersi al link: http://www.unitn.it/apply/inc-ric e compilare la domanda online.
Sul sito, oltre al bando, è consultabile il progetto di ricerca.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport