Coldiretti di Treviso avvia l’operazione pasqua solidale

I pacchi della solidarieta’ Made in Italy anche nella Marca: 7,5 q di cibo per i bisognosi


Economia - pubblicata il 31 Marzo 2021


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/coldiretti_treviso.jpg

Fonte: ufficio stampa Coldiretti Treviso

Al via l’operazione Pasqua Solidale anche per Coldiretti Treviso dopo l’avvio di ieri dal cortile di Palazzo Chigi dell’importante operazione di solidarietà del sistema agroalimentare italiano
presentata al premier Mario Draghi dal Presidente della Coldiretti, Ettore Prandini e dal Segretario Generale della Coldiretti Vincenzo Gesmundo. L’iniziativa promossa da Coldiretti, Filiera Italia
e Campagna Amica con la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese ha visto, infatti, la spedizione del primo carico di aiuti alimentari dal cortile della sede del
governo italiano e residenza del presidente del Consiglio dei Ministri “A sostegno di chi ha più bisogno”. La task force degli agricoltori trevigiani ha già stoccato circa 7,5 quintali di cibo di
qualità made in Italy in 150 pacchi da 50 kg l’uno che saranno distribuiti durante la Settimana Santa ad altrettante famiglie che ne hanno bisogno individuati con la collaborazione dei servizi
sopciali dei comuni, associazioni del terzo settore e parrocchie.
“Ogni famiglia è destinataria di un pacco con prodotti 100% Made in Italy come – spiega Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso – pasta e riso, Parmigiano Reggiano e Grana Padano,
biscotti, sughi, salsa di pomodoro, tonno sott’olio, dolci e colombe pasquali, stinchi, cotechini e prosciutti, carne, latte, panna da cucina, zucchero, olio extra vergine di oliva, legumi e
formaggi fra caciotte e pecorino. Un’operazione che vuole essere un segnale di speranza per il Paese e per tutti coloro che in questi mesi hanno pagato più di altri le conseguenze economiche e
sociali dell’emergenza Covid. Ma anche evidenziare le grandi eccellenze del Paese che hanno contribuito a fare grande il Made in Italy in Italia e all’estero e rappresentano un risorsa determinante
da cui ripartire”.

“Abbiamo voluto dare un segno tangibile della solidarietà della filiera agroalimentare italiana verso le fasce più deboli della popolazione più colpite dalle difficoltà economiche”, ha spiegato il
direttore di Coldiretti Treviso, Antonio ciri sposando le parole del presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che “il nostro obiettivo è far sì che questa esperienza diventi un
impegno strutturale che aggiunge valore etico alla spesa quotidiana degli italiani”.

L’iniziativa di Pasqua è stata resa possibile dalla partecipazione di: Conad, Bonifiche Ferraresi, Philip Morris, Eni, Snam, Intesa San Paolo, Generali, De Cecco, Cattolica Assicurazioni Grana
Padano, Barilla, Enel, Confapi, Fondazione Tim, Inalca, De Rica, Pomì, Casillo Group, Mutti, Monte dei Paschi di Siena, Granarolo, Coprob, Virgilio, Parmigiano Reggiano, Casa Modena, Ismea,
Fondazione Osservatorio Agromafie, Crea.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport