Comelico-Auronzo. Formalizzata candidatura per campionati di sci della Protezione Civile 2020. Bottacin: “momento formativo, oltre che di promozione turistico-sportiva del territorio”


Sport - pubblicata il 23 Gennaio 2019


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/giunta_regionale_veneto.jpg

Fonte: ufficio stampa Giunta Regione Veneto


Su proposta dell’assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin, la Giunta regionale ha approvato la delibera con cui si avvia il percorso per ospitare in Veneto la XVII edizione dei
Campionati Italiani di Sci 2020, aperti ai volontari della Protezione Civile e a tutte le componenti dei vari livelli del Sistema, che vedranno gli atleti impegnati in attività agonistiche e di
squadra legate ai diversi sport invernali.

“In un momento di particolare difficoltà per la montagna bellunese – spiega l’assessore Bottacin – ho ritenuto che questo tipo di manifestazione, che coinvolge quasi un migliaio di atleti spesso
accompagnati dalle rispettive famiglie, possa essere un ottimo volano per continuare a sviluppare e promuovere la cultura di protezione civile ma anche come momento di promozione turistico-sportiva
del territorio”.

L’evento, che si svolgerà tra gennaio e febbraio 2020, sarà infatti occasione anche per un momento formativo specialistico di livello nazionale e un utile momento di confronto e riflessione per
tutte le componenti del Sistema, organizzato dalla Regione in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

“Tra le varie opzioni logistiche – dettaglia Bottacin – abbiamo pensato di coinvolgere i territori di Comelico Superiore, con Padola in testa, e di Auronzo di Cadore, con i suoi impianti e quelli
di Misurina, oltre che per la magnifica cornice montana anche perché hanno le caratteristiche idonee per ospitare le diverse discipline previste dal programma in uno spazio geografico
sufficientemente ravvicinato e con tutte le strutture necessarie già pronte”.

Le discipline previste dovrebbero essere lo slalom gigante per lo sci alpino, una prova di snowboard, il fondo a tecnica libera e anche lo sci alpinismo, ma maggiori dettagli saranno definiti nei
prossimi mesi quando vi sarà una valutazione definitiva delle diverse piste con il coinvolgimento diretto dei due comuni cadorini. Nel programma ci sarà inoltre spazio per i polivalenti, che
potranno partecipare alla combinata (fondo e slalom gigante), e per le squadre, a cui sarà riservata una speciale classifica.

Il primo febbraio Bottacin sarà perciò a Plan De Corones e Brunico, territori ospitanti l’edizione 2019, dove, oltre a intervenire al dibattito su “Esperienze di incontro tra volontariato, scuola e
protezione civile”, riceverà il testimone dall’Alto-Adige per l’edizione dei campionati che si svolgeranno in Veneto il prossimo anno.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport