Comelico: ok al collegamento

La Presidente di Confindustria Belluno Dolomiti, Lorraine Berton: “Si apre una nuova fase, ora bisogna cogliere tutte le opportunità derivanti dalle Olimpiadi. Si porti avanti anche la partita delle infrastrutture”


Economia - pubblicata il 01 Febbraio 2023


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/confindustria_bellunodolomiti.jpg

Fonte: Ufficio stampa Confindustria Belluno Dolomiti

Belluno, 1 febbraio 2023 – “È stata una partita lunga, complicata, per certi versi estenuante, ma la forza di un territorio e la caparbietà di un uomo come Franz Senfter hanno vinto. Si apre
una nuova fase per il Comelico, i suoi abitanti e le sue tante imprese. Ora, oltre a realizzare concretamente il nuovo collegamento, concentriamoci sulle infrastrutture viarie: il futuro di un
comprensorio così importante e delicato va affrontato a 360 gradi”.
A dirlo è Lorraine Berton, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti, dopo che la Soprintendenza al paesaggio di Venezia ha dato il via libera al progetto Stacco, che dovrà unire Padola
con il carosello sciistico di Sesto Pusteria.
“I comeliani non hanno mai mollato, dimostrando pazienza e determinazione, ma soprattutto amore per la loro terra, di cui sono gli unici veri custodi. Lo dico da donna orgogliosamente
originaria del Comelico: questo territorio può dare moltissimo all’intero territorio bellunese e veneto”, rimarca Berton. “Ricordo ancora con emozione il grande corteo del primo giugno
del 2019 tra Candide e Padola per ribadire la ferma volontà del Comelico al collegamento. È stato un sussulto di dignità, un modo per sostenere lo stesso Senfter nel suo grande progetto”.
“Spiace che si debba sempre aspettare così tanto, che la burocrazia – in tutta questa storia – abbia dato il peggio di sé, ma adesso bisogna guardare al futuro, agganciando questo grande
progetto di valorizzazione agli stessi Giochi Olimpici che sono una opportunità per tutte le vallate della nostra provincia”, prosegue Berton.
“Accanto al collegamento tra Comelico e Pusteria vanno portate avanti tutte quelle iniziative volte a consentire a giovani, famiglie, imprese di rimanere sul territorio: infrastrutture viarie
in primis, ma anche misure specifiche per la residenzialità e l’insediamento di nuove imprese, come quelle contenute nel disegno di legge sulla montagna, di cui attendiamo la discussione in
Parlamento”.
“Dobbiamo poi rimanere fiduciosi riguardo alla sentenza del Consiglio di Stato sui vincoli, altra partita fondamentale per il futuro di questa terra che non ha mai abbassato la testa e mai lo
farà”, conclude Berton.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport