Dogane: Contratto sociale. Un cambio culturale per consolidare la collaborazione e promuovere un nuovo rapporto tra Imprese e Pubblica Amministrazione.

Unindustria Treviso e la direzione interregionale delle dogane per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia siglano il contratto sociale per consolidare la collaborazione e promuovere un nuovo rapporto tra imprese e pubblica amministrazione in un territorio leader per le esportazioni.


Economia - pubblicata il 19 Febbraio 2016


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/dogane_unindustria_treviso.jpg

Non si parla solo della firma di un accordo, ma di un processo di cambiamento culturale iniziato già nel 2008 – afferma la presidente di Unindustria Treviso Maria Cristina Piovesana.

Parlo di cambiamento culturale perché è importante capire il valore del ritardo di un giorno, di una settimana che può subire la merce e lavorare insieme alle istituzioni per migliorare i flussi e
divenire più competitivi sul mercato. In qualità di Unindustria, abbiamo il compito di portare all’interno delle imprese questo colloquio profittevole.

Il Prefetto di Treviso, Laura Lega ha sottolineato che quello che spesso accade è che la PA creda che le imprese vogliano evitare i controlli ragionando in senso repressivo, di contro
l’impresa intende la PA come un peso burocratico, senza intendere che la burocrazia è un sistema di garanzia per il mercato. Con questo contratto sociale vogliamo far comprendere che i due mondi
possono interagire. Noi andiamo verso un sistema Paese partecipato e non di distinzione tra PA e privato,
dalla condivisione può nascere un modo di fare sistema molto efficace.

Unindustria Treviso e la Direzione Interregionale delle Dogane per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia hanno firmato lo scorso 18 febbraio 2016, un documento denominato “Contratto sociale”, al
fine di realizzare iniziative congiunte per intensificare il dialogo ed il confronto, tra sistema imprenditoriale ed Amministrazione doganale, su temi di comune interesse quali gli istituti, la
prassi e gli adempimenti previsti dalla normativa in materia doganale e di accise.

La firma é avvenuta a Palazzo Giacomel1i tra Maurizio Montemagno, Direttore Interregionale delle Dogane per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, e la Presidente di Unindustria Treviso,
Maria Cristina Piovesana. E’ intervenuta anche il Prefetto di Treviso, Laura Lega.

Si tratta di un’intesa particolarmente importante per un sistema imprenditoriale come quello trevigiano, per DNA aperto alle
relazioni internazionali. Nel 2015 le esportazioni sono stimate attorno ai 12 miliardi di euro e il saldo attivo import – export oltre i 4 miliardi.

Treviso nel terzo trimestre 2015 è la quinta provincia in Italia per contributo positivo allo sviluppo delle esportazioni nazionali.

Unindustria Treviso e 1’Amministrazione doganale, ai fini di un’ottimale gestione del flusso degli scambi commerciali con 1’estero, avevano già siglato un primo accordo nel 2008 per rispondere alle
esigenze delle aziende del territorio per porre in essere incontri mirati sulle dinamiche operative, riscontrate di volta in volta come rilevanti.

Una collaborazione che ha prodotto in questi anni a momenti di confronto su argomenti particolarmente complessi quali: il valore in dogana, le royalty, l’origine e il Made in.

Sono stati inoltre organizzati convegni su tematiche attinenti alle accise ed alle procedure doganali, con interventi di funzionari doganali in qualità di relatori;

Vi sono state partecipazione a tavoli tecnici dedicati agli operatori doganali ed alle imprese del territorio.

Inoltre grazie a questa collaborazione tra l’agenzia delle Dogane e dei Monopoli, di Unindustria Treviso e dell’Università Ca’ Foscari, si svolge da alcuni anni a Treviso anche un Master in
Commercio, Fiscalità e Arbitrato Intenzionale, che fornisce utili strumenti di analisi e di gestione operativa del commercio con 1’estero, attraverso l’apprendimento delle tecniche giuridiche,
della fiscalità internazionale e della tecnica doganale.

La collaborazione con la Direzione Interregionale delle Dogane per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia è un esempio consolidato
e virtuoso di relazione tra le imprese e un importante organismo della Pubblica Amministrazione – dichiara Maria Cristina Piovesana -. Con i suoi rappresentanti abbiamo condiviso
momenti di dialogo e di ascolto con l’obiettivo di risolvere, quando possibile, i problemi delle aziende e rispondere alle loro esigenze. Consideriamo questa collaborazione di grande rilievo anche
come esempio virtuoso di come auspichiamo possa diventare la collaborazione con tutte le Amministrazioni Pubbliche nel territorio. Abbiamo dedicato a questo tema 1’Assemblea e il 2016 sarà l’anno
in cui questa volontà di lavorare insieme e di lavorare meglio inizierà a concretizzarsi con progetti mirati per ciascuna Amministrazione. Per questo abbiamo scelto, d’accordo con l’Agenzia
delle Dogane e dei Monopoli, di definire il documento sottoscritto come Contratto sociale. Un cambio di passo che, ci auguriamo, possa essere solo il primo di una lunga serie di passi verso un
migliore rapporto tra imprese e Pubblica Amministrazione, finalmente Alleati per competere”.

“L’informazione mirata e continua come anche l’organizzazione di momenti di approfondimento e di confronto sugli istituti, la prassi e gli adempimenti previsti dalla normativa in materia doganale
e di accise sono da considerare strumenti preziosi ed utili per supportare la crescita delle aziende, presenti sul territorio, in un sistema di scambi economici, come quello attuale, caratterizzato
da continue innovazioni e che sempre più richiede una capacità competitiva da esprimere a livello globale.

Un operatore costantemente informato è un operatore attento agli adempimenti, conosce le potenzialità degli istituti doganali ed è in grado di applicare le semplificazioni operative previste dalle
disposizioni comunitarie, nella gestione delle operazioni di import/export. In sintesi si parla di importanti possibilità di risparmio per l’impresa che diventa così più competitiva sul
mercato.

Oggi viene ribadita proprio quella volontà, già espressa nel 2008, di porre in essere iniziative congiunte che, nel pieno rispetto delle proprie competenze ed attribuzioni, possono in modo concreto
rendere sempre più diretto il dialogo tra il mondo imprenditoriale e l’Amministrazione doganale”, dichiara Maurizio Montemagno, Direttore Interregionale delle Dogane per il Veneto e il
Friuli Venezia Giulia. Inoltre si augura che con questo accordo si riesca a fare di più, meglio e più velocemente, dal momento che gli istituti doganali sono molti .

Infatti, precisa a fine conferenza stampa, la dirigente ai Servizi Fisco e Dogane di Unindustria Treviso, gli enti preposti sono 67. La dogana viene vista solo come dogana tributaria, mentre un
regime doganale può aiutare le aziende ad attuare decisivi risparmi fiscali.

Consulta il testo del Contratto Sociale

L’accordo ha validità fino al 31 dicembre 2018.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport