Festival “Le vie della bellezza”. Un percorso ricco di emozioni, a partire da sabato 18 maggio fino a domenica 2 giugno

In arrivo la terza edizione del Festival “Le vie della bellezza”: dal 18 maggio al 2 giugno un percorso itinerante tra arte e natura.


Eventi - pubblicata il 16 Maggio 2024


https://www.trevisobellunosystem.com/wp-content/uploads/2024/05/PHOTO-2024-05-14-14-15-30.jpg

Fonte: ufficio stampa Festival Le vie della bellezza

Dopo il successo dello scorso anno, è in arrivo la terza edizione del Festival “Le vie della bellezza”, un appuntamento “tra arte e natura” frutto della collaborazione tra Pro loco e Comune di Cavaso del Tomba, l’amministrazione di Possagno, l’Associazione Arte e Natura, The Music Country House, il Coro Valcavasia, il Comitato San Martino e l’Associazione Salvatica.
Quest’anno il tema cardine del festival è “La bellezza della Natura e del paesaggio”, a conferma dell’obiettivo che è il fiore all’occhiello della manifestazione, ovvero la volontà di coniugare tra loro la promozione dell’offerta turistica e culturale del territorio con appuntamenti di intrattenimento, la valorizzazione delle risorse locali e delle eccellenze a 360 gradi con la creazione di una rete collaborativa sempre più ampia, composta da istituzioni pubbliche, soggetti privati, associazioni, artisti e creativi.

Uno spazio di riflessione e, allo stesso tempo, un festival diffuso, inserito all’interno della programmazione annuale del Tavolo tecnico Cultura del MAB.
L’iniziativa gode dei patrocini dei Comuni di Monfumo, Possagno e Pieve del Grappa, della Pro loco di Cavaso del Tomba, della provincia di Treviso e della Regione Veneto, assieme alle associazioni di categoria Confcommercio Treviso (delegazione di Asolo), Coldiretti Asolo, Confartigianato Asolo, CNA Asolo, Strada del vino Asolo-Montello, oltre alla Fondazione Tempio Canoviano, Welcome BLUE (un progetto di accoglienza per persone con autismo), IPA Terre di
Asolo e Monte Grappa, Riserva della Biosfera Asolo Monte Grappa e Fondazione Marca Treviso.

Tutti uniti a una serie di sponsor e collaborazioni con privati.
La storia del festival inizia nel 2022, da un’idea del Comune e della Pro loco di Cavaso del Tomba, con l’obiettivo di creare un autentico “Museo all’aperto” tra i colli asolani, un viaggio itinerante tra i piccoli borghi locali di Costalunga, Bocca di Serra e Castelcies.

Un percorso conoscitivo in grado di condurre il pubblico e lo spettatore (sia esso un residente o un turista) alla riscoperta di aspetti inediti di arte, cultura, musica, paesaggio ed enogastronomia.
La manifestazione ha visto in questi anni una crescita all’interno della sua offerta: se l’anno scorso c’è stata un’espansione territoriale degli appuntamenti fino al Comune di Possagno, nota patria del Canova, quest’anno il “raggio d’azione” si amplia ulteriormente, coinvolgendo anche i territori di Monfumo e Pieve del Grappa in questa offerta di eventi.
Due gli obiettivi alla base del festival: da un lato valorizzare il patrimonio storico-culturale e paesaggistico-enogastronomico della Valcavasia, dall’altro quello di contribuire a progetti del territorio stesso. A tal proposito, l’anno scorso sono stati donati 2 mila euro per la ristrutturazione (attualmente in corso) della suggestiva chiesetta di San Martino a Castelcies.

Un percorso di valorizzazione che quest’anno intende proseguire con la raccolta dei fondi utili a sistemare la cartellonistica disseminata tra i luoghi e le opere d’arte che compongono il territorio comunale di Cavaso del Tomba, per una migliore fruizione da parte dei turisti e dei residenti.

Un festival che stimola il senso di appartenenza delle persone al territorio locale, per una riscoperta dei gioielli inestimabili che lo caratterizzano. Vari i punti toccati da questo festival itinerante: a Cavaso del Tomba si passerà per l’auditorium comunale, la chiesa di San Martino a Castelcies, The Music Country House, il Molino della Serra; a Possagno immancabile la tappa al Tempio Canoviano, mentre a Monfumo porte aperte alla Tenuta Amadio; a Pieve del Grappa si entrerà nel giardino vegetazionale Astego di Veneto Agricoltura.

“Quest’anno ci sono varie novità – il commento di Renato Zanini, presidente di Arte e natura – Oltre all’incontro con due storiche dell’arte, previsto per sabato 18 maggio, la domenica avremo la prima edizione di ‘Leggendo par i Colmei’, dove il pubblico avrà l’opportunità di incontrare una serie di scrittori. L’iniziativa rientra all’interno di un percorso dedicato ai cinque sensi: tra questi, anche il gusto, con degustazioni di prodotti tipici appositamente selezionati, come erbe aromatiche, formaggio morlacco, ‘mele antiche’, vino e olio di Maser, gelato fatto in casa”.

“Vogliamo far conoscere il territorio – è la premessa fatta da Fernando Sartor di The Music Country House – Pensiamo che la cultura sia di tutti e vogliamo condividere questo festival con la Pedemontana, per far conoscere i territori in maniera diversa, con artisti di prim’ordine. Ringrazio gli sponsor che, con la loro sensibilità, sono parte attiva del festival”.

“Da diversi anni si parlava di fare questa iniziativa – ha spiegato Floriano Sartor, presidente del Comitato San Martino – Una bella manifestazione per dare lustro al nostro territorio: un percorso  tra fede e natura, che conduce verso posti importanti dal punto di vista paesaggistico, dove ci sono tante storie da raccontare”.

Vedi programma

Video promozionale della manifestazione: https://we.tl/t-10P1VoIf5R

Un percorso ricco di emozioni, a partire da sabato 18 maggio fino a domenica 2 giugno: di

seguito il programma del Festival.
Primo weekend 18-19 maggio 2024
ARTE E NATURA
– Sabato 18 maggio 2024 – ore 21
Auditorium “Francesco Sartor”, piazza Pieve a Cavaso del Tomba (TV)
Incontro con:
Elena Pontiggia, Storica dell’arte contemporanea dell’Accademia di belle arti di Brera, di Milano.
“Gli artisti trevigiani dei primi anni del ‘900: Arturo Martini e Gino Rossi”.
Presentazione di Elisa Prete, Storica dell’arte contemporanea.
– Domenica 19 maggio 2024 – dalle ore 9 alle 19
Lungo il percorso di Arte e Natura nel Borgo di Costalunga a Cavaso del Tomba (TV), potrete:
➢ ammirare
❖ le 36 opere del Museo all’Aperto, sculture, affreschi, dipinti;
❖ lo splendido paesaggio dei Colli Asolani e del Massiccio del Monte Grappa, tra il Piave
ed il Brenta;
➢ incontrare:
❖ i Pittori, gli Scultori, e gli Artigiani d’arte che ispirati dalla bellezza dei luoghi,
lavoreranno in estemporanea;
❖ gli Scrittori, per la 1° Edizione di “LEGGENDO par i Colmei”, con i loro libri e le storie da
raccontare;
➢ toccare
❖ con le vostre mani potrete creare gli oggetti in maiolica durante il laboratorio aperto ai
bambini e non solo, organizzato dall’Associazione Culturale Sbittarte di Nove (VI);
➢ ascoltare
❖ i Musicisti di strada vi allieteranno lungo il percorso con brani inediti ed esclusivi;
➢ gustare (dalle 11,30 alle 18,30):
❖ le eccellenze enogastronomiche proposte da Slow Food Alto Brenta e Muson e i produttori locali dal Bellunese, appositamente selezionati
❖ le specialità di Street Berti e Locanda Agordina
❖ la birra artigianale prodotta dai “Soci dea Birra” dei Castelli di Monfumo

Secondo weekend 24-26 maggio 2024
– Venerdì 24 maggio 2024 – ore 20.30
Parco della Musica di The Music Country House – Castelcies
Presentazione del libro “La tormenta di San Giovanni” e incontro con l’autore Loris Giuriatti con accompagnamento musicale del M.o Antonio Camponogara al pianoforte.
In caso di maltempo l’evento si terrà alla Sala Assembleare del Comune di Cavaso del Tomba
– Sabato 25 maggio 2024 – ore 20.30
Auditorium comunale a Cavaso del Tomba – piazza Pieve

Proiezione del Film “Custodi” del regista Marco Rossitti
Premio speciale Dolomiti Unesco al Trento Film Festival 2023
Tavola rotonda sul Paesaggio e Mab Unesco come drivers di sviluppo locale
– Marco Rossitti regista documentarista e docente di Cinema, fotografia e televisione
all’Università di Udine
– Federico Caner – assessore al Turismo della Regione Veneto
– Annalisa Rampin – presidente IPA Asolo Monte Grappa
– Daniele Ferrazza – giornalista
– Giulia Casagrande – presidente Fondazione Marca Treviso
– Mario Libralato – referente del Tavolo Cultura Mab Unesco Asolo Montegrappa
Moderatrice: Rossana Santolin – giornalista de “La Tribuna di Treviso”
A seguire: degustazione vini della Cantina Amadio di Monfumo (TV)
– Domenica 26 maggio 2024 – ore 10.00
Passeggiata tra la flora e la fauna della Valcavasia e visita guidata al Maglio della Serra con gli esperti naturalistici Sergio Ballestrin e Anastasia Sebellin
Partenza dal Centro Veneto Formaggi
In caso di maltempo la passeggiata sarà annullata
– ore 11
Concerto di Musica classica con il “Quartetto musicale barocco” diretto dal Maestro Piero Toso per gli ospiti della Casa di riposo Prealpina
– ore 17
Chiesetta di San Martino – Castelcies Cavaso del Tomba (TV)
Concerto di Musica classica con il “Quartetto musicale barocco” diretto dal Maestro Piero
Toso Violino solista dei Solisti Veneti e dell’Orchestra di Padova e del Veneto – condurrà
l’ensemble di musicisti in un viaggio di emozioni.
Solista: Chiara Mario – flauto. Esecutori: Piero Toso e Serena Bicego – violini, Alberto
Salomon – viola, Fernando Sartor – violoncello, Giacomo Aduso – cembalo. Musiche di Bach, Mozart e Händel.
Terzo weekend 31 maggio – 2 giugno 2024
– Venerdì 31 maggio 2024 – ore 21
Tenuta Amadio a Monfumo (TV)
Concerto “Le 4 stagioni” di Vivaldi con la “Asolo Chamber Orchestra” diretta dal
Maestro Walter Favero – violino solista Francesco Comisso e Vikram Francesco Sedona
Al termine degustazione vino Prosecco dei Colli Asolani
– Sabato 1° giugno 2024 – ore 17
Giardino Vegetazionale Astego a Pieve del Grappa (TV)
Visita guidata al giardino a cura dell’Associazione Salvatica
Concerto itinerante del Coro Endimione, diretto dal Maestro Stefano Barzan

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al link: www.salvatica.it/iscrizione-eventi/
Per informazioni consultare e contattare www.salvatica.it – info@salvatica.it
In caso di maltempo l’evento sarà annullato

– Domenica 2 giugno 2024 – ore 10
Passeggiata guidata tra il Medio Evo e i luoghi del Canova con Floriano Sartor, Sergio Ballestrin e Anastasia Sebellin
Partenza dal Centro Veneto Formaggi
In caso di maltempo la passeggiata sarà annullata

– ore 21
Tempio Canoviano a Possagno (TV)
Concerto “Marco Polo 700 – La Musica ai confini del Mondo”
Concerto lirico-sinfonico dell’Orchestra Sinfonica del Veneto diretta dal M.o Marco Titotto, con la partecipazione del Tenore Cristian Ricci – presenta Federica Morello
L’Orchestra Sinfonica del Veneto è un organismo musicale sinfonico costituito sotto gli auspici della Regione del Veneto per la valorizzazione e l’inserimento dei giovani musicisti nel mondo artistico professionale.
L’Orchestra Sinfonica del Veneto ha ottenuto il riconoscimento del Ministero della Cultura per il progetto speciale “Marco Polo 700 – La Musica ai confini del Mondo”. Si tratta di un’esperienza musicale coinvolgente ispirata a Marco Polo, pioniere di viaggi avventurosi, che hanno ampliato la conoscenza verso nuovi paesaggi e culture.
La formazione è composta da giovani di età compresa tra i 18 e i 27 anni, affiancati da musicisti di chiara fama nella funzione di “tutor”, allo scopo di trasmettere ogni preziosa esperienza tecnica e musicale ai più giovani.

Prerogativa principale dell’Orchestra Sinfonica del Veneto è quella di coinvolgere Enti ed Istituzioni per la costituzione di una piattaforma culturale qualitativamente competitiva a livello globale dove talento, merito e inclusione siano le direttrici guida di una nuova missione progettuale, per un nuovo e vivace metodo di fare e di promuovere la musica.
Musiche di Morricone, Salieri, Ponchielli, Verdi, Puccini, Ferrari, Meyerbeer e Offenbach.
In caso di maltempo l’evento sarà annullato

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport