Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano

Incentivo rivolto alle imprese dei settori ristorazione, pasticceria e gelateria, con l'obiettivo di valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano. Domande dall'1 marzo al 30 aprile 2024.


Economia - pubblicata il 04 Marzo 2024


https://www.trevisobellunosystem.com/wp-content/uploads/2024/02/logo-invitalia.png

Fonte: ufficio stampa Invitalia

Il “Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano” è l’incentivo rivolto alle imprese dei settori ristorazione, pasticceria e gelateria, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano.

Il Fondo prevede due sezioni:

  • Giovani diplomati, per finanziare i contratti di apprendistato tra le imprese e i giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera
  • Macchinari e beni strumentali, per finanziare l’acquisto di macchinari professionali e di altri beni strumentali durevoli

Destinatari:
Sono ammesse:

  • imprese operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.11 (Ristorazione con somministrazione) regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni, oppure che abbiano acquistato – nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del Decreto Ministeriale 21 ottobre 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo
  • imprese operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.30 (Gelaterie e pasticcerie) e dal codice ATECO 10.71.20 (Produzione di pasticceria fresca) regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o, in alternativa, che abbiano acquistato – nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del Decreto Ministeriale 21 ottobre 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo

 Vai al sito di Invitalia

BANDO:

Sezione 1 – GIOVANI DIPLOMATI

Imprese ammesse

  • imprese operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.11 (Ristorazione con somministrazione) regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni, oppure che abbiano acquistato – nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del Decreto Ministeriale 21 ottobre 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo
  • imprese operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.30 (Gelaterie e pasticcerie) e dal codice ATECO 10.71.20 (Produzione di pasticceria fresca) regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o, in alternativa, che abbiano acquistato – nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del Decreto Ministeriale 21 ottobre 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo

Agevolazioni riconosciute

Ciascuna impresa può ottenere un contributo a fondo perduto non superiore a 30.000 euro, fino a coprire il 70% delle spese totali ammissibili relative alla remunerazione lorda per l’inserimento, con contratto di apprendistato, di uno o più giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera.

I contratti di apprendistato devono avere una durata minima di un anno e massima di tre anni e devono essere stipulati, a pena di decadenza dalle agevolazioni, dopo la data di pubblicazione del D.M. 21 ottobre 2022 e non oltre 60 giorni dalla data di pubblicazione del decreto di concessione delle agevolazioni.

I giovani diplomati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • diploma di istruzione secondaria superiore conseguito da non oltre cinque anni presso un Istituto professionale di Stato per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (IPSEOA)
  • non aver compiuto, alla data di sottoscrizione del contratto di apprendistato, i 30 anni di età

Non sono ammesse le spese sostenute prima della presentazione della domanda di contributo.

Presentazione delle domande

La domanda può essere presentata dalle 10.00 del 1° marzo alle 10.00 del 30 aprile 2024.

A partire dalle 10.00 del 23 febbraio 2024 è possibile procedere con la registrazione dell’impresa richiedente le agevolazioni e scegliere un eventuale delegato, accedendo alla sezione Anagrafica e deleghe del portale di Invitalia, Ente gestore dell’agevolazione.

Riferimenti e modulistica

Alla pagina dedicata nel sito di Invitalia è possibile consultare la normativa completa, nonché scaricare i facsimili della modulistica


Sezione 2 – MACCHINARI E BENI STRUMENTALI

Imprese ammesse

  • Imprese operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.11 (Ristorazione con somministrazione) regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 annioppure che abbiano acquistato – nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del Decreto Ministeriale 4 luglio 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo
  • imprese operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.30 (Gelaterie e pasticcerie) e dal codice ATECO 10.71.20 (Produzione di pasticceria fresca) regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o, alternativamente, che abbiano acquistato – nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del Decreto Ministeriale 4 luglio 2022 – prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo

Agevolazioni riconosciute

Ciascuna impresa può ottenere un contributo a fondo perduto non superiore a 30.000 euro fino a coprire massimo il 70% delle spese totali ammissibili riferite all’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa.

I beni strumentali devono essere:

  • nuovi di fabbrica, organici e funzionali
  • acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’impresa beneficiaria
  • mantenuti nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo

Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda, interamente sostenute e pagate entro 8 mesi dalla data di concessione delle agevolazioni.

Presentazione delle domande

La domanda può essere presentata dalle 10.00 del 1° marzo alle 10.00 del 30 aprile 2024.

A partire dalle 10.00 del 23 febbraio 2024 è possibile procedere con la registrazione dell’impresa richiedente le agevolazioni e scegliere un eventuale delegato, accedendo alla sezione Anagrafica e deleghe del portale di Invitalia, Ente gestore dell’agevolazione.

Riferimenti e modulistica

Alla pagina dedicata nel sito di Invitalia è possibile consultare la normativa completa, nonché scaricare i facsimili della modulistica


Per ogni ulteriore informazione:
E’ attivo il numero verde gratuito: 800775397 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00).

È possibile chiedere informazioni via mail accedendo all’Area riservata del sito di Invitalia oppure via PEC all’indirizzo eccellenzegastronomiche@postacert.invitalia.it, specificando nell’oggetto “Giovani diplomati” oppure “Macchinari e beni strumentali”

 

 

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport