GRUPPO EUROSYSTEM SISTEMARCA SRL

INTERVISTA A GIAN NELLO PICCOLI [HARDWARE] [SOFTWARE] [ WEB COMMUNICATION]


Economia - pubblicata il 27 Maggio 2014


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/gian-nello-piccoli,-ad-grup.jpg

Intervista a Gian Nello Piccoli, Amministratore Delegato Gruppo Eurosystem Sistemarca Srl

1/Buongiorno…ci può raccontare di cosa si occupa la sua azienda?

Il Gruppo Eurosystem Sistemarca Srl da oltre 30 anni sviluppa soluzioni di Information Technology per rendere più efficiente il business delle aziende. Il Gruppo nasce a Treviso dalla
progressiva unione di 4 realtà con una storia e un Know how specifico e oggi offre una consulenza a tutto tondo sui sistemi informativi aziendali, che spazia da progetti di revisione basati
sul software ERP (Enterprise Resource Planning) di produzione propria a soluzioni per l’ottimizzazione dell’infrastruttura informatica a servizi di assistenza tecnico-sistemistica.

Abbiamo una squadra di circa 90 collaboratori con competenze altamente specializzate e operiamo in stretto contatto con i maggiori produttori internazionali di tecnologie.

Fanno parte del Gruppo le società Eurosystem Srl, Sistemarca Srl, Ekipment Srl, con sede a Treviso, e CSI Srl, con sede a Bergamo.

A guidare tutta l’azienda sono i valori come l’innovazione, l’eccellenza tecnologica, la credibilità e la trasparenza, che cerchiamo di perseguire sempre e in ogni progetto cliente. Il nostro
obiettivo è, infatti, accompagnare le imprese nei loro processi di cambiamento e crescita, supportandole nel raggiungimento di maggiore efficienza ed efficacia di business attraverso l’innovazione
tecnologica.

2/Come collaborate con le imprese dei settori tradizionali del trevigiano?

La nostra storia, unita alla conoscenza del territorio e alla capillare distribuzione della rete commerciale aziendale in tutto il Nord Italia – fino a toccare l’area dell’Emilia Romagna, – ci ha
permesso di entrare profondamente in contatto con le principali realtà imprenditoriali del Triveneto, in particolare con il settore manifatturiero.

Mobilifici, aziende che lavorano a commessa o per progetti, produttori e noleggiatori di macchinari, torrefazioni, aziende vinicole: a tutte queste realtà il Gruppo Eurosystem Sistemarca offre
strategie e progetti per ottimizzare, informatizzare, automatizzare i processi organizzativi e in particolare quello produttivo.

Oltre a soluzioni tecnologiche per la protezione dei dati aziendali, la sicurezza informatica, il miglioramento delle performance dei sistemi informatici.

Il tessuto imprenditoriale del Nord Italia, come quello nazionale, è costituito soprattutto da piccole e medie imprese caratterizzate da versatilità e continui cambiamenti e il nostro compito è
quello di soddisfare queste particolarità nell’ottica di massimizzare il vantaggio competitivo delle imprese nel proprio settore.

In alcuni casi, nei progetti di implementazione del software gestionale proprietario, capita che il cliente finale manifesti delle esigenze che vengono riconosciute per avere un carattere
di universalità tale da incidere nell’evoluzione del nostro prodotto standard.

La nostra storia aziendale non può prescindere dal legame con le imprese del territorio e viceversa, si tratta di una collaborazione proficua che va avanti ormai da decenni.

3/Ci racconta una best practice, un incontro fruttuoso tra digitalizzazione e manifatturiero trevigiano?

Qualche anno fa siamo stati chiamati da una nota azienda di design del territorio locale specializzata nell’arredo live con quasi 200 dipendenti e centinaia di negozi in Italia e nel mondo.
Si trattava di una realtà che aveva vissuto negli ultimi anni una tale crescita da decidere di aprirsi al mercato globale, un’operazione che molto spesso induce a rivalutare i sistemi
precedentemente adottati e ad evolverli.

La società, infatti, ci ha chiesto un progetto di rinnovo del proprio sistema informativo finalizzato ad introdurre una gestione innovativa dei processi aziendali e che fosse in linea con la
filosofia aziendale, improntata alla semplicità e alla condivisone di idee, spazi, lavori.

Il progetto di cambiamento del sistema informativo ha interessato l’azienda in modo trasversale e coinvolto tutte le aree, dal reparto commerciale all’ufficio acquisti alla pianificazione della
produzione.

Tutti i flussi aziendali sono stati analizzati alla luce di una metodologia di BPM (Business Process Management) al fine di individuare un modello organizzativo per ottimizzare le attività e
ridurre operazioni e costi inutili. L’obiettivo principale, semplificare i flussi di lavoro e l’operatività giornaliera degli utenti è stato risolto realizzando un portale web per la ricerca,
l’inserimento e la condivisione delle informazioni, profilato per ruolo utente e integrato al sistema gestionale Freeway®
Skyline. Il portale ha
funzionato come ambiente di lavoro unico dal quale accedere alle informazioni di interesse e gestire le attività dei singoli reparti: dalla generazione di ordini di acquisto ai fornitori a quella
di ordini di conto lavoro verso terzisti per l’ufficio acquisti; al rilascio degli ordini di produzione sulla base di analisi di magazzino, verifiche e avanzamenti dei dati per il pianificatore
della produzione; alla visualizzazione di tutti i dettagli delle righe ordine cliente per il reparto commerciale. Questo ha permesso di strutturare e pianificare sia i processi interni sia le fasi
esterne all’azienda.

L’integrazione con un modulo di archiviazione documentale centralizzata ha fatto sì che fosse migliorato non solo il lavoro dei vari uffici ma anche quello dei reparti produttivi della fabbrica e
che fasi di lavoro inizialmente del tutto manuali e veicolate in formato cartaceo fossero informatizzate, integrate al gestionale e rese monitorabili attraverso il portale web.

Un incontro, quello tra digitalizzazione e manifatturiero avvenuto con questo progetto, che ha permesso all’azienda di aumentare l’efficienza produttiva e facilitare il lavoro delle risorse
interne, supportando nel contempo quella logica di confronto e partecipazione che rappresentava la caratteristica distintiva del cliente.

4/Quanto importanti sono i rapporti di fiducia con il cliente per divenire consulenti del processo produttivo di un’azienda?

Le aziende che richiedono la nostra consulenza solitamente partono da necessità di ampliamento, potenziamento ed efficientamento dei propri sistemi informativi e mettono in conto di doversi
confrontare con un partner tecnologico, tuttavia si ritrovano più spesso con un consulente organizzativo e strategico che ha la necessità di comprendere in profondità come funziona
l’organizzazione, i suoi principali processi e le necessità di supporto informatico.

L’introduzione di un software ERP all’interno di un’impresa ha, infatti, un impatto organizzativo prima ancora che tecnologico e infrastrutturale e per questo il consulente a cui viene affidato il
progetto necessita della piena fiducia del proprio cliente.

Ma la fiducia è un processo che si costruisce nel tempo e soprattutto quando si incontra una nuova azienda cliente, essa dipende strettamente da quanto la società di Information Technology
dimostrerà di essere solida, strutturata, competente nel suo campo e soprattutto trasparente.

5/Quali suggerimenti potete dare alle imprese che intendono fare innovazione, intendendo per innovazione “rompere un processo precedentemente
costituito, realizzare qualcosa di conosciuto, ma producendolo in modo nuovo.

Per prima cosa le aziende che hanno intenzione di evolversi internamente e rivisitare uno o più processi dovrebbero esplicitare le problematiche ed esigenze di partenza, individuando le criticità o
le distorsioni all’origine, le possibili azioni di revisione e dunque di cambiamento di quel processo.

La mancanza di una chiara visione dei requisiti di partenza e degli obiettivi da raggiungere può, infatti, indurre l’azienda a scelte non vincenti.

A questo proposito il supporto di una società di Information Technology può essere fondamentale per accompagnare l’azienda nella direzione giusta e aiutarla a costruire una nuova
struttura logica dei propri processi
, e dunque ad innovare.

Occorre, infine, che l’azienda cliente creda fortemente nel cambiamento e nell’innovazione come strategie per lo sviluppo e la crescita.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport