Il futuro della logistica in montagna – La sezione trasporti entra al Catullo di Belluno per tre giorni di orientamento – Utilizzato anche un simulatore di guida di ultima generazione

Da Canal presidente sezione trasporti “Iniziativa necessaria per garantire un futuro sostenibile alle nostre aziende. Dobbiamo creare una nuova consapevolezza sulle opportunità del comparto”


Economia - pubblicata il 27 Febbraio 2024


https://www.trevisobellunosystem.com/wp-content/uploads/2023/05/Confindustria_Belluno_Dolomiti.png

Fonte: ufficio stampa Confindustria Belluno Dolomiti

Belluno, 26 febbraio 2024 – Tre giorni di lezioni, pratiche e teoriche, dedicate al mondo dei trasporti e della logistica: è senza precedenti l’iniziativa che la Sezione Trasporti di Confindustria Belluno Dolomiti ha organizzato all’Istituto Catullo del capoluogo, coinvolgendo circa cinquanta tra studentesse e studenti delle tre classi dell’indirizzo Logistica Import – Export. Il ciclo di orientamento e formazione si è svolto tra giovedì e sabato scorsi con docenti specializzati, professionisti, imprenditori.

Abbiamo dato ai ragazzi tutti gli strumenti per conoscere appieno il nostro settore. Dobbiamo creare una nuova consapevolezza sulle tante opportunità presenti nelle aziende bellunesi, che restano un’eccellenza a livello nazionale e internazionale – afferma Christian Da Canal, presidente della Sezione Solo coinvolgendo attivamente i nostri giovani possiamo garantire lo sviluppo di un comparto strategico, che rappresenta la spina dorsale del manifatturiero provinciale e, più in generale, del Made in Italy. Per questo, è imprescindibile entrare nelle scuole e dialogare con docenti, studenti, famiglie. Anche per questo ringrazio la dirigenza del Catullo per averci aperto le sue porte.

Nei tre giorni di attività, sono state illustrate le figure professionali operanti nel settore, il ruolo dei conducenti-autisti, l’utilizzo delle nuove tecnologie e di “Golia”, la piattaforma dedicata all’organizzazione e alla gestione del trasporto su strada.
Un focus è stato dedicato ai temi della mobilità sostenibile, al “mobility manager” e all’evoluzione del trasporto intermodale. L’ultimo giorno invece è stato incentrato interamente sulla guida sicura e sull’ecodrive, con le studentesse e gli studenti che si sono cimentati in prove pratiche grazie all’ausilio di un simulatore di guida di ultimissima generazione, fatto arrivare appositamente a Belluno. Non sono mancati inoltre momenti di confronto con gli imprenditori.

Sono stati tre giorni intensi ma entusiasmanti, durante i quali i partecipanti hanno dimostrato curiosità e interesse. Questo significa che ai nostri giovani dobbiamo parlare di opportunità, ascoltandoli e trasmettere fiducia – prosegue Da Canal.

Le nuove tecnologie hanno cambiato il nostro settore, che è alle prese anche con una transizione green complessa ma che richiede, a sua volta, nuove competenze. Siamo un comparto in continuo movimento, l’ideale per chi vuole mettersi alla prova. Per questo, continueremo con una massiccia opera di orientamento nelle scuole – la conclusione di Da Canal.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport