Il sistema Impresa Treviso – Belluno in occasione di Arredamont. Il presidente Pozza incontra il presidente Giorgio Balzan.

Per Treviso la filiera del legno-arredo, specializzata nel mobile moderno, ma con al suo interno importanti traiettorie di diversificazione, si articola in oltre 2.500 insediamenti produttivi, nei quali trovano impiego oltre 20.000 addetti.


Economia - pubblicata il 21 Ottobre 2016


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/pozza-_balzan_arredamont.jpg

La Camera di Commercio di Treviso e Belluno guarda con interesse agli eventi fieristici di Longarone fiere e in particolare, oggi, ad Arredamont in cui i due sistemi imprenditoriali di Treviso e
Belluno si incontrano.

Su 182 espositori diretti e 238 marchi aziendali rappresentati: 48 sono le imprese di Belluno e 54 di Treviso.
Un’ottima vetrina per presentare i prodotti nel complemento dell’arredo e nell’arredamento di montagna che non è più di nicchia, ma entra in tutte le case con i suoi profili caldi e
minimalisti.

Arredamont è un evento contenitore di 17.000 mq, strutturato e organizzato per l’accoglienza dei clienti e la promozione delle imprese, ma soprattutto, per la dimensione delle nostre aziende, è
una fiera molto specializzata che aiuta gli espositori a conquistare una nuova tipologia di clienti, a farsi individuare tra i propri competitor, a lanciare un nuovo prodotto.
Abbiamo invitato qui, nella sede della Camera di Commercio di Treviso-Belluno il Presidente di Longarone Fiere dott. Giorgio Balzan, nella visione d’insieme dell’attività d’impresa delle due
provincie – afferma Mario Pozza presidente CCIAA Treviso – Belluno.
Il mio punto di vista lo sapete è il sistema impresa e ogni evento è per me una buona occasione per sostenere le nostre imprese per migliorare il sistema competitivo in vista, soprattutto nel
territorio di Belluno, dei mondiali di sci di Cortina 2021 e dei mondiali di Mountain bike 2018.

Importanti occasioni per i nostri distretti dello Sportsystem con 938 imprese, per quasi 8.500 addetti con un fatturato complessivo di si aggira attorno ai 2 miliardi di
euro
e il distretto della bicicletta che conta 200 imprese, con un totale di 1.800 addetti che crea un indotto di 600 milioni di euro . E così il settore
alberghiero ed extralberghiero.

Ma veniamo ai dati del settore legno-arredo – continua Pozza – : al 30 settembre 2016 Belluno conta 535 insediamenti produttivi attivi (di cui 444
sedi d’ impresa).
L’attività è diffusa capillarmente in tutta la provincia con una particolare concentrazione nel comune di Cortina d’Ampezzo (60) e nelle aree cadorine e comelicese . Non
mancano comunque importanti presenze anche in Val Belluna, da Feltre a Ponte nelle Alpi. Uno sguardo alla configurazione giuridica evidenzia che il 62% delle sedi è riferibile all’impresa
individuale, mentre quasi un terzo alle società di persone, più marginale invece la percentuale delle società di capitale. Gli addetti alle unità locali sono 1.434, con un’importante
incidenza, oltre che a Cortina, a Sedico e a Belluno.

Per Treviso la filiera del legno-arredo, specializzata nel mobile moderno, ma con al suo interno importanti traiettorie di diversificazione, si articola in oltre 2.500
insediamenti produttivi, nei quali trovano impiego oltre 20.000 addetti.
All’interno di questa filiera uno dei segmenti più interessati dall’arredo di montagna è quello della carpenteria in legno e falegnameria per l’edilizia: che consta di
629 insediamenti, nei quali trovano impiego 2.110 addetti.

Questo segmento genera un valore della produzione prossimo ai 170 milioni di euro nel 2015 (stabile nell’ultimo triennio): anche in questo caso si tratta di una stima in difetto, calcolata sui
bilanci depositati dalle società di capitali.
Questa conferenza stampa – conclude Pozza – vuole dunque essere un ulteriore strumento per sostenere le nostre imprese impegnate in questa particolare congiuntura economica e al
contempo impegnate a creare nuovi prodotti e servizi e a promuovere le proprie attività come in questo caso in occasione di Arredamont.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport