Incontro tra il Governatore Luca Zaia e il Presidente della Camera di Commercio di Treviso-Belluno e Vicepresidente di Unioncamere Mario Pozza.

Collaborazione fattiva per il territorio


Eventi - pubblicata il 18 Luglio 2017


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/presidente_zaia_e_presidente_pozza.jpg

Il Governatore Luca Zaia ha incontrato oggi, il Presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno e Vicepresidente di Unioncamere nazionale Mario
Pozza
.

Nel cordiale colloquio il Presidente Zaia e il Presidente Pozza hanno affrontato i principali temi dell’attualità regionale e di Treviso e Belluno. In particolare il recente decreto della riforma
delle Camere di Commercio, l’accesso al credito per le PMI e i temi del sostegno alla crescita in questo particolare momento di uscita dal tunnel dalla crisi economica.
Il presidente Pozza ha illustrato il decreto della riforma camerale che entrerà a regime ad agosto 2017 portando le Camere di Commercio da 100 ad essere 60 a livello nazionale.

Per quanto riguarda il Veneto – ha sottolineato Pozza – in realtà la riforma è già stata attuata anticipando i tempi, considerato che la Camera di Commercio di Venezia e Rovigo Delta Lagunare e la
Camera di Commercio di Treviso-Belluno sono attive da più di un anno.
Il Presidente Pozza ha espresso caloroso ringraziamento al Presidente Zaia per la proficua collaborazione con la Regione nelle nuove progettualità strategiche per l’economia regionale, in ambito di
turismo, di orientamento al lavoro e di digitalizzazione delle imprese.
I due Presidenti si sono augurati che la collaborazione continui fattiva, per l’apporto che ne può derivare all’economia veneta che è di assoluto rilievo nel panorama nazionale.
La Comunità economica si aspetta una ripresa della stagione degli investimenti strutturali ed uno slancio maggiore nella semplificazione della Pubblica Amministrazione.

Al fine di raggiungere questo obiettivo, il presidente Pozza ha espresso grande sintonia sul fatto che la Regione debba avere gli strumenti per poter negoziare con il Governo maggiori competenze e
soprattutto maggiori ne devono restare nel territorio del Veneto.
I due Presidenti hanno convenuto che una delle leve strategiche per l’economia del territorio sia l’accessibilità al credito da parte delle PMI, ricreando un clima di fiducia.
La Camera di Commercio ha assicurato ogni apporto possibile, in base alle proprie competenze, in questo cruciale e determinante ambito.

Il raggiungimento di questi obiettivi costituisce la base per una rinnovata capacità delle Camere di commercio riformate di partecipare fattivamente al cambiamento, proponendosi un programma di
lavoro intenso e collaborativo con la Regione Veneto, volto al bene dell’economia delle imprese e dei cittadini.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport