Interscambio commerciale Treviso – Belluno verso Israele

Consuntivo anno 2018 (provv.) e confronto annualità precedenti


Economia - pubblicata il 11 Aprile 2019


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/camera-commecio-treviso-belluno-dolomiti-bellezza-impresa.jpg

Fonte: ufficio stampa Camera di Commercio di Treviso – Belluno



ITALIA – ISRAELE

Nel corso del 2018 le esportazioni dell’Italia verso Israele, pari poco più di 2,5 miliardi di euro, rappresentano lo 0,5% del totale delle esportazioni italiane. Risultano in
diminuzione nel 2018 (-3,4%), mentre erano in crescita l’anno precedente (+3,9%, +97,3 milioni di euro in valori assoluti).

Con riferimento alle importazioni, l’Italia, nel corso del 2018, ha acquistato merci da Israele, per un valore di poco inferiore ai 796 milioni di euro che rappresenta lo 0,2%
dell’import totale italiano; anche le importazioni sono in calo rispetto all’anno precedente (-3%), ma ad un tasso inferiore a quello registrato nel 2017 (-9,2%).

VENETO – ISRAELE

Le esportazioni del Veneto verso Israele, nel corso del 2018, sono risultate pari a quasi 447,6 milioni di euro e rappresentano lo 0,7% delle esportazioni venete.

I volumi risultano pressoché stazionari nell’anno 2018 (+0,5%), ma erano in crescita nel corso del 2017 (+5,8%).

Queste le principali voci merceologiche:

per il Veneto la prima voce esportata verso Israele è rappresentata dai macchinari industriali (112,4 milioni di euro) che pesa per un quarto del totale export e risulta in crescita
del +15,6% rispetto al 2017, un tasso cinque volte superiore a quello dell’anno precedente (+3,1%);

la seconda voce merceologica è rappresentata dall’occhialeria (33,7 milioni di euro), con un peso pari al 7,5% ed un valore che risulta in forte contrazione rispetto al 2017 (-19,4%)
mentre cresceva l’anno precedente (+2,1%);

al terzo posto i gioielli (30,4 milioni di euro), che assorbono quasi il 7% delle esportazioni totali, e crescono rispetto al 2017 del +4,6%, dopo la forte flessione avvenuta nel corso
dell’anno precedente (-15,5%);

al quarto posto i mobili, anch’essi con una quota sul totale prossima al 7% pari a 30,1 milioni di euro, in crescita del +8,7% sul 2017.

Nel 2018 il Veneto ha importato merci da Israele per un valore pari a quasi 120 milioni di euro che costituisce lo 0,2% dell’import complessivo regionale, poco più che stazionario
nel 2018 (+1,1%) rispetto al lieve aumento del 2017 (+2,3%).

TREVISO-BELLUNO – ISRAELE

Nel corso del 2018 le province di Treviso e di Belluno hanno esportato verso Israele merci per un valore pari a 147,8 milioni di euro (+5,9% rispetto al 2017) per un peso del 0,8%
del totale export delle due province. Dalla graduatoria delle province italiane il totale dei volumi export delle province di Treviso e di Belluno collocano questo territorio al secondo posto in
Italia dopo la provincia di Milano.

Con riferimento alle importazioni i volumi superano di poco i 19 milioni di euro in aumento a due cifre rispetto all’anno precedente (+29,4%), quando si registrava una contrazione
del -60,9%.

TREVISO – ISRAELE

La provincia di Treviso ha esportato verso Israele 115,8 milioni di euro nel corso del 2018, quasi l’1% dell’export complessivo provinciale. I volumi risultano in crescita sia nel
corso del 2018 (+15,9%), che nell’anno precedente (+4,4%).

Treviso si colloca al 3° posto nella graduatoria delle province italiane per valori esportati verso Israele mentre il mercato israeliano rappresenta il 26° mercato di sbocco per le esportazioni
trevigiane.

Queste le principali voci merceologiche:

i macchinari (29 milioni di euro), al primo posto della graduatoria per valori, che costituiscono il 25% dell’export provinciale, in forte crescita rispetto al 2017 (+37,2%) dopo la
flessione subìta tra il 2017 ed il 2016 (-12,7%);

i mobili (19,4 milioni di euro), che rappresentano il 16,8% delle esportazioni trevigiane con volumi in aumento dal consuntivo 2018 (+9,8%) dopo l’analoga crescita dell’anno precedente
(+9,4%);

al terzo posto, con volumi pressoché simili, gli elettrodomestici (10,7 milioni di euro) ed i prodotti alimentari (10,4 milioni); entrambi i settori sono cresciuti a due cifre
nel corso del 2018 (rispettivamente +37,5% e +13,8%) dopo le contrazioni dell’anno precedente;

da segnalare infine, anche se con volumi minori, le forti crescite del settore legno (6,1 milioni) che cresce a due cifre sia nel corso del 2018 (+29,4%) che del 2017 (+69,6%)
mentre il settore dei prodotti chimici, farmaceutici e delle fibre sintetiche (quasi 9 milioni) accusano una flessione del -17,3% dopo la crescita del +71,9% dell’anno precedente.

Con riferimento alle importazioni si segnala che Treviso, nel 2018, ha importato da Israele merci per 17,9 milioni di euro (solo lo 0,3% dell’import totale trevigiano), valore
tuttavia che è cresciuto del +26% rispetto al 2017 dopo la forte flessione registrata l’anno precedente (-60,9%). Nella graduatoria delle province italiane Treviso si colloca al 13° posto per
valore delle importazioni da Israele mentre il mercato israeliano rappresenta, per Treviso, il 44° mercato di approvvigionamento in termini di valore di merci importate.

La prima voce merceologica è costituita dai prodotti in gomma e plastica (6,4 milioni di euro) che assorbono quasi il 36% dell’import complessivo. A seguire i prodotti chimici,
farmaceutici, fibre sintetiche (2,9 milioni) e l’elettronica, app. medicali e di misuraz. (2,5 milioni) che tuttavia risultano in perdita nel corso del 2018 (rispettivamente -10,5% e
-43,1%).

BELLUNO – ISRAELE

Nel corso del 2018 Belluno ha esportato, in Israele, beni per quasi 32 milioni di euro che rappresentano lo 0,8% del totale export bellunese. I volumi risultano in flessione sia
dal confronto con l’anno precedente (-19,3%) che da quanto avvenuto nel corso del 2017 (-2,4%).

Belluno si colloca al 26° posto nella graduatoria delle province italiane per valori esportati verso Israele mentre il mercato israeliano rappresenta il 24° mercato di sbocco per le esportazioni
bellunesi. La principale voce merceologica esportata è rappresentata dall’occhialeria (26 milioni di euro) che rappresenta da sola l’81,5%% delle esportazioni bellunesi verso Israele.
Risulta tuttavia in flessione del -24,6% rispetto al 2017, dopo la lieve diminuzione dell’anno precedente (-1,4%).

Al secondo posto i macchinari (2,7 milioni di euro) che pesano per l’8,6% sull’export complessivo, con volumi in forte crescita sull’anno precedente (+50,3%) dopo la flessione subìta nel
corso del 2017 (-24,4%).

Nel 2018 Belluno ha importato merci da Israele per un valore pari a quasi 1,2 milioni di euro con valori più che raddoppiati rispetto all’anno precedente (+116,3%) dopo la
flessione riscontrata nel corso del 2017 (-62,3%). Nella graduatoria delle province italiane Belluno si colloca al 60° posto per valore delle importazioni da Israele ed il mercato israeliano
rappresenta, similmente a Treviso, il 43° mercato di approvvigionamento per la provincia bellunese. Quasi un terzo dei prodotti importati, nel corso del 2018, è rappresentato dai prodotti
chimici, farmaceutici, fibre sintetiche (376 mila di euro, +60,6%).

Tavole Interscambio commerciale verso Israele

Ufficio Studi e Statistica

Camera di Commercio di Treviso – Belluno

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport