Iscrizione all’Unesco delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene: l’incontro tecnico dell’ATS per la pianificazione operativa

Delineati i passaggi propedeutici alla realizzazione di un percorso di protezione e promozione del territorio


Promo - pubblicata il 29 Luglio 2019


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/giunta_regionale_veneto.jpg

Fonte: ufficio stampa Giunta Regione Veneto

Continua il percorso di pianificazione operativa indirizzato alla gestione del Patrimonio dell’Umanità delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, ufficialmente iscritte
nella lista Unesco.

Il secondo incontro post-assegnazione ha avuto luogo stamane a Pieve di Soligo (TV), alla presenza della Regione Veneto, del Consiglio Direttivo dell’Associazione Temporanea di Scopo (composta da
Provincia di Treviso, Camera di Commercio di Treviso – Belluno e Dolomiti, Consorzio di Tutela del vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, I.P.A. Terre Alte della Marca Trevigiana),
del coordinatore scientifico della candidatura prof. Amerigo Restucci, del coordinatore del gruppo di lavoro e delle attività prof. Leopoldo Saccon e dei componenti del gruppo tecnico di lavoro.

Le considerevoli opportunità e ricadute positive che questo riconoscimento porterà sul territorio richiedono una pianificazione puntuale delle attività e un coordinamento serrato che, su richiesta
dai partecipanti al tavolo, sarà affidato alla Regione Veneto. Con l’ampia disponibilità di supporto garantita dai rappresentanti dell’I.P.A., l’ente territoriale procederà guiderà il piano di
lavoro che già prevede il coinvolgimento degli enti pubblici e stakeholder, voce dei 29 Comuni coinvolti.

Nel work in progress sono stati delineati i passaggi propedeutici alla realizzazione di un percorso di protezione e promozione del sito, secondo le linee delineate dal Dossier e dalle
raccomandazioni del parere ICOMOS.

Nello specifico, è prevista la redazione del disciplinare tecnico entro il prossimo 24 di ottobre, al fine di fornire ai Comuni le linee guida per approvare una variante di adeguamento
urbanistico, uniformando in questo modo gli strumenti di pianificazione e i regolamenti edilizi ai valori sanciti dall’Unesco; la realizzazione di un piano di comunicazione integrata,
comprendente le linee guida per il corretto utilizzo del logo, l’organizzazione di eventi promozionali e celebrativi, oltre ad attività di divulgazione di vario genere; la predisposizione di un
piano di promozione turistica e formativa, destinata agli operatori sparsi nelle Colline, con l’ideazione di itinerari tematici e del concetto di accoglienza diffusa; la definizione di una
disciplina specifica relativa alla tutela del paesaggio, nonché una catalogazione analitica delle strutture esistenti che possono essere recuperate ovvero di quelle a obbligo di demolizione;
parallelamente, si sta procedendo alla realizzazione del piano di gestione.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport