La Camera di Commercio sottoscrive un nuovo accordo di collaborazione con Cà Foscari. Rilanciata l’iniziativa tirocini per tutto il triennio 2020-2022.

Puntiamo ad attivarne altri 30 tirocini: fortemente appetibili per i giovani come per le aziende.


Eventi - pubblicata il 14 Ottobre 2020


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/conferenza-stampa-tirocini.jpg

Fonte: ufficio stampa presidenza della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti

Partono in queste settimane i tirocini per diplomati e laureati per facilitare l’inserimento dei giovani nelle imprese delle due province di Treviso e Belluno.

Tra il 2018 e il 2019 siamo riusciti ad attivare 19 tirocini. Degli 11 tirocini conclusi prima di Covid, 7 si sono tradotti in assunzioni, informa il Presidente Pozza.
Questo alto tasso di conversione dei tirocini ci ha fatto capire che possiamo generare dei percorsi virtuosi di inserimento occupazionale, continua Pozza. A maggior
ragione nel periodo attuale: nel quale i forti cambiamenti in atto rendono necessario per le aziende aprirsi a nuove competenze. Un primo progetto rilancia l’iniziativa di promozione dei
tirocini per neo-laureati, sviluppata assieme. Non abbiamo esitato a sottoscrivere un nuovo accordo di collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Rilanciamo l’iniziativa per
tutto il triennio 2020-2022. Puntiamo ad attivarne altri 30 tirocini: fortemente appetibili per i giovani come per le aziende.

Qual è l’apporto economico della Camera di Commercio?

Per ogni tirocinio completato, la Camera di Commercio di Treviso – Belluno mette una borsa di studio di 4.000 euro ad esclusivo beneficio del tirocinante. Sommato al compenso
minimo previsto dalla normativa regionale a carico dell’azienda, vuol dire che il neo-laureato può portarsi a casa qualcosa come 1.000-1100 euro di stipendio mensile, nei
6 mesi previsti.

E’ una leva di attrattività verso i talenti che offriamo alle aziende. Per la Camera di Commercio si tratta di un investimento complessivo di 140.000 euro, che crediamo ben
spesi, incluse le attività di monitoraggio supportate dalle metodologie del Ca’ Foscari Competency Centre, evidenzia il Presidente.

Non solo tirocini per i laureati, la Camera di Commercio, infatti, ha voluto includere in un ulteriore progetto anche i diplomati e i qualificati. Che in realtà è stato associato ad un
target più ampio di giovani inoccupati, in età compresa fra i 18 e i 25 anni
Per questo progetto la collaborazione è con la compartecipata camerale la t2i: che non solo è soggetto accreditato ai servizi per il lavoro. Ma che ha pluridecennale esperienza nella
progettazione e gestione degli stage.

Come per il placement universitario, il progetto ha di fatto due target:

I giovani: che non solo verranno accompagnati a fare tirocini, ma che usufruiranno di attività di orientamento al lavoro

Le aziende, con particolare attenzione alle più piccole, dove maggiore è avvertito il bisogno di un ricambio delle risorse umane, ma dove serve usare bene lo strumento del
tirocinio per farsi conoscere.

L’investimento che facciamo su questo fronte, evidenzia Pozza, è di ulteriori 100.000 euro per attivare almeno 40-45 tirocini entro il 2021. Sempre verso le PMI di
Treviso e Belluno.
Anche in questo caso è prevista una borsa: di 700 euro al mese per il tirocinante, per tirocini di 6 mesi.

Previste anche una serie di facilitazioni per le imprese, in quegli aspetti che spesso, per una piccola impresa, sono elementi di dissuasione per un tirocinio: costi INAIL, costi
amministrativi… Tramite t2i forniamo al riguardo un pacchetto completo. Come dire: concentrati sul giovane, agli aspetti collaterali ci pensiamo noi…
Sempre alta resterà l’asticella dei contenuti: il tirocinio deve essere esperienza formativa e di orientamento. Sono previsti al riguardo monitoraggi e visite aziendali.
Verrà istituita anche una cabina di regia con le associazioni: perché insieme vorremmo identificare quei settori dove maggiore c’è la necessità di riavvicinare i giovani a determinati mestieri, che
rischiano di essere introvabili.

Le imprese interessate ad aderire all’iniziativa sono quindi invitate a compilare la scheda adesione per dettagliare gli obiettivi del tirocinio.

La scheda, da trasmettere al seguente indirizzo mail (statistica@tb.camcom.it) è funzionale ad una prima pre-selezione
delle proposte di tirocinio. L’attivazione vera e propria del tirocinio sarà gestita e supportata dal Career Service dell’Università.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport