Mostre Aspettando l’Adunata: sabato 29 aprile si inaugura “Con la penna nera dal Piave alla Moldava. A seguire le altre 10 esposizioni

Presidente del CEDOS Sergio Tazzer ,storici Paolo Pozzato e Lamberto Ferranti. Nell'occasione verrà presentato il Quaderno CEDOS n.8, edito da Kellermann.


Eventi - pubblicata il 26 Aprile 2017


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/adunata_alpini.jpg

Fonte: Ufficio stampa Adunata del Piave


Il CEDOS, Centro di documentazione storica sulla Grande Guerra, di S. Polo di Piave, assieme al Centro Studi del Piave e grazie all’ospitalità della Sezione ANA Treviso, espone dal 29
aprile al 21 maggio al Portello del Sile, a Treviso, una mostra fotografica sulla Legione cecoslovacca in Italia durante la Grande Guerra.

“Con la penna nera dal Piave alla Moldava” è il titolo dell’evento. Ricorda quei volontari cechi e slovacchi, con cappello alpino, che combatterono anche sul Piave e che finita
la guerra accorsero a difendere la nuova patria, la Cecoslovacchia, la cui capitale Praga è solcata dalla Morava. A Roma ricevettero la bandiera di guerra sui gradoni dell’Altare della Patria il
24 maggio 1918, partecipando alla Battaglia del Solstizio, e combattendo sugli Altipiani e al Doss Alto. Questi volontari erano consapevoli che nella eventualità di essere catturati, sarebbero
stati impiccati come traditori. Ciò avvenne a San Donà di Piave, San Stino di Livenza (Venezia), Piavon, Oderzo, Conegliano e Collalto (Treviso), dove in mancanza della corda furono fucilati. E poi
ad Arco ed a Riva del Garda, in Trentino.

La mostra sarà preceduta da un breve colloquio storico in Palazzo Giacomelli, a Treviso, ore 17, con relazioni del presidente del CEDOS Sergio Tazzer e degli storici Paolo
Pozzato
e Lamberto Ferranti. Nell’occasione verrà presentato il Quaderno CEDOS n.8, edito da Kellermann.
Durante l’inaugurazione della mostra verrà scoperta una lapide dedicata all’Alpino andato avanti Francesco Zanardo, che fu promotore e animatore del Portello, spazio espositivo gestito dalla
Sezione ANA di Treviso di cui Zanardo fu presidente.

Altre mostre ed esposizioni

La Serenissima
Palazzo dei Trecento piazza dei Signori
Dal 6 al 21 maggio
Nel prestigioso Palazzo dei Trecento saranno esposti documenti, oggetti, carte e rarità notevoli, concernenti la vita della Serenissima Repubblica di Venezia dal 1500 circa alla sua caduta, con una
sezione dedicata ai momenti di interesse per la Marca Trevigiana. Alcune reliquie rare e preziose, riferimenti storici alla sanità e all’editoria, documentazioni di grande interesse arricchiranno
l’esposizione. Una pubblicazione dedicata alla raccolta sarà presentata il 6 maggio alle 10.30.

Di qua e di là del Piave
Ca’ Robegan via Antonio Canova 38
Dal 7 al 21 maggio
Nella medievale Ca’ Robegan, saranno esposti momenti di vita del 1917 della città e dintorni (di qua del Piave…), imperniando il tutto sulla figura di Mons. Andrea Giacinto Longhin,
vescovo di Treviso in quel triste periodo con documenti, fotografie, libri, lettere, diari. Proseguendo (di là del Piave…) si descriveranno le gesta di una medaglia d’oro, Alessandro
Tandura
, di Vittorio Veneto, primo paracadutato militare al mondo oltre le linee nemiche. Presentazione mostra e libro il 7 maggio ore 10.30 a Palazzo dei Trecento, segue inaugurazione in sede
espositiva.

Cesare Battisti in Valsugana
Palazzo Giacomelli
Dal 6 al 14 maggio
L’esposizione vuole dare lustro al ricordo del grande irredentista trentino ed è curata dall’Associazione Culturale Chiarentana di Levico Terme. La mostra documentaria racconta la vita di un uomo
che vedeva lontano e amava la propria terra; Battisti, nei suoi lavori di geografo, ha ricoperto sia il ruolo di autore che quello di editore di guide mirate alla ricerca di sviluppi per
l’economia del territorio. Inaugurazione sabato 6 maggio ore 16.30.


La Grande Guerra raccontata ai ragazzi
Spazio Paraggi via Pescatori 23
Dal 6 al 15 maggio

Esposizione di illustrazioni legate a libri sulla grande Guerra: “Da Caporetto alla vittoria” (tavole di Luigi Piccatto), “La guerra di Piero (Piero Sandano), “Scrivila la guerra” (Simona
Mulazzani), Lagazuoi – guerra di mine” (Gianni Carino). Inaugurazione sabato 6 ore 16.30. Lo Spazio Paraggi funge da punto di incontro per gli studenti del liceo classico Canova coinvolti durante
l’Adunata nell’accompagnamento di visite in città e nell’illustrazione delle mostre.


Treviso da vedere
chiesa di San Gregorio
Dal 10 al 14 maggio
Secondo punto di incontro per i ragazzi coinvolti nell’Adunata, in questo caso gli studenti dell’istituto Mazzotti. Qui sarà possibile vedere delle proiezioni riguardanti la città, le sue attività,
le sue particolarità, ma nel point si troveranno anche informazioni di tipo ludico e eno-gastronomico. Nella pregevole location di San Gregorio in vicolo XX Settembre, verranno esposti anche
fotopannelli forniti dalla Sezione ANA. di Gemona, che ricordano i cantieri per i lavori degli Alpini in seguito al sisma in Friuli del 1976.


Xiloteca trevigiana
Istituto Giorgio-Fermi via San Pelajo
Dall’11 al 13 maggio
Alpino vuol dire anche amore per il proprio lavoro, ed un Alpino ha fatto si che da questo amore nascesse un qualcosa di unico, probabilmente al mondo. Il suo nome è Francesco Velo, il suo
lavoro era trattare con il legno, allora lui lo ha catalogato, raccolto, spiegato, fino a raggiungere una quantità di campioni notevole. Grazie poi alla Confartigianato e alla collaborazione
dell’Istituto Fermi-Giorgi, questa meraviglia sarà a disposizione di chi vorrà visitarla, eventualmente anche con una guida qualificata.


In volo sul fronte
Biblioteca sezionale Galleria Bailo 10/B
Dal 10 al 13 maggio ore 10.30, 16 e 18.30
Proiezione e distribuzione di un filmato registrato in volo su alcuni fra i più caratteristici punti del fronte montano pre-Caporetto e sullo sviluppo dello stesso dopo la catastrofe del 1917. I
lavori per l’esecuzione delle riprese, le ricerche e la produzione, sono stati effettuati in collaborazione con MdL Lando Arbizzani.


La prima Guerra Mondiale 1914-1918
Sede Israa Borgo Mazzini
Dal 9 al 14 maggio
La mostra curata dalla redazione della rivista “L’Alpino in Europa” propone pannelli che illustrano le vicende della prima Guerra Mondiale: cause, alleanze, fasi e conseguenze. Una sezione
comprende immagini dedicate alla storia degli Alpini. Inaugurazione martedì 9 maggio ore 10.45.


La Tradotta
Sede Israa Borgo Mazzini
Inaugurazione domenica 7 maggio
Esposizione di estratti originali e gigantografie tratti dal periodico “La Tradotta”, ideato e creato dall’alpino Ercole Smaniotto. Titolo: “Cronistoria ed esposizione di giornali di trincea della
Grande Guerra” .


Le cartoline della guerra
Sede Museo Etnografico Provinciale via Cal di Breda
Dall’8 aprile al 7 luglio
Mostra su “La Grande Guerra raccontata dalle cartoline degli Alpini” con la collezione di Antonio Cittolin. Una sezione è dedicata alla propaganda bellica e a come questa abbia giocato sulle
immagini dell’infanzia per ottenere consenso.


Per informazioni e dettagli: Antonio Zanatta Centro Studi del Piave- 389 1287141

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport