Operativi i nuovi Accordi per l’innovazione

Giorgetti, “mobilitati i fondi del PNRR verso le imprese”. Dall’11 Maggio la domanda per gli incentivi


Economia - pubblicata il 21 Marzo 2022


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/incentivi_alle_imprese.jpg
Fonte: ufficio stampa MISE
Venerdì, 18 Marzo 2022 – Diventano operativi i nuovi Accordi per l’innovazione del Ministero dello Sviluppo Economico che puntano a sostenere le imprese che investono in ricerca e sviluppo
industriale attraverso contributi e finanziamenti agevolati.
E’ stato infatti pubblicato il decreto che disciplina la procedura di presentazione delle domande per le imprese che svolgono attività industriali, agroindustriali, artigiane e che
presentano progetti d’importo superiore a 5 milioni di euro per realizzare nuovi prodotti e innovativi modelli produttivi.
Gli Accordi per l’innovazione sono un importate strumento operativo per rafforzare la competitività e il tessuto produttivo del Paese che il Ministro Giancarlo Giorgetti ha
profondamente riformato, semplificando e velocizzando l’erogazione dei contributi, ma anche dotato di risorse finanziarie pari a 1 miliardo di euro, previste dal Fondo complementare al Piano
Nazionale di Ripresa e Resilienza.
La procedura di presentazione delle domande prevede per le imprese una prima fase dedicata alla compilazione della documentazione, a partire dal 19 Aprile 2022, sul sito dedicato dal
Mise al Fondo per la Crescita Sostenibile, mentre l’apertura formale dello sportello per richiedere gli incentivi è in programma dalle ore 10 dell’11 Maggio 2022.
Dopo aver impostato il lavoro nei mesi scorsi – dichiara Giorgetti – è arrivato il momento di mobilitare i fondi assegnati dal PNRR verso le imprese che, nonostante la difficile
situazione internazionale causata dal conflitto in Ucraina, puntano a investire su progetti strategici al fine di promuovere la capacità d’innovazione, la realizzazione di nuovi prodotti e servizi,
nonché la formazione e lo sviluppo delle competenze professionali. Non è il momento di fermarsi – prosegue il Ministro – ma di accelerare gli investimenti nel nostro sistema produttivo che
riveste un ruolo centrale nella crescita del Pil nel nostro Paese.
Per maggiori informazioni:

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport