Palazzo Fulcis riconsegnato alla Città di Belluno. Domani grande inaugurazione.

Le categorie economiche mobilitate per sostenere il territorio tramite il proprio patrimonio culturale. Serve una rete di collaborazione.


Eventi - pubblicata il 25 Gennaio 2017


https://www.trevisobellunosystem.com/wp-content/uploads/2017/01/conferenza-stampa-fulcis.jpg

Si è svolta oggi la conferenza stampa in sala giunta di Palazzo Rosso, per illustrare il programma della giornata di inaugurazione del Museo Fulcis e sottolineare il contributo delle categorie
economiche in questa circostanza così importante per la città.

Presenti il Sindaco Jacopo Massaro, l’assessore Claudia Alparo Novello, il Segretario Generale della Camera di Commercio Romano Tiozzo, Confartigianato Appia Maurizio
Ranon.

Le associazioni di categoria hanno collaborato attivamente grazie alla collaborazione della Camera di Commercio mettendo a disposizione mezzi e risorse del personale per coinvolgere tutta la
città.Domani in occasione dell’inaugurazione ci sarà anche un annullo filatelico speciale delle poste italiane.

Palazzo Fulcis diventa così un grande palazzo dell’ arte della città.Sarà Tiziano l’ospite d’eccezione con la Madonna Barbarigo dell’ Eremitage. Un testimone nativo di questo territorio che
merita di essere nuovamente raccontato.

Il presidente di Confcommercio Paolo Doglioni ha sottolineato che c’è uno sforzo corale tra gli enti pubblici del territorio e le categorie economiche per far rivivere Palazzo Fulcis come
un cuore pulsante. Ha ringraziato la Camera di Commercio per il prezioso ruolo di raccordo che ha rappresentato.Ringrazia il gruppo dei ristoratori che ha realizzato l’accoglienza enogastronomica.
Doglioni afferma che c’è una tradizione di bellezza che va rilanciata e questo deve diventare un obbiettivo strategico, in linea con questa strategia informa che domenica i negozi saranno aperti per offrire ai turisti qualità e servizi.Gli Artigiani di Appia hanno organizzato la mobilità per mostrare una parte di bellezza quella legata ai prodotti artigiani di qualità. Maurizio Ranon assicura il sostegno di tutti gli
artigiani bellunesi ed esprime la volontà di portare nel museo iniziative degli artigiani.
Confartigianato è nella stessa lunghezza d’onda e sottolinea tre punti in programma:
Primo, coinvolgere gli artigiane, le famiglie, i lavoratori.
Secondo, promuovere un turismo esperienziale dando valore alle vacanze. Confartigianato ha un consorzio regionale che crea pacchetti turistici che coniugano turismo ed esperienze di vita nel
territorio.
Le categorie indicano che a Belluno ci sono altri palazzi vuoti come quello della Banca d’Italia luoghi per iniziative commerciali di pregio.Il turista di oggi – condividono tutti – ha bisogno di
cultura.

Una cosa non deve essere dimenticata e cioè che Belluno ha bisogno che la gente ci viva e lo renda viva questa città, ecco perché servono politiche adeguate.
Il Segretario generale della Camera di Commercio Romano Tiozzo ha sottolineato come la Camera di Commercio abbia tra i suoi compiti quello della promozione della cultura e lo fa attraverso
le sue deleghe per il turismo.
Siamo lieti – afferma Tiozzo – dell’apertura di questo stupendo palazzo che però dovrà essere riempito non solo di contenuti ma anche di valori esperienziali in grado di raccontare il
patrimonio e la bellezza del territorio.
Alcune note:
Il sito web del museo sarà aperto domani un’ora prima dell’inaugurazione.
Il 1 febbraio sarà presente il ministro Franceschi.
Tutti i martedì e venerdì ci saranno eventi culturali e didattici.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport