Prove di concreta collaborazione con le istituzioni: Confartigianato incontra il SOSE per approfondire la conoscenza dei nuovi indicatori di affidabilità


Economia - pubblicata il 18 Dicembre 2017


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/confartigianato_marca_trevigiana_fb.gif

Fonte: ufficio stampa Confartigianato Imprese Marca Trevigiana


In un momento di elevata conflittualità tra lo Stato ed il contribuente sul fronte della pressione fiscale e più ancora in tema di burocrazia, dove la semplificazione non trova alcuno spazio
nonostante i proclami e anche a dispetto dell’inaccettabile sordità del Parlamento alle richieste delle imprese e dei lavoratori autonomi, Confartigianato Imprese accoglie con favore il possibile
rinvio di un anno dell’entrata in vigore degli Indicatori Sintetici di affidabilità Fiscale (I.S.A.). Strumenti destinati non solo a sostituire i vecchi studi di settore, ma a superarne la
logica, in un’ottica di premialità, nel senso che al contribuente ritenuto fedele saranno accordati dei vantaggi.
Il ventilato rinvio soddisfa peraltro un’esigenza già manifestata dall’Associazione in occasione dell’incontro con i Parlamentari veneti, richiedendo che le modalità di elaborazione e i criteri
di applicazione dei nuovi strumenti I.S.A. fossero resi disponibili all’inizio e non alla fine del periodo di imposta. La disponibilità di informazioni relative al mercato che gli ISA promettono
di fornire, consentirebbe alle Associazioni di indirizzare le imprese verso comportamenti aziendali idonei a riportarle su un percorso di crescita.

Nei giorni scorsi funzionari del sistema associativo, impegnati ai livelli provinciale, regionale e nazionale hanno avuto un incontro con dirigenti di SOSE, la società del Ministero dell’economia e
delle finanze, per discutere di taluni aspetti tecnici posti alla base della costruzione delle stime che caratterizzano il nuovo e complesso impianto degli I.S.A., così come individuati sulla base
di un’analisi preliminare ed indipendente che Confartigianato del Veneto ha svolto, e sul superamento dei limiti che hanno segnato i vecchi studi di settore.
Nel corso dell’incontro Confartigianato ha reso noto, con fermezza, l’insufficiente condivisione dei contenuti con i rappresentanti delle imprese circa le ricadute di un lavoro di tale complessità,
e che esiste ed esisterà sempre una differenza significativa tra i modelli statistici e la realtà.
Al netto della disponibilità manifestata da SO.SE, rimane per l’Associazione la perplessità in ordine all’uso che si farà della massa di informazioni che fluiranno dagli I.S.A. che dovranno essere
usate ad esclusivo vantaggio dei contribuenti e dovranno facilitare i rapporti con il contribuente.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport