Riforma camere di commercio: “si a una razionalizzazione, ma senza compromettere servizi per le imprese e posti di lavoro”.

L’appello della CCIAA Delta Lagunare e della CCIAA Treviso-Belluno sulla riforma del sistema camerale


Economia - pubblicata il 29 Luglio 2016


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/baretta_rubinato2.jpg

Fonte: Ufficio stampa CCIAA Delta Lagunare

Venezia – Rovigo, 28 luglio – È un momento importante quello che le Camere di Commercio italiane stanno vivendo in attesa di conoscere quale sarà il loro destino dopo il Consiglio dei
Ministri, previsto nei prossimi giorni, dove verrà emanato il decreto di riforma degli enti camerali italiani.

A questo proposito la Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, il primo ente italiano ad aver compiuto il processo di autoriforma, rinnova l’invito al Governo e alle
forze politiche a riconoscere nel sistema camerale il motore di sviluppo economico e sociale di un territorio da potenziare, piuttosto che ridurre in termini di risorse umane e servizi alle
imprese.

L’appello arriva dopo l’incontro dello scorso 25 luglio con i parlamentari del Veneto, il sottosegretario all’economia Pierpaolo Baretta e un dirigente in rappresentanza dell’assessore
regionale allo sviluppo economico Roberto Marcato, che la CCIAA Venezia-Rovigo ha organizzato insieme alla CCIAA di Treviso-Belluno e ai rappresentanti del sistema camerale regionale,
per condividere l’esperienza virtuosa del primo anno di accorpamento della Delta Lagunare.

«Ringraziamo i parlamentari regionali per l’ascolto e l’apertura dimostrataci in queste settimane difficili per il sistema camerale – dichiara Giuseppe Fedalto,
Presidente della CCIAA Venezia Rovigo Delta Lagunare
– Siamo fiduciosi che la discussione avviata sui contenuti chiave per la definizione della mission del nuovo sistema camerale, possa
contribuire a razionalizzare le strutture, senza comprometterne i livelli occupazionali e la sostenibilità dei servizi per le PMI».

«Per far ripartire il sistema imprenditoriale italiano – conclude Giuseppe Fedalto – le Camere di Commercio vanno rafforzate, con servizi nuovi e innovativi, che
valorizzino il patrimonio di risorse umane, competenze e professionalità impiegate nei nostri enti».

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport