Siglato il nuovo accordo – Contratto Collettivo Aziendale del Teatro Stabile del Veneto

Il presidente Beltotto: Affrontiamo la ripartenza solidali e coesi, L’accordo è una garanzia di stabilità per tutti i nostri lavoratori da qui a tre anni


Economia - pubblicata il 02 Agosto 2021


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/teatro_stabile.png

Fonte: ufficio stampa Teatro Stabile del Veneto


Venezia, 30 luglio 2021 – Firmato il nuovo Contratto Collettivo Aziendale del Teatro Stabile del Veneto. In questi giorni i vertici dello Stabile e i rappresentati delle tre sigle
sindacali SLC CGIL, FISTEL CISL e UILCOM UIL hanno raggiunto il nuovo accordo destinato a regolare il trattamento retributivo e normativo quale fonte contrattuale di secondo livello, oltre a
quanto previsto dal CCNL, per i 60 impiegati e tecnici dipendenti del Teatro presenti nelle sedi di Padova, Venezia e Treviso.

La regolamentazione dello smart working, l’istituzione di un fondo di ferie solidali, il piano di welfare e la definizione di un premio di risultato, incentrato su parametri di produttività quali
numero di recite di produzione e alzate di sipario, sono alcuni tra i traguardi raggiunti a seguito della contrattazione di questi mesi. Una trattativa che si è svolta con l’obiettivo, condiviso da
entrambe le parti, di mantenere un equilibrio tra la salvaguardia dei livelli economici della retribuzione dei dipendenti e il contenimento dei costi di un’azienda che sta provando a ripartire e
che ambisce a tornare ad essere Teatro Nazionale nei prossimi tre anni.

Solidali e coesi. Così la famiglia del Teatro Stabile del Veneto si è affacciata alla ripartenza – ha affermato Giampiero Beltotto, presidente dello Stabile del Veneto.
Mentre lo scenario teatrale nazionale parla di scioperi e rotture tra i vertici di grandi enti culturali e le rappresentanze sindacali è con forte soddisfazione che guardo all’accordo
raggiunto. Il nuovo contratto collettivo aziendale, che arriva dopo tre mesi intensi di mediazione e relazioni svolto in questi mesi con i sindacati, rappresenta una garanzia di stabilità per tutti
i nostri lavoratori da qui a tre anni. Considero altresì positivo che il CCA guardi al mondo teatrale in generale inserendo tra i parametri di produttività anche il numero delle giornate recitative
del personale artistico scritturato”

Le Segreterie di SLC CGIL, Fistel CISL e UILcom esprimono congiuntamente soddisfazione per il rinnovo del contratto collettivo aziendale del Teatro Stabile del Veneto, giunto al termine di un
confronto complesso e articolato, ulteriormente complicato dal contingente contesto pandemico e dalle conseguenti ripercussioni sull’interno settore dello spettacolo. Il nuovo integrativo ha
raggiunto gli auspicati obiettivi di inclusività e difesa del reddito e nel suo insieme (cfr. articolo sulle Ferie Solidali per gravi patologie) si pone come
colonna portante di una contrattazione solidale.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport