Top of the Pid Veneto 2023: le 5 aziende venete premiate per aver investito in transizione green e digitale

Oggi in Camera di Commercio di Vicenza, cerimonia con vincitori e menzionati del Premio promosso dai PID con Unioncamere del Veneto e Università di Padova


Economia - pubblicata il 28 Novembre 2023


https://www.trevisobellunosystem.com/wp-content/uploads/2023/07/Unioncamere-Veneto.png

Fonte: ufficio stampa Unioncamere del Veneto

Pozza, Unioncamere del Veneto: “Buona la diffusione del digitale in Veneto”.

 

Venezia, 27 novembre 2023

Un’impresa padovana che sfrutta l’innovazione legata all’intelligenza artificiale e all’integrazione tra diverse tecnologie industria 4.0 per rafforzare la competitività delle imprese in un’ottica data-driven; una piattaforma cloud trevigiana denominata CS WORK, fortemente inclusiva, perla trascrizione di testi con l’intelligenza artificiale; un progetto veneziano di digitalizzazione per ottimizzare processi di vendita, con significativi impatti sul fronte ambientale; un’impresa veronese che ha sviluppato un ecosistema digitale di servizi dedicati al trasporto merci e persone e la vicentina Volvero, app innovativa di condivisione dell’auto che affronta i problemi del trasporto, promuovendo benefici sociali e ambientali.

Sono le 5 aziende premiate al Top of Pid Veneto 2023, il riconoscimento promosso dai Punti Impresa Digitale – PID delle Camere di Commercio del Veneto in coordinamento con Unioncamere del Veneto ed Università di Padova Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali “Marco Fanno” e destinato alle imprese che hanno saputo investire negli ambiti della doppia transizione digitale e green.

Il presidente di Unioncamere Veneto Mario Pozza, commenta così il premio: Il premio valorizza la propensione delle nostre imprese ad accelerare sulla transizione digitale e green. Lo confermano anche i dati dello studio condotto dall’Università di Padova: le competenze digitali sono ormai diffuse nelle nostre imprese e favoriscono la sostenibilità e anche l’internazionalizzazione. Le imprese che hanno partecipato al premio hanno usufruito di uno o più servizi offerti dai Punti Impresa Digitale e della formazione delle tre Università di Padova, Venezia e Verona che hanno organizzato laboratori di progettazione per approfondire, attraverso la metodologia del design thinking, come definire e avviare progetti di trasformazione digitale all’interno dell’impresa.

Grazie a un percorso guidato, le imprese partecipanti hanno approfondito le differenti opzioni tecnologiche connesse alla transizione gemella (transizione ecologica e digitale), analizzare le diverse necessità aziendali, identificato scenari alternativi di investimento in ambito digitale e conoscere servizi di accompagnamento dedicati.

Siamo alla terza edizione di questo Premio regionale che vede lavorare in sinergia la Regione Veneto, il sistema camerale e gli atenei veneti –commenta il presidente della Camera di Commercio di Vicenza Giorgio Xoccato –In questa edizione è stata data attenzione alla doppia transizione: ecologica e digitale. Per supportare le imprese in questo percorso le Camere di commercio, attraverso la rete dei PID,  mettono in campo una serie di azioni informative e di orientamento. Inoltre alcuni dati che riguardano il bando della Camera di Commercio di Vicenza sulla Doppia Transizione ci aiutano a capire meglio come il sistema delle imprese si sta muovendo in questi ambiti: parliamo di più di 600 domande di contributo (80% aziende SRL) e oltre 2 milioni di euro in investimenti, di cui il 50% con fornitori veneti, per il 35% vicentini. Il 25% è indirizzato a software per l’azienda, il 20% per il digital marketing, il 24% alla sostenibilità, incluso l’assistenza al bilancio di sostenibilità.

Vincitori e menzioni
La capacità di continuare ad investire sull’innovazione e sulla trasformazione digitale anche nel complesso scenario attuale è stato il filo conduttore della cerimonia dell’edizione 2023 del Premio assegnato a 10 aziende venete di eccellenza:

  • Per la Camera di Commercio di Padova

GROWERS SRL– Premiato: progetto che sfrutta l’innovazione legata all’intelligenza artificiale e all’integrazione tra diverse tecnologie industria 4.0 per rafforzare la competitività delle imprese in un’ottica data-driven.
GOBBO ROBERTO – Menzione Speciale

  • Per la Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti

COPISTERIA SASSARO – STENOTYPE TRANSCRIPTION MULTIMEDIA SRL- premiato: Realizzazione di un software innovativo, efficace e orientato alla sostenibilità sociale, in grado di aumentare l’inclusione delle persone e favorire l’apprendimento.
POWER ENGINEERING SRL – Menzione Speciale

  • Per la Camera di Commercio di Venezia Rovigo

Riviera distributori s.r.l. – Premiato: Progetto di digitalizzazione all’insegna dell’ottimizzazione dei processi di vendita, con significativi impatti sul fronte ambientale.
10 I Cube s.r.l. – Menzione Speciale

  • Per la Camera di Commercio di Verona

INFOGESTWEB s.r.l. – Premiato: innovativa piattaforma digitale che offre un ecosistema integrato di soluzioni per la logistica e il trasporto in grado di ridurre gli impatti ambientali e favorire il benessere dei lavoratori.
PLUMAKE s.r.l.- Menzione Speciale

  • Per la Camera di Commercio di Vicenza

WEGO s.r.l. – Premiato: attraverso l’applicativo Volvero il progetto valorizza le potenzialità delle tecnologie digitali per la sostenibilità ambientale supportando forme di mobilità sostenibile, favorendo un utilizzo più consapevole dei mezzi di trasporto e coinvolgendo direttamente i singoli utilizzatori.
NAZENA s.r.l.  – Menzione Speciale

Imprese venete e digitale, 6 su 10 hanno competenze medio-alte: lo studio dell’Università di Padova
Quasi 6 imprese venete su 10 hanno un livello di digitalizzazione medio-alto e il 75% del campione usa una tecnologia ‘industria 4.0’, prevalentemente la cybersecurity e il cloud.  Sono i risultati dell’analisi “Analisi SelfI4.0 Edizione 2” condotta  dall’Università di Padova su un campione di 1880 imprese venete.
Vicenza è la provincia con il maggior tasso di digitalizzazione nelle imprese.
Le imprese più strutturate sono anche le più digitalizzate, ma quasi la metà delle PMI sotto i 10 addetti mostra comunque un livello di digitalizzazione medio o alto. Nella fascia 10-49 addetti, le imprese con digitalizzazione medio-alta salgono all’80%. Le imprese più pronte dal punto di vista digitale operano nei mercati business-to-business, mentre le imprese più digitalizzate sono anche quelle con maggiore presenza nei mercati internazionali (67,4% contro solo il 18,5% per le imprese con bassa digitalizzazione) e hanno adottato con maggiore decisione tecnologie per la sostenibilità (63,6% contro il 20,9% delle imprese con grado basso).

In generale le tecnologie 4.0 sono adottate soprattutto al miglioramento dei processi produttivi – in modo sostanzialmente analogo tra le diverse tipologie di imprese per digitalizzazione – mentre le imprese con più alta digitalizzazione sono anche quelle che sono orientate al miglioramento della sostenibilità sul fronte del prodotto (28,7%). Le imprese con bassa digitalizzazione segnalano invece di non avere risorse per questa attività di investimento (34,7%).

VERBALE DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE

 

 

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport