30/11/2021  ore 09:53   
   Chi siamo  |  Parlano di noi  |  
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Media pluralism in Europe: new study shows risks across the board  

27/07/2020 | Economia | 

Source: European Commission Spokesperson's Service


Secondo uno studio indipendente   del  Centre for Media Pluralism e Media Freedom , si è verificata una generale stagnazione o deterioramento in termini di rischi per il pluralismo dei media in tutti i paesi coperti: i 27 Stati membri dell'UE più il Regno Unito, l'Albania e la Turchia. Lo studio, per la prima volta tenendo conto dell'impatto degli sviluppi digitali, esamina le minacce e gli attacchi fisici e digitali ai giornalisti, le loro condizioni di lavoro, ma anche questioni come la pluralità del mercato, l'indipendenza politica e l'inclusione sociale. Il vicepresidente della Commissione per i valori e la trasparenza, Věra  Jourová, ha  dichiarato:Questo studio è un campanello d'allarme. Dobbiamo proteggere meglio i giornalisti e aumentare la trasparenza e l'equità nel mondo online, soprattutto nel contesto delle campagne politiche. Dobbiamo anche sostenere il settore dei media, che è stato pesantemente colpito dalla crisi COVID-19, nel rispetto della sua indipendenza. La Commissione non può vincere questa lotta da sola: mi affido agli Stati membri per contribuire a invertire questa tendenza. Il commissario per il mercato interno, Thierry  Breton, ha  dichiarato: Media Pluralism Monitor evidenzia le opportunità offerte dalla trasformazione digitale, che i media devono cogliere, ma anche sfide dal potenziale ruolo di gatekeeping delle piattaforme online alla sicurezza digitale di giornalisti e operatori dei media. Man mano che la crisi del coronavirus accelera ulteriormente queste tendenze, le affronteremo in modo olistico per favorire il recupero dell'ecosistema dei media. I risultati dello studio sono un'importante fonte di informazioni per la prima relazione sullo stato di diritto, prevista per settembre, che affronterà in modo specifico il pluralismo dei media. Saranno inoltre inseriti nel piano d'azione per la democrazia europea ( consultazione pubblica in corso ), nel piano d'azione per i media e nel settore audiovisivo e nella legge sui servizi digitali ( consultazione pubblica in corso), tutti da presentare entro la fine dell'anno. Il monitoraggio del pluralismo dei media è cofinanziato dall'UE, nell'ambito di una serie di progetti a sostegno del pluralismo e della libertà dei media descritti in dettaglio nella presente  scheda . Inoltre, oggi la Commissione ha anche messo a disposizione uno  studio  sull'uso abusivo delle leggi sulla diffamazione (azioni strategiche contro la partecipazione pubblica - SLAPP) che minaccia il lavoro dei giornalisti. Questo studio e il feedback da raccogliere sugli SLAPP nell'ambito della consultazione pubblica sul piano d'azione per la democrazia europea contribuiranno a guidare l'azione della Commissione in questo settore.

« Indietro   
Tag clouds
crisis Democracy first independence Monitor need Plan this Action been help journalists media online Source Transparency also consultation Digital European freedom Member pluralism political States study support  said Commission into market ongoing public SLAPPs which will
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  Industria Padova Treviso - La spinta da export e investimenti. Produzione avanza del +13%, sopra i livelli pre-covid
29 novembre 2021
Convegni e corsi
  Il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA)
26 novembre 2021
Sport
  Tra i 500 del Cross Csi di Sedico De Nard e Dal Ri
19 novembre 2021
Eventi
  Premio - Innovazione sociale e sviluppo sostenibile - terza edizione | Presentazione domande: dal 3 Gennaio al 1° Marzo 2022
29 novembre 2021
Promozione
  Incontra l''azienda Copy Solutions Srl e i suoi prodotti. Venetodotcom: comunicato di benvenuto!
25 novembre 2021