22/04/2021  ore 14:03   
   Chi siamo  |  Parlano di noi  |  
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Assessore Bottacin, frana Busa del Cristo a Perarolo (BL): Massima attenzione perchè continua l’accelerazione. La situazione è costantemente monitorata

11/02/2021 | Economia |  Bottacin: Da un punto di vista idraulico, non vi sono invece allo stato attuale possibili problematiche da segnalare a valle del paese

Fonte: ufficio stampa Giunta Regione Veneto


Stiamo osservando la situazione in maniera assolutamente scrupolosa, oltre che con il monitoraggio strumentale anche con un presidio a vista, organizzato tramite la Protezione Civile. In questi ultimi giorni si è infatti rilevata un’ulteriore accelerazione della frana di due ordini di grandezza superiori alle condizioni normali.

Sono queste le parole dell’assessore alla Protezione Civile del Veneto, Gianpaolo Bottacin, in relazione ai movimenti della frana della Busa del Cristo in comune di Perarolo di Cadore (BL).

Siamo presenti sul sito – spiega Bottacin - con il nostro geologo della Protezione Civile regionale per i puntuali rilievi del caso, mentre la nostra unità organizzativa del Genio Civile di Belluno ha già approntato i mezzi per un eventuale pulitura dell'alveo qualora scendesse del materiale in grado di ostruire il deflusso del Boite.

Nella fase attuale, il movimento del corpo franoso è troppo rapido per poter avviare gli interventi che abbiamo previsto - dettaglia l'assessore - ovvero il consolidamento del piede di frana, i drenaggi e un alleggerimento della parte superiore del corpo franoso stesso. Questo, anche se noi saremmo già pronti sia in relazione alle risorse economiche sia per quanto riguarda gli interventi definiti in una recente riunione insieme al professor Casagli dell’Università di Firenze e presidente dell’Istituto nazionale di Oceanografia e di Geofisica e il professor Galgaro dell'Università di Padova. Appena le condizioni meteo lo permetteranno comunque interverremo con questa metodologia.

Nel frattempo abbiamo implementato il monitoraggio, ma installeremo anche un sistema SAR (radar) per il controllo ancora più puntuale e preciso delle deformazioni e dei movimenti del versante, così da avere le velocità di tutti i punti del corpo franoso nell'immediatezza.

Da un punto di vista idraulico - conclude Bottacin - non vi sono invece allo stato attuale possibili problematiche da segnalare a valle del paese in quanto la portata del corso dell’acqua è bassa e quindi non implicherebbe pericolo di esondazioni anche in caso di cospicue quantità. Restiamo comunque in costante collegamento con il comune per qualsiasi necessità.

« Indietro    Pubblica su: 
OkNotizie Del.icio.us! Google! Facebook! Share
Tag clouds
caso frana franoso movimenti Università Veneto assessore comune corpo interventi professor Protezione Bottacin monitoraggio relazione Civile condizioni vista
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  Confcommercio Treviso su Associazione per il Patrimonio Unesco delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene
20 aprile 2021
Convegni e corsi
  Sdoganare in import e in export in pratica. 28 e 29 Aprile ore 9:30-13:00
14 aprile 2021
Sport
  La trevigiana Way To Go pedala con la Prosecco Cycling
16 aprile 2021
Eventi
  Belluno diventa laboratorio di innovazione alpina – Grande evento giovedì 22 aprile
21 aprile 2021
Promozione
  La Provincia Stanzia 280.000 euro per i Comuni per l’Installazione di Colonnine per Auto Elettriche
20 aprile 2021