04/02/2023  ore 04:17   
   Chi siamo  |  Parlano di noi  |  
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 

Lunedì 30 Maggio Prende il via l’evento internazionale - Il Veneto ospita Mirabilia il network europeo dei siti Unesco: La sostenibilità: elemento di competitività?  

31/05/2022 | Economia |  Location dell’evento Castelbrando a Cison di Valmarino dal 28 al 31 Maggio 2022

Fonte: ufficio stampa Presidenza Camera di Commercio Treviso-Belluno|Dolomiti

Lunedì 30 Maggio 2022 - Iniziano i lavori della 4  giorni di Mirabilia in Veneto con la riunione plenaria e i tavoli di lavoro per costruire i contenuti di una visione sostenibile e internazionale dello sviluppo economico.

Sono stati 170, provenienti da tutta Italia, i partecipanti a questa prima giornata in cui sono intervenuti relatori di fama nazionale e internazionale.

Sostenibilità, internazionalizzazione, italian sounding, turismo sostenibile sono i temi che i relatori di ENIT, della Federazione Italiana Associazioni UNESCO, la DG Grow presso la Commissione europea, la Fondazione Dolomiti Unesco, l’Associazione Colline Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, l’Università Cà Foscari, l’Università degli studi di Padova, la Regione del Veneto, la Reggia di Caserta, il CNR IRISS hanno affrontato, in un’intensa giornata suddivisa in riunione plenaria e tavoli di lavoro


Ha aperto i lavori il video “Sulle ali della Camera: dove il talento è di casa”, pluripremiato a livello nazionale e internazionale, annunciato dalla moderatrice la giornalista Gaia Padovan.

La parola al Presidente di Unioncamere Veneto e della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti Mario Pozza.

Vogliamo trovare la soluzione per valorizzare i siti Unesco tra i concetti di conservazione e fruizione, guardando  alle nuove professioni che si dovranno prendere cura, con competenza, dei patrimoni dell’umanità - evidenzia il Presidente di Unioncamere Veneto e della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti Mario PozzaIl futuro sono i giovani e ai giovani consegneremo il frutto del lavoro che svolgeremo qui a Castelbrando. La “Generazione 2026” dei giochi olimpici e paralimpici di Milano – Cortina 2026 sarà coinvolta e portatrice del nostro messaggio. Guardiamo anche al cambiamento della società con le nuove generazione di un’Italia vissuta da  nuove etnie, portatrici di cambiamento e nuovi bisogni che necessitano di nuove offerte. Fondamentale per il successo di queste prospettive è però la collaborazione e la strategica condivisa tra le istituzioni e tra pubblico e privato. Una collaborazione che si estende  al mercato interno e internazionale con il sistema delle Camere di commercio italiane all’estero .

L’internazionalizzazione – sottolinea il Presidente – se intesa, non solo come evento, ma quale asset strategico del nostro territorio, diventa soluzione per la sostenibilità delle nostre produzioni, per la valorizzare del prodotto locale e per arginare l’italian sounding che porta un danno immane alla nostra economia.


In ultima vogliamo valorizzare l’impresa che è custode del  territorio e favorire, con questo evento, le intese tra le strutture ricettive e le architetture industriali, che rappresentano nuove realtà realizzate nel rispetto dell’ambiente.

Offrire una nuova vita a presidi industriali dismessi o operativi è una realtà e una visione ben radica in Veneto. Saluto i padroni di casa di Castelbrando, i signori Ivana e Massimo Colomban, rappresentanti di questa imprenditoria illuminata, che hanno fatto un’opera di restauro sostenibile, recuperando un patrimonio del nostro territorio e creando una struttura ricettiva valorizzata con le nuove tecnologie, che rappresenta un vanto per noi e che noi oggi riconosciamo con la nostra presenza qui.

Federico Caner, Assessore Regione Veneto a Fondi UE, Turismo, Agricoltura, Commercio estero “In un’epoca di grandi cambiamenti sociali, ambientali ed economici – sottolinea l’Assessore al Turismo e all’Agricoltura del Veneto, Federico Caner - accelerati bruscamente dalla crisi pandemica e dai recenti eventi bellici in Europa, anche la filiera turistica nel suo complesso è stata messa a dura prova: dalla singola impresa ai comportamenti della domanda, nulla è rimasto invariato. In tale contesto, la sostenibilità assume un ruolo fondamentale e puntare all’evoluzione dell’intero sistema rappresenta la priorità. Una sostenibilità che deve essere ambientale, ma anche economica e socio-culturale. Investire nel nuovo, innovare i prodotti consolidati, valorizzare la trasversalità del turismo coordinando le imprese di settore e sviluppare le competenze propedeutiche sono alcune delle possibili azioni delineate all’interno del nuovo Piano Strategico del Turismo del Veneto, 2022-2024. E nella promozione di un approccio sostenibile alla gestione delle destinazioni i siti con designazioni UNESCO possono giocare un ruolo di primaria importanza, proprio per preservare nello spazio e nel tempo il loro valore eccezionale universale.

Vogliamo poter lavorare in sinergia con tutti gli attori del territorio – conclude Caner - per sviluppare un’offerta turistica altamente qualificante che, mettendo al centro la sostenibilità come valore fondante, sia in grado di competere nel mercato tra le green destinations, destagionalizzare i propri flussi turistici e combattere il fenomeno dell’overtourism.”


Roberta Garibaldi, Amministratore Delegato ENIT - Agenzia Nazionale Turismo Italia
L’ Italia è la destinazione più richiesta per volume di interesse di ricerca dei viaggi (volo+alloggio). Terza dopo Spagna e Usa e prima di Uk, Francia e Germania.
Recupera prenotazioni aeree: tra giugno e luglio oltre un milione e 2mila prenotazioni aeroportuali con un + 536 per cento rispetto già solo a giugno 2021.
Le strutture alberghiere e extra alberghiere rispondono bene con  un tasso di saturazione di quasi la metá (30,5 per cento)
I paesi di prossimità sono quelli con cui l’ Italia ha mantenuto sempre vivo il fil rouge grazie anche all’ agevole logistica e alla possibilità di raggiungere l’ Italia con mezzi propri e considerati più sicuri in tempi pre pandemici
Le città d’ arte molto legate ai big spender long haul hanno risentito fortemente della mancanza di visitatori mentre si è andato delineando un’ affermazione maggiore del turismo outdoor declinato anche in nuove forme che uniscono confort e lusso alla vita nella natura come il glamping.
In testa alle ricerche su Google per viaggi in Italia ci sono Roma, Milano e Venezia.
Il covid ha accelerato processi in atto di valorizzazione delle aree meno note e di alleggerimento dell’ iper carico antropico solo in determinati periodi dell’anno e località
Le Ota restituiscono numeri che rispondono a questa analisi. Le agenzie di viaggio dovranno sempre di più porsi come consulenti di un viaggio haute couture costruito su esperienze personalizzate” dichiara Roberta Garibaldi Ad Enit

Mara Nemela, Direttrice della Fondazione Dolomiti UNESCO

“Essere ospiti di una manifestazione come questa ci permette di aprire il confronto e portare l’esperienza decennale della Fondazione nella costruzione di progettualità sostenibili che sono il frutto della partecipazione delle comunità locali. Auspichiamo che questo appuntamento sia l’inizio per promuovere una collaborazione fra Siti UNESCO della Regione del Veneto all’insegna dei valori del Patrimonio Mondiale.”

Teresa Gualtieri, Presidente Federazione Italiana Associazioni e Club per l’UNESCOQuesto incontro rappresenta un’ importante opportunità per la Federazione Italiana dei Club per l’Unesco di esercitare il ruolo assegnatoci dall’Organizzazione, cioè essere diffusori dei principi, obiettivi e programmi Unesco, in un confronto con quanti operano nell’ambito dei siti Patrimonio Mondiale.
Il tema del turismo sostenibile è strettamente connesso con la programmazione e la gestione di tutti i territori oggetto di riconoscimenti Unesco, con le attività produttive, economiche e sociali che in essi si realizzano, in relazione alla indispensabile verifica di compatibilità con la tutela e la valorizzazione dei siti.
L’Unesco fornisce precise indicazioni volte a supportare i gestori dei siti del Patrimonio Mondiale e gli altri attori ivi coinvolti nella graduale adozione di misure efficaci per favorire modelli sostenibili di sviluppo economico in materia di strategie di turismo di lungo periodo che tengano in debito conto i punti di forza e di debolezza dei siti.
Certamente l’evento promosso da Mirabilia costituirà una pietra miliare nella definizione di parametri innovativi per la costruzione di piani operativi fondati su intese di alto profilo culturale, che si rifletteranno nel sociale per immaginare soluzioni consapevoli, partecipate e capaci di interpretare le aspirazioni delle comunità, soprattutto dei giovani, che costituiscono il patrimonio vivente dei siti ed il loro futuro.”

Marina Montedoro, Presidente dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene UNESCO
È un onore che le nostre Colline ospitino in questi giorni Il network dei siti UNESCO Mirabilia. Un’altra occasione che ci permette non solo di mostrare le “mirabilia” del nostro territorio collinare tra Valdobbiadene e Conegliano, ma anche di dialogare e discutere con tanti portatori di interesse nazionali ed internazionali su alcuni aspetti fondamentali per luoghi, che sono anche destinazioni turistiche, che come le Colline di Conegliano e Valdobbiadene sono state insignite del prestigioso riconoscimento UNESCO.commenta Marina Montedoro, Presidente dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene UNESCO - L’idea di porre l’uomo al centro di questa discussione e, ancor prima, il suo rapporto con ciò che lo circonda nel pieno rispetto dell’ambiente è strategica e fondamentale per creare un valore che non sia solo economico, ma che tocchi anche aspetti etici base imprescindibile di uno sviluppo veramente sostenibile. Tutti dobbiamo muoverci nella stessa direzione per creare lo stesso valore a vantaggio della collettività. Complimenti al Sistema camerale regionale per aver avuto la bella intuizione di organizzare questo incontro, quanto mai necessario e funzionale.

Valentina Superti, Direttrice della DG Grow (Direzione Generale del Mercato interno, dell’Industria, dell’Imprenditorialità e delle PMI) presso la Commissione Europea:La Commissione Europea vuole contribuire ad un turismo che sia sempre più responsabile e sostenibile. Il comparto del turismo è importantissimo dal punto di vista economico e sociale.
Abbiamo avviato un percorso con tutte le parti interessate, l’Italia, gli altri Stati Europei, le regioni, l’industria del turismo, il Parlamento Europeo, per arrivare ad una definizione condivisa delle sfide da raccogliere e un’identificazione dei mezzi per raggiungere gli obiettivi, di un turismo più sostenibile. Il nostro orizzonte temporale è il 2030/2050, che corrisponde a quello che l’Europa si è data per raggiungere la neutralità carbone. Nel nostro percorso, diamo un’attenzione particolare alle tantissime piccole e medie imprese che operano nel turismo, e all’accompagnamento delle competenze, che dovranno evolvere anche grazie a dei percorsi di formazione adeguata. Teniamo inoltre ben presente il legame tra turismo, cultura ed enogastronomia, tutti comparti tra loro collegati, che possono contribuire ad un turismo più responsabile, e che valorizzi appieno la cultura e la dimensione locale.” 

Cinzia De Marzo, Avvocato specialista in Diritto dell’UE, esperta di turismo sostenibile Presentazione progetto europeo “European Tourism Going Green - ETGG2030” co-finanziato dal programma COSME 2014 - 2020. “ Il nostro obiettivo è realizzare azioni concrete dal basso aggregando le imprese turistiche facendo sistema e utilizzando modelli di business ecosostenibile e di economia circolare in una dimensione nazionale e transnazionale.”

Giuliano Vantaggi, Site Manager Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene UNESCO
Abbiamo appena concluso il press tour dei siti UNESCO del Veneto dove, in qualità di Associazione organizzatrice e in collaborazione con Regione Veneto, abbiamo accompagnato 12 giornalisti delle più importanti testate giornalistiche italiane e estere in un tour guidato tra i siti materiali e immateriali Patrimonio dell’Umanità presenti nella nostra regione: dal Delta del Po' a Venezia e la sua laguna, passando per Vicenza e le sue ville palladiane, le Dolomiti, l’orto botanico e la cappella degli Scrovegni a Padova, le Colline del Prosecco, la città di Verona e i siti palafitticoli di Peschiera sul Garda. Verso la fine dell’anno, inoltre, è prevista l’uscita della prima “Guida di Repubblica” dedicata proprio a tutti i siti UNESCO del Veneto, a cui seguirà la pubblicazione delle singole guide, ognuna dedicata ad uno specifico sito veneto Patrimonio dell’Umanità.spiega Giuliano Vantaggi, Site Manager Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene UNESCOQuest’anno, inoltre, il sito UNESCO delle Colline del Prosecco ospiterà due eventi unici e spettacolari. A luglio il noto compositore Giovanni Allevi eseguirà una performance nella quale la potenza del suo pianoforte e la sua naturale eloquenza si fonderanno per raccontare, in un docufilm presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, le bellezze dei territori veneti. A ottobre, invece, stiamo organizzando uno spettacolo teatrale all’aperto per raccontare i siti UNESCO del Veneto, da portare in giro per la regione. L’obiettivo di tutte queste iniziative di promozione territoriale che collegano i siti Patrimonio dell’Umanità del Veneto l’uno all’altro in un fil rouge dedicato alle meraviglie venete, è coordinare la Grande Bellezza del Veneto in un unicum incredibile  per offrire ai turisti italiani e stranieri l’opportunità di conoscere e vivere un territorio che in poche decine di chilometri offre una straordinaria ricchezza di cultura, arte, paesaggi mozzafiato, montagna, colline, mare e un patrimonio enogastronomico che nel Prosecco trova il suo prodotto più celebre ma non di certo l’unico.

Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene inserite nel contesto dei siti UNESCO del Veneto: opportunità, sinergie, promozione congiunta.

 


« Indietro   
Tag clouds
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  Energia: -24% bolletta elettrica per le piccole imprese nel I trimestre 2023
3 febbraio 2023
Convegni e corsi
  Seminario: How to Start Your Business
2 febbraio 2023
Sport
  Il calcio a 5 femminile in passerella al Paladosson
23 gennaio 2023
Eventi
  #controlemolestie - Associazione Nazionale Alpini
30 gennaio 2023
Promozione
  Bonus export digitale. Sviluppo dell''attività di esportazione delle micro e piccole imprese italiane manifatturiere
30 gennaio 2023