27/09/2022  ore 04:41   
   Chi siamo  |  Parlano di noi  |  
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 

Giochi Olimpici. Pozza - Ascani: cifre da paura, ma il valore sta nella filiera del sapere  

11/08/2022 | Economia |  Tre diversi sguardi sul valore della filiera dello sportsystem e occhialeria nell’ottica dell’Agenda 2020+5 del CIO

Fonte: ufficio stampa Presidenza della Camera di Commercio di Treviso Belluno|Dolomiti


 

 

Treviso, 11 Agosto 2022.  Voglio evidenziare – commenta il Presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti  Mario Pozza-  che i Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano – Cortina 2026 si svolgeranno in un territorio caratterizzato dalla filiera dello Sport che unisce in “doppia corda” le province di Treviso e Belluno con il distretto dell’occhialeria e dello Sportsystem. Nel bellunese si praticano gli sport di montagna, in scenari di incomparabile bellezza dove non sono per nulla trascurabili i 60 milioni di fatturato generati in dalle attività di gestione degli impianti di risalita e dove troviamo la migliore produzione al mondo dell’occhialeria con un valore della produzione pari a 2,3 miliardi di euro che vede coinvolti più di 12 mila addetti nel territorio. Nella gioiosa e operosa Marca Trevigiana ha sede invece il distretto dello Sportsystem di Montebelluna storicamente imperniato nelle produzioni di scarponi da sci e scarpe da trekking alpino con 2.700 unità produttive per circa 15 mila addetti. Se, peraltro, si considera la filiera dello Sportsystem nel suo complesso, anche nelle sue estensioni su tutta la provincia di Treviso e su quella di Belluno, si arriva ad un fatturato superiore ai 4,2 miliardi di euro, sempre con riferimento all’anno pre-Covid 2019.. Sono cifre che ci rendono orgogliosi, ma voglio sottolineare – puntualizza il Presidente -  che il successo è frutto di idee geniali di imprenditori e imprenditrici che hanno favorito accordi industriali, condiviso know how, creato collaborazioni nazionali e internazionali, creato indotto, favorito attività collaterali, creato un welfare e una responsabilità d’impresa, che favorisce le istituzioni nella governance dei territori. Parlo di  una filiera unica al mondo e che rappresenta il valore d’eccellenza e che caratterizzerà lo svolgimento dei Giochi Olimpici e Paralimpici.

Treviso e Belluno  – evidenzia il Prof. Franco Ascani, Membro CIO commissione Cultura e Presidente FICTS  rappresenta un felice connubio fra le bellezze della natura, l’intraprendenza imprenditoriale e il dinamismo delle amministrazioni del territorio, con lo sport nel ruolo di collettore.  Una “summa” di eccellenze destinate a rappresentare al meglio il made in Italy sulla scena internazionale, grazie, soprattutto, al ruolo svolto nel progetto strategico di promozione dei territori e delle imprese dalla Camera di Commercio Treviso – Belluno | Dolomiti, diretta con lungimiranza dal Dott. Mario Pozza.

Cifre “da paura”: il 2% del PIL è costituito dallo sport e dal suo indotto, la voce di spesa per abbigliamento e calzature (6,7 mld €), seguita dalle spese vere e proprie per lo sport attivo (3,3 mld) e dal turismo sportivo (2,9 mld). Altri numeri impressionanti: ai Giochi di Tokyo 2020 un pubblico globale di 3 miliardi di persone. Le piattaforme digitali partner hanno generato 28 miliardi di visualizzazioni video in totale, con un aumento del 139% rispetto ai Giochi di Rio 2016.

I Giochi Olimpici – continua il Prof. Ascani -  tra impianti, trasporti, villaggio olimpico, strutture commerciali e sanitarie, sono una gigantesca operazione di investimento sugli spazi urbani, sono una delle più efficaci piattaforme di marketing internazionale nel mondo. L’aumento dell’attività fisica è anche una parte importante dell’eredità creata dai Giochi Olimpici per i loro ospiti e per il Paese che li ospita. L’immagine di un Paese emerge con la legacy, con il dopo-Giochi: vivere lo sport intergenerazionale attraverso l’avventura Olimpica e Paralimpica, sfruttare i grandi eventi, lasciare un’eredità permanente come sostiene l’Agenda 2020+5 del CIO.

Lo sport è diventato fornitore di contenuti e di spettatori di interesse strategico per i Media e sempre più è fonte di riflessione sociale, scientifica, di costume e di introiti pubblicitari ed investimenti economici ad ampio respiro. Associare lo sport alla cultura e all’educazione - evidenzia il membro del CIO Ascani - significa riconoscere che lo sport gioca, oggi, un ruolo di sempre più crescente rilevanza nel processo educativo dei giovani, capace di influenzare lo sviluppo della coscienza collettiva di tolleranza e comprensione tra le diverse culture.

L’obiettivo è di “far muovere di più” il Paese e “svegliare un’atleta che dorme dentro ogni cittadino”.

Lo sport da sempre coniuga valori universali – commentail docente dell’ Università Ca' Foscari Venezia  School of Economics, Prof. Alessandro Minello - che travalicano i confini disciplinari che uniscono nella competizione popoli differenti nel rispetto di regole condivise tra tutti. Se vogliamo, lo sport rappresenta la prima e più condivisa forma di globalizzazione nella storia. Lo sport genera continuamente conoscenza e nuovi saperi, meccanismi di relazione internazionale, linguaggi di comunicazione formali e informali, regole di fiducia, spesso unendo “gli opposti” in un processo di innovazione complessa. Ma l’ambiente dello sport nonché i suoi valori trovano applicazione e si nutrono delle culture e dei valori locali, si realizzano cioè sui territori, connettendoli e coinvolgendo appieno le comunità. In questo sta la grande forza dell’Olimpismo.

Distretto dello Sportsystem

Con il tempo il distretto si è incamminato in un percorso di forte diversificazione. La gamma di prodotti si è così estesa alle scarpe da calcio, tennis, basket, bicicletta, al segmento outdoor e alle calzature di tutti i giorni. Si è intensificata l’attività di ricerca applicata attorno alle attrezzature sportive, con utilizzo di materiali d’avanguardia. Si sono aggiunte, infine, anche linee di abbigliamento (tecnico e non).

A ciò si aggiunge tutto un indotto che riguarda i produttori di macchinari per le lavorazioni, i produttori di stampi e coloro che fanno gli stampaggi di materie plastiche, gli studi di design e di progettazione, le attività commerciali e ulteriori soggetti, non necessariamente di natura economica, che concorrono al mantenimento del distretto: incubatori, associazioni, enti di formazione ecc.

Inoltre, non vanno dimenticate le attività turistiche correlate, particolarmente rilevanti in provincia di Belluno, assieme alla gestione degli impianti di risalita.

Tutto ciò ha un potente valore economico. Restando alle attività core dello Sportsystem (calzature e attrezzature sportive) a fine 2021 si contano fra Belluno e Treviso 461 unità produttive per un totale di oltre 5.500 addetti, di cui 4.700 concentrati proprio nel distretto di Montebelluna.

Se si considerano anche le attività collaterali del tessile-abbigliamento e le attività di design, la filiera dello Sportsystem coinvolge quasi 2.700 unità produttive per circa 15.000 addetti, metà dei quali concentrati nel perimetro del distretto di Montebelluna.

Guardando alle analisi delle performance dei distretti industriali curate da Intesa San Paolo, per il distretto della Calzatura sportiva e dello Sportsystem di Montebelluna si osserva per l’anno 2019, ancora esente dagli eventi pandemici, un fatturato di oltre 2,8 miliardi di euro, riferito ad un campione, molto rappresentativo, di 130 aziende distrettuali. Il 50% di questo fatturato è realizzato nei mercati esteri.

Se, peraltro, si considera la filiera dello Sportsystem nel suo complesso, anche nelle sue estensioni su tutta la provincia di Treviso e su quella di Belluno, si arriva ad un fatturato superiore ai 4,2 miliardi di euro, sempre con riferimento all’anno pre-Covid 2019. Per nulla trascurabili i 60 milioni di fatturato generati in provincia di Belluno dalle attività di gestione degli impianti di risalita. E si tratta pur sempre di stime in difetto, perché condotte sulle sole società di capitali che depositano i bilanci presso la Camera di Commercio. Non si ricomprendono inoltre le attività turistiche, perché legate non solo, come facile immaginare, alle attività sportive, ma ai diversi motivi, anche di lavoro, che muovono le persone nei territori.

Distretto dell’occhialeria

In base alle elaborazioni del Centro Studi Intesa San Paolo sui bilanci aziendali di un campione di 119 imprese del distretto bellunese, nel 2020, anno della pandemia da Covid-19, il fatturato del distretto si è attestato poco sopra i 5 miliardi di euro con una variazione rispetto al 2019 del -27,6% (valore mediano). Nel 2019, infatti, il fatturato del campione (116 imprese) superava i 6,8 miliardi.

Ma i risultati del 2021, a livello nazionale, mostrano come il settore abbia riagganciato un trend più che positivo. Secondo i dati Anfao il valore della produzione nazionale di montature, occhiali da sole e lenti (che rappresenta il 75% della produzione del settore) è stato superiore anche ai livelli pre-pandemia: +4,5% sul 2019. Molto si deve alla forte propensione internazionale dell’occhialeria italiana che vende all’estero il 90% della produzione nazionale di montature, occhiali da sole e lenti. Nel 2021 tali esportazioni hanno conosciuto una crescita del +39,2% rispetto al 2020 e del +3,4% rispetto al 2019.

Continua in allegato /...


Il Distretto dell’Occhialeria bellunese

Filiera dello Sportsystem: attività core e connesse

« Indietro   
Tag clouds
2019 attività internazionale occhialeria Treviso fatturato Giochi impianti miliardi provincia sport valore Belluno Camera euro Olimpici territori addetti Commercio Distretto filiera Montebelluna produzione rispetto Sportsystem
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  Certificazione delle imprese contro il gender gap: accordo Unioncamere - Pari Opportunità
23 settembre 2022
Convegni e corsi
  ONAF: a Belluno il corso per aspiranti assaggiatori di formaggi
23 settembre 2022
Sport
  Trevisatletica: a Rieti il 24 e 25 settembre doppia finale scudetto under 18
23 settembre 2022
Eventi
  Oltrefestival di CartaCarbone 2022
23 settembre 2022
Promozione
  Un caloroso benvenuto all''impresa Gabry''e Eleganza sartoriale
26 settembre 2022