27/01/2023  ore 15:14   
   Chi siamo  |  Parlano di noi  |  
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 

Crisi d’impresa in Veneto: in 1 anno di composizione negoziata 36 istanze presentate e 367 esperti iscritti nell’elenco

30/11/2022 | Economia |  Il bilancio di Unioncamere del Veneto in un convegno all’M9 a Mestre (VE)

Fonte: Ufficio stampa Unioncamere Veneto




Crisi d’impresa in Veneto: in 1 anno di composizione negoziata 
36 istanze presentate e 367 esperti iscritti nell’elenco.
Il bilancio di Unioncamere del Veneto in un convegno all’M9 a Mestre (VE).

Pozza, Unioncamere del Veneto: “Prevenzione necessaria per affrontare la crisi 
e composizione negoziata fondamentale per salvaguardare la continuità aziendale,
ma troppe imprese vi arrivano già in dissesto”.


Venezia – Mestre, 28 novembre 2022

Sono 475 le istanze presentate a livello nazionale in un anno di composizione negoziata della crisi d’impresa e 3.561 gli iscritti nell’elenco degli esperti, che hanno il compito di agevolare le trattative tra l’imprenditore, i creditori e altri soggetti.
Il Veneto è quarto in Italia con 36 istanze, dopo Lombardia (99), Lazio (60) e Emilia Romagna (41) e ha 367 esperti.  Delle 36 procedure, quelle sopra soglia gestite alla Commissione regionale, che ha sede presso la Camera di Commercio di Venezia Rovigo quale capoluogo di regione, sono 32: 7 a Treviso-Belluno, 6 a Venezia-Rovigo, 7 a Padova, 6 a Verona e 6 a Vicenza (dati aggiornati al 15 novembre 2022).

Se ne è parlato al convegno “Codice della crisi e composizione negoziata: stato dell’arte e prospettive” organizzato dal sistema camerale all’Auditorium “Cesare De Michelis” dell’ M9 - MUSEO DEL '900 a Mestre e rivolto a titolari d'impresa e loro dipendenti, manager e professionisti, dottori commercialisti ed esperti contabili, avvocati, consulenti del lavoro e funzionari del sistema camerale. 

Nonostante il ricorso alla procedura negoziata cresciuto, accelerato probabilmente anche dalla congiuntura economica che ha messo in gravi difficoltà soprattutto le piccole e micro-imprese – a luglio 2022 si contavano 20 istanze a livello regionale, oggi sono  aumentate dell’80% – “i numeri restano al di sotto delle attese e confermano un avvio più lento del previsto” ha ricordato nel collegamento di apertura il Segretario generale di Unioncamere nazionale Giuseppe Tripoli. “Del resto si tratta di uno strumento radicalmente nuovo nel nostro ordinamento, in questo primo anno di sperimentazione le Camere hanno messo a disposizione delle imprese strumenti per ed evitare il dissesto, com’è negli obiettivi della norma”.

Per il Presidente di Unioncamere del Veneto Mario Pozza “la prevenzione della crisi è uno degli elementi su cui puntare per dare continuità al nostro sistema economico. Come imprenditori dobbiamo imparare a riconoscere le difficoltà e a farvi fronte, magari proprio tramite strumenti, come la composizione negoziata, che attraverso un confronto trasparente con l’esperto, i consulenti  e i creditori, abbia come obiettivo il risanamento dell’azienda, prima che sia troppo tardi”.

Il sistema camerale veneto finora si è fortemente impegnato in azioni di sensibilizzazione tese a diffondere e far crescere la cultura della prevenzione della crisi d’impresa e del monitoraggio costante dell’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile del sistema economico regionale. “È necessario rafforzare il dialogo con gli esperti e la formazione specifica per i professionisti  assieme agli Ordini” ha ricordato ancora l’avv. Alberto Teso, membro di Giunta della Camera di Commercio di Venezia Rovigo

Nel corso dell’evento il sistema camerale del Veneto ha condiviso un’analisi dello stato dell'arte aggiornato sulla Composizione negoziata della Crisi a distanza di un anno dalla sua introduzione nell’intervento del Vice Segretario Generale di Unioncamere Sandro Pettinato. Ha poi messo a confronto anche le testimonianze dei principali soggetti coinvolti nella procedura di composizione negoziata, quali magistrati, professionisti e sistema bancario. Sono state approfondite le tematiche chiave, anche in prospettiva futura, quali ad esempio le nuove procedure di gestione della crisi d'impresa, la disciplina della composizione negoziata, la prevenzione e la rilevazione precoce della crisi, i rapporti tra le istituzioni coinvolte nelle procedure e l'impatto degli adeguati assetti sulla gestione aziendale delle imprese. 

Il convegno è stato promosso da Unioncamere Italiana, Unioncamere del Veneto, Camera di Commercio di Treviso|Belluno Dolomiti, Camera di Commercio di Venezia Rovigo, con la collaborazione di Curia Mercatorum, Camera di Commercio di Padova, di Verona e di Vicenza, Camera di Commercio Venezia Giulia Trieste Gorizia, Camera di Commercio Pordenone-Udine, Camera di Commercio di Bolzano e di Trento.

« Indietro   
Tag clouds
2022 Composizione Crisi impresa stato Veneto Commercio convegno imprese Mestre negoziata regionale Camera messo prevenzione procedure sistema Unioncamere camerale esperti istanze Rovigo Venezia
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  Superbonus - Economia - L''Assessore Marcato: “Serve un intervento straordinario per sbloccare i crediti delle imprese”
27 gennaio 2023
Convegni e corsi
  PREMIO STARTUP D’IMPRESA LUCIANO MIOTTO 2022
24 gennaio 2023
Sport
  Il calcio a 5 femminile in passerella al Paladosson
23 gennaio 2023
Eventi
  Sabato 28 gennaio ore 18.00 - Spettacolo "Fragile e violento", Teatro Da Ponte Vittorio Veneto - Entrata libera
27 gennaio 2023
Promozione
  Il Presidente Pozza ha incontrato il Presidente dell’ANSAP Cav. OMRI Iuliano Flaviano
26 gennaio 2023