29/01/2020  ore 07:24   
 HOME |  PRIMO PIANO |  Economia |  Convegni corsi |  Sport |  Eventi |  Promo
 
Fiera e Festival delle Foreste, sabato 14 e domenica 15 a Longarone.  

06/09/2019 | Eventi |  Scopri lo straordinario programma della prima edizione del festival bellunese.

Fonte: ufficio stampa Longarone Fiere Dolomiti


       

     

Qual è lo stato di salute dei boschi in montagna? Quale il destino del legno ricavato dagli alberi abbattuti? Quali gli interventi conclusi e quali ancora in corso? Quale insegnamento trarre da quant'è accaduto e quali strategie adottare in futuro?

Sono alcune delle domande sulle quali ragionare a quasi un anno da Vaia, l’uragano che nella notte tra il 29 e il 30 ottobre del 2018 ha distrutto ampie zone delle foreste montane del Veneto, Trentino Alto Adige e del Friuli Venezia Giulia. 

Interrogativi su cui accende l'attenzione la prima edizione della Fiera e festival delle foreste che Longarone Fiere organizza sabato 14 e domenica 15 settembre, dalle ore 9 alle 18, nel suo quartiere fieristico in via Del Parco 3 a Longarone (BL).

L'evento è promosso con la Regione Veneto, in collaborazione con il ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, la Provincia di Belluno, numerosissimi enti, istituzioni locali e associazioni di categoria e imprese.

La cerimonia inaugurale, con il giro d'onore riservato alle autorità, è fissata alle ore 10 di sabato 14, a cui seguirà il convegno tecnico di apertura.
La due giorni sarà caratterizzata da un susseguirsi di tavole rotonde, workshop, convegni, incontri con l'autore e proiezioni, mostre tematiche e fotografiche, un'area ludico didattica con percorsi sensoriali e laboratori e un grande concerto finale.

Un evento straordinario per fare il punto su quel che è successo in quella terribile notte e, nel contempo, analizzare le azioni intraprese e quelle da mettere in campo. E per parlare di recupero del legno e messa in vendita sul mercato internazionale (in alcune zone quello che fino all'anno scorso che veniva venduto a 35 euro al metro cubo adesso è distribuito a 14 euro), tempi di rinascita delle foreste (si calcola che ci voglia un secolo per ritornare com'erano) e cambiamenti climatici.

Rispetto dell'ambiente e sviluppo compatibile – spiega il presidente di Longarone Fiere Gian Angelo Bellatisono i due concetti chiave attorno a cui ruotano la Fiera e il Festival delle foreste che, da un lato, intendono portare il proprio contributo per la cura e la gestione delle aree forestali e per il rilancio della nostra montagna di fronte a fenomeni come Vaia che mostrano l'impatto sulla natura di un nostro inadeguato stile di vita; dall'altro mettere in rete, favorire l'incontro  e sostenere il lavoro delle nostre imprese che anche in questo settore stanno soffrendo e hanno bisogno di essere aiutate

Tra le proposte che saranno avanzate – sottolinea Bellati – c'è quella di utilizzare le esenzioni fiscali come strumento di sviluppo del territorio montuoso non solo del Triveneto, ma di tutta Italia, tipologia che occupa ben due terzi della nostra penisola. L'obiettivo è ripetere la manifestazione anche nei prossimi anni proprio per tenere accesa la luce su queste tematiche così decisive per il territorio e l'economia e per questo un sentito ringraziamento va rivolto in particolar modo alla Provincia di Belluno, oltre che alla Regione e al Ministero, e a tutte le persone che in vario modo si stanno prodigando per la sua migliore riuscita.

Tutto il programma del Festival delle Foreste 2019
sabato 14 e domenica 15 settembre

Tema 2019 – La tempesta Vaia: un’occasione per ripensare la pianificazione e la gestione forestale nella montagna veneta

Sabato 14

9 - 10 Sala A
Convegno L’istruzione forestale in Italia a cura della Rete Italiana Scuole Forestali Capofila Istituto Agrario 'A. Della Lucia' di Feltre.

10 - 13 Sala C
Cerimonia di inaugurazione e convegno di apertura, a cura di Longarone Fiere Dolomiti.

14 - 15 Sala A
Workshop Che impresa! Nuova vita per il legno delle Dolomiti a cura diCentro per la Formazione e
la Sicurezza di Belluno.

14 - 16 Sala B
Tavola rotonda Valorizzazione delle biomasse a cura diAIEL, CIA e Confagricoltura.

14 - 16 Sala C
Workshop Gestione integrata dei corsi d’acqua a scala di bacino: vegetazione e sedimenti tra manutenzione ordinaria e interventi post-alluvione a cura diCIRF.

14 - 16 Centro Congressi
Workshop Nuove prospettive per la vivaistica forestale tra ecologia, genetica e biodiversità e presentazione del progetto Marchio piantaNativa a cura di Veneto Agricoltura.

15 - 18 Sala A
Convegno Territori ed Enti locali verso le Olimpiadi. La sfida delle terre di mezzo e il nuovo rapporto città – montagna a cura di UNCEM.

16 - 18 Sala B
Workshop di presentazione del progetto La montagna viva. Dalla tempesta VAIA a nuove opportunità di sviluppo sostenibile nelle Dolomiti a cura di Fondazione Angelini.

16 - 18 Sala C
Workshop Certificazione forestale e biodiversità a cura di Federforeste e Coldiretti Belluno.

Il pomeriggio di sabato ospita in contemporanea 5 aree tematiche:
- Valorizzazione del legno
- Riqualificazione fluviale
- Sviluppo territori montani
- Ricostruzione dei boschi distrutti da Vaia

Speaker corner

Domenica 15

10 - 12 Sala A
Convegno La figura dell'operatore forestale dalla sicurezza alle opportunità economiche a cura di
Confagricoltura e CONAIBO

10 - 12 Sala B
Workshop Presentazione del progetto CORE WOOD  a cura di Consorzio Legno Veneto - Centro Consorzi     

14 - 15.30 Sala A
Convegno Opportunità economiche e di partenariato per le imprese e gli enti pubblici a cura diVenetian Cluster e Longarone Fiere Dolomiti.

15 - 16 Sala B
Incontro con l’autore Gianni Rigoni Stern e presentazione del libro Ti ho sconfitto felce aquilina!
Modera: Prof. Raffaele Cavalli. A cura di Longarone Fiere Dolomiti.

17.30 - 19 c/o ANFITEATRO Chiesa di Longarone
EVENTO DI CHIUSURA: Concerto Alpino del Coro femminile PLINIUS (canti del Maestro B. De Marzi)
Dirige la Ma Antonella Pavan. A cura di Longarone Fiere Dolomiti.

 

Durante tutti e due i giorni

Il Festival sarà arricchito da una serie coordinata di mostre sia fotografiche che informative che permetteranno di capire cosa sia stata la tempesta Vaia e di come essa abbia ispirato alcuni fotografi.
Infine verrà allestita un’area ludico-didattica su una superficie di 100 metri quadrati, per famiglie e scuole, con percorso sensoriale e laboratori.

- Area gioco Foresta Amica a cura diColdiretti Belluno.

- Mostra fotografica Vaia, il silenzio dopo la tempesta personale di Gabriele Chiopris.

- Mostra fotografica Tempesta Vaia personale di Giulia Corradini.

- Mostra didattico-informativa Tempesta Vaia a cura di ERSAF – Regione Lombardia.

- Mostra fotografica DOLOMITES UNDER MY WINGS: come le aquile in volo sulle Dolomiti nel decennale dell’iscrizione Unesco – Patrimonio mondiale dell’Umanità personale diLando Arbizzani.

- Mostra fotografica La casa del Custode del Bosco a cura di Merino Mattiuzzi.

- Mostra fotografica sul Recupero e riuso delle antiche costruzioni rurali in legno realizzata dalla Fondazione Centro Studi Transfrontaliero Comelico e Sappada.

     
« Indietro    Pubblica su: 
OkNotizie Del.icio.us! Google! Facebook! Share
Tag clouds
     Festival Fiere foreste fotografica legno montagna Mostra sviluppo Veneto Centro forestale Longarone nbsp Belluno cura Sala tempesta Vaia convegno Dolomiti presentazione Workshop
Ultime news - tutte le categorie
Economia
  MiSE informa: attenzione alle fatture ingannevoli per registrazione marchi
27 gennaio 2020
Convegni e corsi
  GIORNO DELLA MEMORIA 2020. “Io non giuro”. Lunedì 27 gennaio 2020 La testimonianza di Josef Mayr-Nusser: l’uomo che disse NO a Hitler
24 gennaio 2020
Sport
  Fondazione Cortina 2021 e Liski per le piste dei Campionati del Mondo e delle Finali di Coppa del Mondo
27 gennaio 2020
Eventi
  Scuola e impresa: visita alla Technowrapp di Fonzaso con gli studenti dell’Ite Colotti di Feltre
27 gennaio 2020
Promozione
  GIORNO DELLA MEMORIA
27 gennaio 2020