Fondi UE. Nuova azione del POR FESR a favore delle imprese cinematografiche. Zaia: “5 milioni di euro in tre anni per le filiere produttive legate al cinema”


Promo - pubblicata il 31 Agosto 2018


https://www.trevisobellunosystem.com/tvsys/img/notizie/giunta_regionale_veneto.jpg

Fonte: ufficio stampa Giunta Regione Veneto

“Investire nella cultura: per la Regione del Veneto non è uno slogan ma un preciso e concreto progetto politico e amministrativo, che coinvolge tutte le possibili espressioni artistiche. Lo
dimostra anche questa iniziativa finalizzata a far crescere le imprese di produzione cinematografica del nostro territorio: il cinema è un’industria culturale tra le più importanti, un’arte, ma
anche una grande opportunità di sviluppo economico e occupazionale”.

Con questa considerazione il presidente Luca Zaia annuncia l’avvenuta modifica del Programma Operativo Regionale (POR) del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014-2020, all’obiettivo
“Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”, al fine di includere un’azione che destina ben 5 milioni di euro al rafforzamento della
competitività delle imprese cinematografiche operanti nel territorio, alle case di produzione che scelgono il Veneto come set, a quelle che utilizzano maestranze venete.

“Una modifica che abbiamo voluto, chiesto e infine ottenuto – precisa con soddisfazione il presidente – per inserire un’azione, inizialmente assente dal Programma, che consenta di sviluppare le
diverse filiere legate al cinema e all’audiovisivo: quella turistica, attraverso la valorizzazione delle location cinematografiche, quella del sistema moda, delle produzioni tipiche locali e del
design attraverso il posizionamento dei brand d’impresa veneti all’interno delle produzioni cinematografiche”.

Cinque milioni di euro di incentivi economici in tre anni, di cui le aziende di produzione cinematografica potranno beneficiare partecipando ad appositi bandi, il primo dei quali sarà predisposto
entro la fine del 2018. Dovranno servire a creare servizi, a sviluppare competenze professionali settoriali, ad aumentare la competitività delle imprese culturali e dello spettacolo che operano nel
territorio regionale, sostenendo una programmazione più diversificata e innovativa, ma anche a valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico per attrarre nel Veneto produzioni
cinematografiche e audiovisive italiane ed estere.

“Queste risorse – conclude Zaia – vanno ad aggiungersi agli 11 milioni di euro di fondi strutturali POR FESR che la Regione ha destinato alle imprese culturali creative e dello spettacolo, sia per
favorire la nascita di nuove imprese, sia per il consolidamento delle imprese esistenti. La qualità e il valore innovativo dei progetti sino a oggi pervenuti, la disponibilità a mettersi in gioco e
ad accettare il rischio d’impresa superando la logica del contributo, sono la conferma che la strada che abbiamo imboccato è quella giusta”.

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport