Museo Gypsotheca Antonio Canova: nuovi interventi di restauro

Il Museo Canova dà inizio a nuovi interventi di restauro nella Gypsotheca Il miglioramento sismico prosegue grazie a nuovi strumenti di digitalizzazione


Economia - pubblicata il 20 Ottobre 2023


https://www.trevisobellunosystem.com/wp-content/uploads/2023/05/Museo-Gypsotheca-Antonio-Canova.png

Fonte: ufficio stampa Museo Gypsotheca Antonio Canova

 

Possagno, 19 ottobre 2023

Il Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno si avvia verso un periodo di rinnovamento grazie alle attività di restauro rese possibili dalla vittoria del Fondo Cultura. L’intervento, che si svolgerà a partire dal 19 ottobre 2023 fino alla primavera del 2024, avrà come obiettivo principale il miglioramento sismico e la valorizzazione del patrimonio architettonico di una sezione della Gypsotheca.

Il restauro riguarderà la seconda e la terza campata dell’Ala Ottocentesca, struttura realizzata su progetto dell’architetto Francesco Lazzari fra il 1831 ed il 1836 per volere del fratello dello Scultore, Giovanni Battista Sartori. Attualmente questa parte dell’edificio necessita di alcuni interventi, volti a migliorare la risposta sismica, che saranno messi in atto tramite soluzioni altamente innovative. Ciò consentirà agli esperti di monitorare in tempo reale il suo assetto statico, a cui si aggiungerà un completo riallestimento illuminotecnico.  

Resteranno completamente accessibili al pubblico l’Ala Scarpa e la Casa natale di Canova, luogo che conserva ancora l’arredo originale e che custodisce oggetti personali e strumenti di lavoro dell’Artista. La Casa natale è anche attualmente la sede della Pinacoteca che conserva il corpus dei suoi dipinti, 16 tele dipinte ad olio realizzate dal 1783 al 1799. Oltre a questi dipinti nell’edificio sono conservati i suoi disegni, le tempere su carta, alcune incisioni e i marmi. La visita a questi luoghi permette di scoprire un Canova inedito, intimo e delicato.

Come suggerisce il nome, il progetto Restauro e digitalizzazione del complesso architettonico canoviano”, ideato dal Comune di Possagno in collaborazione con il Museo Canova, non si limita a definire le attività di restauro ma consiste anche in un processo di digitalizzazione della Gypsotheca. Questa fase prevede la combinazione e l’integrazione di metodi e tecnologie innovative della geomatica, per la riproduzione immateriale del complesso architettonico e della comunicazione per le attività di catalogazione online e di fruizione partecipata del pubblico. Il progetto, comprese le schede informative realizzate con rilievi laser scanner di alta precisione, con restituzione 3D, sarà consultabile su una piattaforma online con la possibilità di un’interazione partecipativa da parte del pubblico.

In questi mesi, il Museo offrirà al pubblico nuovi strumenti di fruizione, rendendo l’attività di conservazione anche un momento di valorizzazione. Saranno organizzate delle visite guidate straordinarie con il Direttore del Museo, Moira Mascotto, e il Direttore del cantiere, Fabio Guidolin, e delle conferenze con esperti del settore per approfondire il tema del restauro e della conservazione del patrimonio.

L’ambizioso progetto ha arricchito il programma degli Anniversari Canoviani, diventati occasione per portare una rinnovata attenzione ai luoghi natali, all’arte e alla figura di Antonio Canova. L’insieme di iniziative si fonda sulla centralità dell’eredità morale, culturale e artistica dello Scultore per il borgo di Possagno e fa parte di un processo più grande, finalizzato alla riqualificazione culturale e socio-economica del territorio circostante.

 

Corsi e convegni

Economia

Economic Report

Eventi

News Europa

Promo

Sport